Colosseo, scavalca la recinzione: passanti lo filmano e fanno il tifo

Un 30enne polacco residente a Roma ha saltato la recinzione del Colosseo e si è introdotto all'interno armato. Dopo aver aggredito 2 vigilantes è stato arrestato

Ha sfidato la sicurezza del Colosseo e l'ha sconfitta. Anche con il favore della gente che -incredula -, ha tifato per lui. È il gesto di K.B., cittadino polacco di 30 anni ma residente da anni nella Capitale.

Merito di una falla nella sicurezza?

L'uomo si è lanciato contro la recinzioni alta quasi tre metri al pianterreno dell’Anfiteatro Flavio e come un felino è riuscito a saltarla nonostante la tracolla e un tirapugni nella mano. Alle sue spalle un gruppo di ragazzi tifava per lui, come si sente nel video pubblicato su Il Corriere della Sera. Il suo gesto pero rappresenta una falla nel sistema di sicurezza del monumento, tra l'altro uno dei più importanti al mondo e che l'8 settembre farà da cornice alla Celebrity Fight Night 2017, evento che vedrà la partecipazione delle assime autorità dello Stato e di star internazionali.

Ricoverato in ospedale e sotto controllo dalla polizia

A preoccupare le forze dell'ordine è anche il fatto che l'uomo fosse armato di tirapugni. Come riferisce il Corriere dell Sera, non si esclude che il polacco volesse compiere una rapina all'interno del Colosseo, magari a qualche visitatore. Il 30enne è stato notato da una pattuglia del Gruppo sicurezza sociale urbana della polizia municipale. Immediato l'intervento di due agenti che l'hanno raggiunto all'interno dell'anfiteatro e lo disarmato e immobilizzato. Prima però ha avuto il tempo di aggredire due addetti della sicurezza, che non hanno però subito gravi danni.

Ora l'aggressore è ricoverato all'ospedale Vannini di Torpignattara, in stato di arresto per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, nonché danneggiamento, porto d’arma impropria, e anche invasione di edificio protetto dai Beni culturali. Non è escluso che fosse sotto l'effetto di droghe.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 08/09/2017 - 10:59

I passanti facevano il tifo per l'assalitore? Caro Gassman,hai toppato in pieno:Roma,a quanto pare, non ha niente da prendere ad esempio da Napoli. Là se arrestano un criminale si scagliano contro i poliziotti,a Roma fanno il tifo per il criminale. Brutto segno. Paese allo sbando.

poli

Ven, 08/09/2017 - 11:33

Per renzi e'& tutto nella norma,no correlazioni migranti degrado.

Malacappa

Ven, 08/09/2017 - 13:53

Lo ripeto fino alla noia in USA il furfante era gia all'obitorio

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 08/09/2017 - 15:51

Ma così tanti delinquenti girano nelle nostre città? Ogni giorno sembra un bollettino di guerra.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 09/09/2017 - 08:31

La Polonia è un paese a stragrande maggioranza cattolica ... forse questo figlio di Varsavia voleva andare a liberare i cristiani dati in pasto ai leoni per sollazzare la plebe della "caput mundi".