Cnn cancella le puntate della serie su Bourdain in cui compare Argento

Ma il comico accusato di molestie torna in scena in teatro

Cnn cancella le puntate della serie su Bourdain in cui compare Argento

È passato poco più di un anno da quando Asia Argento ha denunciato gli abusi subiti da Weinstein, innescando una reazione a catena che ha spinto numerose altre vittime a rompere il muro di silenzio attorno alle violenze nel mondo dello spettacolo e non solo. Le denunce hanno comprensibilmente portato a una raffica di licenziamenti.

Poi, però, è stata la stessa Argento ad essere accusata di violenza sessuale. Ora, a seguito di tali accuse, la Cnn ha deciso di eliminare dalla serie televisiva dedicata a Anthony Bourdain le puntate in cui compare la Argento. È il ribaltamento del movimento #MeToo, di cui proprio Asia era stata fondatrice. Ma la denuncia a suo carico l'ha catapultata dall'altra parte della barricata.

Nel frattempo, però, la settimana scorsa è tornato in scena il comico americano Louis C.K., dopo dieeci mesi dal suo ritiro, perché accusato di molestie sessuali: cinque donne, infatti, l'avevano accusato di essersi masturbato davanti a loro e lui aveva ammesso tutto.

I due casi alimentano i sospetti che vengano utilizzati due pesi e due misure, a seconda che l'imputato per accuse di abusi sessuali sia un uomo o una donna: la Argento cacciata dalla Cnn e Louis C.K. accolto nuovamente dai teatri. Non solo. Se il teatro in cui si è esibito la scorsa settimana aveva dichiarato di non saperne niente, altre strutture si dicono pronte ad accoglierlo, lasciandogli libertà di esprimersi.

C'è pero anche da dire, come precisa il Corriere della Sera, che Louis non ha commesso reati perseguibili, non avendo avuto alcun contatto fisico con le donne che lo hanno denunciato e avendo chiesto loro il permesso di spogliarsi, mentre la Argento rischia conseguenze penali per il rapporto con un minore.

Commenti