"Ci hanno tolto i nostri figli solo perché siamo poveri"

Una storia di degrado che arriva dalla Campania. I bambini, tra i 4 e i 12 anni, erano sul letto circondati dai rifiuti

Quattro bimbi tolti ai propri genitori perché trovati in una situazione di degrado. “Abbiamo sbagliato, lo abbiamo capito. Ma non siamo dei mostri. Ridateci i nostri bambini” la richiesta del padre. Adesso i pargoli, quattro fratellini di età compresa tra i 4 e 12 anni, si trovano al sicuro, in una struttura protetta. Lontano però dalla loro mamma e dal loro papà.

La terribile storia

A raccontare questa tragica storia che arriva dalla Campania, esattamente da Ariano Irpino, comune di 22mila abitanti della provincia di Avellino, è Libero. La drammatica vicenda si è svolta in un’abitazione poco lontana dal centro. Non sarebbe forse mai saltata fuori se non fosse stato per l’odore terribile che un vicino di casa ha sentito uscire dall’appartamento della famigliola in questione. Subito sono state chiamate le forze dell’ordine che, una volta giunte sul posto, hanno fatto irruzione. A dir poco incredibile la situazione di degrado che gli agenti si sono trovati davanti agli occhi. I fratellini erano sul letto matrimoniale, impauriti e silenziosi, gli occhi sbarrati, circondati da rifiuti maleodoranti, sparsi qua e là sulle lenzuola. Probabilmente erano abituati a restare tutto il giorno in quella posizione, senza giocare, parlare, né guardare la televisione, inesistente in quella casa. In tutta l’abitazione cumuli di spazzatura alta anche un metro, e piatti con cibo ormai putrefatto, lì chissà da quanti mesi. Un bagno impossibile da utilizzare.

I bimbi portati via dai genitori

La giovane mamma, davanti agli agenti, è riuscita solo a dire che era un po’ sporco e che avrebbe messo in ordine. I vigili hanno prelevato i quattro bambini e se li sono portati via. Adesso si trovano all’interno di una struttura protetta nella provincia di Avellino. E i servizi sociali si stanno occupando di loro. Poi toccherà al Tribunale dei Minori di Napoli preoccuparsi dei fratellini. Intanto la procura di Avellino si sta interessando della vicenda.

Secondo quanto emerso, nessuno dei bambini presenterebbe segni di violenza fisica. L’ultima volta che sono stati visti in giro sembra sia stato a scuola e, da quando la struttura è stata chiusa a causa dell’emergenza coronavirus, nessuno ha più avuto loro notizie. Grazie ai tablet messi a disposizione dalla scuola avrebbero però continuato a seguire le lezioni online, almeno fino a quando i giga non sono terminati.

Per il padre la colpa è del Covid

Il padre non accetta assolutamente di aver perso i suoi figli e dà tutta la colpa di quanto avvenuto al Covid-19. Prima infatti descrive la propria famiglia normale, forse non felice, ma che se la cavava. Molte associazioni e privati li aiutavano infatti economicamente e portavano a casa la spesa. Fino alla porta però, non oltre. Era infatti vietato sorpassare la soglia di casa: la moglie era sull’uscio, pronta a vietare l’ingresso. Probabilmente, se qualcuno fosse riuscito a entrare, avrebbe subito allertato servizi sociali e forze dell’ordine. La donna è stata descritta amorevolmente dal marito come “giovane e un po' svogliata”.

Ma il suo compagno smentisce tutto: “Basta questo accanimento nei nostri confronti. Le immagini diffuse a livello nazionale non sono quelle della nostra casa, nessun maltrattamento, noi amiamo i nostri figli e non sono malnutriti”, come ha detto a Irpinia tv. L'uomo ha anche ammesso di aver tenuto nascosta la situazione di degrado proprio per il timore di non rivedere più i suoi figli. Ha inoltre assicurato che adesso lui e la moglie si stanno impegnando per riuscire ad aver una vita normale come nel passato. Amano i loro bambini e desiderano solo riaverli presto nella loro casa che, assicurano, è stata ripulita e massa a posto.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Enne58

Mar, 16/06/2020 - 10:53

Aiutare questa famiglia invece di regalare soldi a chi presenta false domande non si potrebbe visto che non essendoci viilenze si tratta solo di indigenza. Oltretutto costerebbe anche meno che affidare i bimbi ai servizi siciali. Solita domanda dovuta a solito andazzo: perché per alcuni che oltretutto non mandano neppure i figli a scuola ma li indirizzano a delinquere non si attivano, mentre per altri si?

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Mar, 16/06/2020 - 11:26

@Enne58..."I fratellini erano sul letto matrimoniale, impauriti e silenziosi, gli occhi sbarrati, circondati da rifiuti maleodoranti, sparsi qua e là sulle lenzuola. Probabilmente erano abituati a restare tutto il giorno in quella posizione, senza giocare, parlare, né guardare la televisione, inesistente in quella casa. In tutta l’abitazione cumuli di spazzatura alta anche un metro, e piatti con cibo ormai putrefatto, lì chissà da quanti mesi. Un bagno impossibile da utilizzare." "Molte associazioni e privati li aiutavano infatti economicamente e portavano a casa la spesa" "La donna è stata descritta amorevolmente dal marito come “giovane e un po' svogliata”." Perchè non vai tu a pulirgli la casa a queste persone un po' svogliate?

Giorgio5819

Mar, 16/06/2020 - 11:35

Ma c'é qualcuno ( infame ) che continua a pensare a importare clandestini da mantenere...

mimmo1960

Mar, 16/06/2020 - 12:04

La povertà in casa nostra, aumenta sempre di piu', pero' abbiamo soldi per mantenere i baldi giovani che ogni giorno sbarcano sulle nostre coste.

MammaCeccoMiTocca

Mar, 16/06/2020 - 12:37

La soluzione? BIBBIANO !!! Fate come a Bibbiano, Assistenti Sociali, imparate da Bibbiano, togliete i figli e dateli in affidamento, indottrinateli perché il futuro sarà degli indottrinati; giudici piddini datevi da fare. O forse sarebbe meglio ribellarsi a queste forze sovversive e dare un aiuto a questa povera gente? Con la spesa di un bambino affidato ne assistiamo tre a domicilio, solo che questo farebbe cadere tutto il castello del partito.

Malacappa

Mar, 16/06/2020 - 13:09

Qui non si tratta di poverta'avevano l'appartamento pieno di spazzatura io credo che tener pulito non costi molto sta gente non e'a posto con la testa

Ritratto di navigatore

navigatore

Mar, 16/06/2020 - 14:33

applicheranno la teoria BIBBIANO, tanto cara ai comunisti e relative COOP per rovinate famiglie fare soldi ,tipico andazzo di persone della sinistra senza scrupoli.

ulio1974

Mar, 16/06/2020 - 14:48

"almeno fino a quando i giga non sono terminati.". Applauso e standing ovation per questa frase. Sarebbe ottima come titolo di un libro, o di un film.

ulio1974

Mar, 16/06/2020 - 14:50

tenere pulito e buttare la 'monnezza non costa nulla, a parte la fatica di farlo.

maurizio-macold

Mar, 16/06/2020 - 15:03

Questo non mi sembra proprio un caso di poverta', tutt'altro! Tenere i propri figli in mezzo alle immondizie e non permettere ai servizi sociali di entrare nell'abitazione la dice lunga sulla "qualita'" di questi genitori.

d'annunzianof

Mar, 16/06/2020 - 16:33

Poveri si, ma sprchi perche`?

ziobeppe1951

Mar, 16/06/2020 - 16:35

Angelo libero (?)...MAGOLD...Avete fatto un bel quadretto di ciò che succede nelle baraccopoli rom..però lì, nessuno si sogna di togliere loro i minori ..chissà perché?..io lo so ma non si può dire

maurizio-macold

Mar, 16/06/2020 - 17:07

@ZIOBEPPE1951 (16:35), per favore ci illumini, ci faccia partecipi della sua sapienza, per una volta tiri fuori un po' di coraggio! E poi ne dice tante di scemenze che una in piu' o in meno che differenza vuole che faccia ?

Ritratto di eleinad

eleinad

Mar, 16/06/2020 - 17:47

Il governo preferisce mantenere le orde di clandestini fancazzisti che aiutare le nostre famiglie in difficoltà, per la sinistra aiutare i nostri connazionali non è chic.

lorenzovan

Mar, 16/06/2020 - 17:55

invece di raccontare storie mal raccontate e dar occasione ai soliti bananas i soliti commenti..fate come i sinistri..che si prendono in canonica gli illegali colorati..voi prendetevi queste belle famigliole italiane..sopratutto..a casa vostra...