La condanna di Pistorius: dovrà scontare 5 anni per omicidio colposo

Dopo più di un mese dalla sentenza, il giudice Masipa ha indicato l'entità della pena. Contestazioni fuori dal tribunale

Oscar Pistorius è stato condannato a 5 anni di reclusione per l'omicidio colposo della fidanzata Reeva Steenkamp. L'atleta paralimpico era già stato condannato il 12 settembre scorso ma si aspettava ancora di conoscere l'entità della pena.

"La decisione è mia e solo mia", ha detto il giudice Thokozile Masipa iniziando la lettura della sentenza. "Giudicare le persone non è una scienza esatta" e "deve raggiungere un corretto equilibrio" ha aggiunto. Oscar Pistorius è stato condannato per aver sparato, attraverso la porta del bagno, alla fidanzata scambiandola per un ladro il 14 febbraio dello scorso anno. Masipa ha anche condannato l'atleta a tre anni per aver violato le leggi sull'uso delle armi, ma quest'ultima condanna è stata sospesa con la condizionale. Secondo il legale del condannato, inoltre, l'uomo sconterà in carcere solo dieci mesi, per poi essere trasferito ai domiciliari. Per la procura saranno almeno venti invece i mesi di carcere.

Pistorius rischiava da una semplice multa fino ad un massimo di quindici anni di prigione. Masipa ha deciso di escludere sia i servizi sociali, perché inappropriati, sia una pena prolungata, perché spietata. Come vuole la giustizia di rito anglosassone, l'uomo è stato immediatamente prelevato dagli agenti e trasferito nelle celle del tribunale in attesa di essere poi trasferito nel carcere dove sconterà la condanna a cinque anni.

All'udienza pubblica hanno assistito, oltre ad un Pistorius vestito di abito scuro con lo sguardo fisso davanti a sé, anche numerosi familiari dell'atleta e della vittima, Reeva Steenkamp. All'esterno del tribunale, invece, un uomo vestito con una tuta arancione simile a quella dei carcerati aveva in mano un cartello con la scritta: "Alcuni criminali sono più uguali di altri di fronte alla legge?".

Pistorius sconterà la pena di 5 anni nel carcere "Kgosi Mampuru correctional services". La struttura ospita circa 7 mila detenuti, di questi un centinaio sono disabili. Ai detenuti vengono anche offerti numerosi programmi come consulenze matrimoniali e familiari, educazione elementare e superiore, corsi di pittura, meccanica e ingegneria o di gestione delle rabbia e abuso di sostanze.

Commenti
Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Mar, 21/10/2014 - 11:40

Cosa c'è nelle teste degli altri non si può sapere. Ma non è raro che persone, che con le loro opere hanno conquistato la nostra ammirazione, finiscano per suicidarsi, o uccidere, o fare qualcosa che frantumi l'immagine che ce ne siamo fatti. E ci lasciano un vuoto sia per un'amicizia virtuale che sparisce, sia per la fallibilità del nostro giudizio che ci sbattono in faccia.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Mar, 21/10/2014 - 12:28

pisto ti è andata di lusso !!!!!!!!!!!

edo1969

Mar, 21/10/2014 - 12:35

persino in Italia avrebbe preso di più

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 21/10/2014 - 12:42

Scommetto che se non fosse stato antipatico a qualche giudice, gli avrebbero dato anche un premio.

@ollel63

Mar, 21/10/2014 - 12:51

ma che razza di giudici ci sono in questo mondo! VERGOGNA! VILI.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mar, 21/10/2014 - 12:51

Fosse stato un nero, l'avrebbero gia' sbattuto in carcere e buttato via la chiave. Una lunga sentenza sarebbe stata crudele? E lui cos'e' stato con la sua bella (e stupida) fidanzata?

tersicore

Mar, 21/10/2014 - 13:41

Carlo_Rovelli. Non e' esatto dire: "Se fosse stato nero...". E' piu' corretto dire 'se fosse stato povero e/o sconosciuto'. E' una sentenza vergognosa, e un segno della globalizzazione della giustizia, serva dei ricchi&famosi, che comandano come e anche piu' dei potenti di una volta. Un proverbio dice che "I soldi fanno giustizia", e Giulio Cesare ha scritto, con parole famose e di una sorprendente modernita':"L'uomo che non si compra con dieci sesterzi, si compra con cento!"

Solist

Mar, 21/10/2014 - 15:33

e anche pistolius se l'è cavata, altrove la giustizia non è meglio della nostra

Domatore

Mar, 21/10/2014 - 15:37

Non siamo l'unico paese di imbecilli. Probabilmente 5 anni saranno 5 anni, in Italia sarebbero stati circa 18 mesi...

cicikov

Mar, 21/10/2014 - 15:50

che roba! meno che quel teppistello di corona.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 21/10/2014 - 16:30

ANCHE ALL'ESTERO LA GIUSTIZIA NON MI SEMBRA UN GRANCHE', UCCIDERE PORRE FINE ALLA VITA DI UNA PERSONA VALE SOLO 5 ANNI, RIDICOLO.

Giovy99

Mar, 21/10/2014 - 17:12

Fosse stato nero e squattrinato quanti anni avrebbe preso?

AndreaT50

Mar, 21/10/2014 - 17:53

Uno che spara svariati colpi alla porta del bagno PENSANDO che di là ci siano dei ladri ed ammazza la fidanzata, dovrebbero dargli non 5 ma 50 anni (un zero messo al posto giusto fa una grande differenza).

pittariso

Mar, 21/10/2014 - 18:08

Da noi avrebbe rischiato di prendere l'ergastolo perchè vale il principio "non poteva non sapere"che dietro la porta c'era la fidanzata.In S.A. invece hanno ritenuto che non sapesse con le relative conseguenze.

michaelsanthers

Mer, 22/10/2014 - 01:41

una sentenza vergognosa,diciamo all'italiana