Città in balia dei delinquenti: l'escalation di furti e borseggi

Il bilancio dwel ministero dell'Interno: nel 2013 i reati denunciati aumentano del 2,6%. Milano, Rimini e Bologna al top: sono le province più a rischio

Un baby rom borseggia un turista in stazione Centrale a Milano
Un baby rom borseggia un turista in stazione Centrale a Milano

Milano continua a detenere un triste primato. È la città più insicura d'Italia. Dopo l'anno nero del 2012, anche per il 2013 si conferma un drammatico trend che vede la micro criminalità dilagare in tutto il Paese. I reati denunciati nel 2013 sono, infatti, cresciuti del 2,6%, con incrementi più marcati per i furti in casa, che aumentano del 6%, e dei borseggi, che schizzano su del 12%. Dopo la Milano di Giuliano Pisapia, le province con la maggiore incidenza di denunce rispetto ai residenti troviamo Rimini e Bologna.

Secondo il report del ministero dell'Interno, riportato oggi dal Sole 24Ore, i delitti denunciati nel 2013 ammontano a 2,9 milioni, il 2,6% in più rispetto al 2012. Milano e Rimini "vantano" oltre 8mila delitti ogni 100mila abitanti, il doppio rispetto alla media italiana che si attesta intorno ai 4,756. "Mentre Milano, dopo Roma (quinto posto alle spalle di altre due grandi, Bologna e Trento), ha il record per volume totale - spiega Rossella Cadeo sul Sole 24Ore - Rimini si limitaa 27mila e deve l'indesiderato secondo posto alla sua vocazione turistica che è sì fonte di reddito, ma anche di occasioni criminose". Insomma, non c'è solo Tor Sapienza da guardare. Il Viminale di Angelino Alfano avrebbe molto altro a cui pensare. Anche Napoli, infatti, dà non pochi pensieri. Qui sono le rapine a farla da padrone: 270 casi ogni 100mila abitanti, quasi il quadruplo rispetto alla media nazionale.

Si passa poi alla casa. La città meno sicura è (a sorpresa) Asti dove i furti in appartamento sono aumentati del 44%. Qui, infatti, si contano quasi mille furti ogni 100mila abitanti, oltre il doppio rispetto alla media nazioanle e ben lontano dai circa 700 messi a segno a Pavia e Torino. Un boom di colpi in casa è stato riscontrato dal Viminale anche a Lodi e Sondrio, mentre i residenti di Crotone, Potenza, Napoli e Campobasso possono letteralmente dormire sonni tranquilli.

Nei borseggi, infine, primeggia ancora Rimini. Che batte anche Bologna, Milano, Torino , Venezia e Roma. Tutte città con un buon tenore di vita e una marcata affluenza di turisti.

Commenti