Cav ricoverato, Paolo Berlusconi: "Sollevato dalle parole di Zangrillo"

Il fratello del leader di Forza Italia commenta il bollettino medico del San Raffaele: "Sono sollevato dalle parole di Zangrillo. Siamo tutti fiduciosi"

Le condizioni di salute di Silvio Berlusconi non destano preoccupazione. A ribadirlo è stato il professor Alberto Zangrillo che in una conferenza stampa nel pomeriggio ha spiegato come stanno davvero le cose e ha messo a tacere le "fantasiose ricostruzioni" circolate nelle ultime ore sulla salute del leader di Forza Italia. E proprio le parole del professor Zangrillo hanno rassicurato i familiari del Cav. Il fratello, Paolo Berlusconi, all'Adnkronos ha commentato così il bollettino del San Raffaele: "Sono sollevato dalla parole di Zangrillo, siamo tutti fiduciosi". Paolo Berlusconi ha poi smontato tutte le voci circolate su come sia stato contagiato l'ex premier: "Non si può sapere dove Silvio abbia preso il virus. Non ci sono colpe, ma casualità, è inutile cercare colpe". "Ripeto - ribadisce Paolo Berlusconi- non possiamo sapere come sia avvenuto il contagio, come in tutto il mondo avvengono con incontri magari casuali". Insomma parole chiare quelle di Paolo Berlusconi che cercano di allontanare la corsa alla "caccia all'untore" che si è scatenata con le ricostruzioni prive di riscontri sugli ultimi giorni del Cavaliere in Sardegna e sulle vacanze dei figli. E su questa stessa linea sono arrivate, al Corriere, le parole della figlia di Silvio Berlusconi, Barbara. Le sue parole sono state abbastanza chiare: "Nei giorni in cui vivo momenti di grande angoscia per la salute di mio padre penso sia disumano essermi trovata su tutti i media come l’untrice ufficiale della persona a cui voglio più bene. Vorrei proprio capire su quali basi sono stata indicata con certezza come la responsabile. Tra l’altro, i tempi e i ripetuti tamponi negativi fatti da mio padre dimostrano il contrario. La caccia all’untore è una cosa da Medioevo, e la trovo umanamente inaccettabile oltre che scientificamente indimostrabile".

E a ristabilire la serenità in famiglia in queste ore sono state le parole del professor Zangrillo che ha voluto rassicurare tutti sulla salute del leader di Forza Italia: "In una situazione di assoluta tranquillità", "ho rilevato un blando coinvolgimento polmonare" per Silvio Berlusconi positivo al Coronavirus. La situazione clinica è allo stato attuale tranquilla e confortante con indici clinici compatibili con quello che abbiamo osservato prima clinicamente e poi in diagnosi". Il Cavaliere, come riportato dallo stesso Zangrillo, resterà ricoverato ancora per qualche giorno.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 04/09/2020 - 18:08

ma certo! non poteva che essere cosi, anche perchè il covid ora è molto meno pericoloso di prima, ma visto che berlusconi ha piu di 80 anni, è una precauzione che va attuata preventivamente, a quell'età il corpo è fragilissimo!

Ritratto di pipporm

pipporm

Sab, 05/09/2020 - 12:31

Zangrillo intanto ha accertato che non si tratta di prostatite