Contagi ancora sotto 20mila, salgono a oltre 700 i morti

Prosegue il calo della curva epidemica. Ancora giù terapie intensive e ricoveri ordinari. Rezza: "Situazione in miglioramento"

Sono 19.350 i nuovi contagi di martedì 1 dicembre, 182.100 tamponi eseguiti. In risalita i morti nelle ultime 24 ore: 785 contro i 672 di ieri. Torna a calare il rapporto tra positivi e tamponi processati: 10,6%. "Situazione in miglioramento. Non vuol dire che sia di tutta tranquillità, tutt'altro". Lo ha detto il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, al punto stampa sulla situazione epidemiologica. "Abbiamo incidenze ancora elevate - ha aggiunto con un Rt che scende. Rispetto al numero di tamponi siamo di poco al di sopra del 10%. Percentuale che tende ad abbassarsi ma ancora abbastanza critica".

Invece, non fa sconti sui protoccolli di sicurezza per il vaccino, il presidente dell'Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro. "C'è stato uno sforzo straordinario in tempi molto brevi per poter mettere a punto dei vaccini anti-Covid, ma questo non vuol dire - dichiara Brusaferro a margine della conferenza stampa sul bollettino - che vengono derogate procedure di sicurezza, quindi non parliamo di deroghe a meccanismi di valutazione di sicurezza e di efficacia".

LOMBARDIA

Oggi in Lombardia ci sono stati 4.048 nuovi casi di coronavirus e 249 morti. Dall'inizio dell'epidemia i decessi sono 22.104. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 34.811 tamponi, in totale 4.107.489. Ieri in Lombardia, su 16.987 tamponi effettuati, c'erano stati 1.929 contagi e 208 morti.

VALLE D'AOSTA

Sono 25 i nuovi positivi in Valle d'Aosta per un totale di 6.535 da inizio pandemia, secondo i dati del bollettino regionale. I positivi attuali sono 1.265, 52 in meno di ieri, di cui 123 ricoverati presso l'ospedale Parini di Aosta. Tra questi 13 sono in terapia intensiva e 1.129, 53 meno di ieri, invece sono le persone attualmente in isolamento domiciliare. Sono 317 invece i decessi da inizio pandemia, 2 in più rispetto a ieri.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 736 nuovi contagi (il 10,71 per cento dei 6.870 tamponi eseguiti) e 25 decessi da Covid-19. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 31.386, di cui: 7.433 a Trieste, 13.875 a Udine, 5.899 a Pordenone e 3.803 a Gorizia, alle quali si aggiungono 376 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione risultano essere 14.847. Salgono a 62 i pazienti in cura in terapia intensiva e a 637 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 863, con la seguente suddivisione territoriale: 309 a Trieste, 329 a Udine, 184 a Pordenone e 41 a Gorizia. I totalmente guariti sono 15.676, i clinicamente guariti 379 e le persone in isolamento 13.769.

EMILIA ROMAGNA

Dall'inizio dell'epidemia da coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 124.541 casi di positività, 1.471 in più rispetto a ieri, su un totale di 16.816 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è dell'8,7%. Sono 52 i nuovi decessi per un totale di 5.805 dall'inizio della pandemia. Sono alcuni dei dati del bollettino fornito dalla Regione guidata da Stefano Bonaccini. Prosegue l'attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 712 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 376 erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone, 388 sono stati individuati all'interno di focolai già noti.

TOSCANA

Sono 658 i positivi in più rispetto a ieri (398 identificati in corso di tracciamento e 260 da attività di screening) su un totale complessivo, da inizio epidemia, di 104.099 unità. I nuovi casi sono lo 0,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 658 casi odierni è di 52 anni circa (l'11% ha meno di 20 anni, il 21% tra 20 e 39 anni, il 31% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, il 17% ha 80 anni o più). I guariti crescono del 4,2% e raggiungono quota 61.225 (58,8% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.578.009, 9.801 in più rispetto a ieri, di cui il 6,7% positivo. Sono invece 3.385 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 19,4% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 3.387 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 40.201, -4,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.830 (32 in meno rispetto a ieri), di cui 267 in terapia intensiva (11 in meno). Oggi si registrano 32 nuovi decessi: 18 uomini e 14 donne con un'età media di 81 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 5 a Firenze, 3 a Prato, 2 a Pistoia, 9 a Massa Carrara, 4 a Pisa, 4 a Livorno, 1 a Arezzo, 3 a Siena, 1 a Grosseto. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

LAZIO

Aumentano i nuovi positivi nel Lazio. "Oggi, su quasi 27mila tamponi, si registrano 1.669 casi", rende noto l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 1.589 su 20mila tamponi eseguiti. Cresce anche il numero dei morti: oggi sono 64, mentre ieri erano stati 39. I guariti nelle ultime 24 ore sono stati 868.

ABRUZZO

Sono complessivamente 28420 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza. Rispetto a ieri si registrano 396 nuovi casi (di età compresa tra 4 mesi e 97 anni). I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 63, di cui 23 in provincia dell'Aquila, 3 in provincia di Pescara, 19 in provincia di Chieti e 18 in provincia di Teramo. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 13 nuovi casi e sale a 906 (di età compresa tra 68 e 99 anni, 11 in provincia dell'Aquila, 1 in provincia di Teramo e 1 in provincia di Chieti). Nel dato odierno sono compresi 7 casi risalenti ai giorni scorsi e comunicati solo oggi dalla Asl 1. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 9326 dimessi/guariti (+387 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 18188 (-4 rispetto a ieri). Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 415586 test (+3901 rispetto a ieri). 697 pazienti (-17 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 76 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 17415 (+13 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

CAMPANIA

Sono 1.113 i nuovi casi di contagio di coronavirus in Campania, a fronte di 9.241 tamponi effettuati, con una percentuale del 12% sul totale dei test effettuati. Dei nuovi positivi 90 sono sintomatici, 1.023 asintomatici. Sono i dati del bollettino dell'unità di crisi della Regione Campania. I guariti sono 2.713, mentre i deceduti sono 48, di cui 32 registrati nelle ultime 48 ore e 16 riferiti ai giorni precedenti, ma registrati ieri. Per quanto riguarda il report dei posti letto, sono 179 quelli occupati in terapia intensiva (a fronte dei 656 quelli disponibili), 2.099 i posti letto di degenza occupati su 3.160 disponibili.

PUGLIA

Oggi in Puglia, su 9.820 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus, sono stati registrati 1.659 casi positivi: 577 in provincia di Bari, 96 in provincia di Brindisi, 176 nella provincia Bat, 567 in provincia di Foggia, 78 in provincia di Lecce, 159 in provincia di Taranto, 5 residenti fuori regione, un caso di provincia di residenza non nota. Sono stati inoltre registrati 34 decessi: 14 in provincia di Bari, 2 in provincia Bat, 7 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Lecce, 6 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 794.335 test e 14.696 sono i pazienti guariti mentre 39.766 sono i casi attualmente positivi.

BASILICATA

Sono 163, di cui 154 lucani, i nuovi casi positivi al Covid-19 accertati ieri in Basilicata a fronte dei 1476 tamponi processati. Ventuno contagi si riferiscono alla sola città di Potenza. Sempre ieri si registrano 68 guarigioni. I ricoveri, in aumento, salgono a 178, di cui 21 in terapia intensiva.

SARDEGNA

Sono 420 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Sardegna nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale e 5 i decessi: 2 residenti nella provincia di Sassari, 2 nella provincia di Nuoro e una in quella di Oristano. I tamponi in più eseguiti sono 3.328 test. Crescono ancora i pazienti ricoverati in ospedale, oggi 583 (+3) mentre calano quelli in terapia intensiva, 68 (-2). In isolamento domiciliare ci sono 13.626 persone, 392 sono quelle in più guarite.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

DRAGONI

Mar, 01/12/2020 - 18:27

CI FANNO MORIRE DICENDOCI CHE LA SITUAZIONE STA MIGLIORANDO.....NONOSTANTE I 785 MORTI !!!!

philwoody52

Mar, 01/12/2020 - 19:06

quello che non capisco sono i dati che danno nei telegiornali. i dati che comunicano sono i nuovi contagi,il numero dei tamponi fatti, le persone decedute e il numero di persone in terapia intensia piu i nuovi. la cosa che non capisco è che capita che le persone in terapie intensiva sono quasi uguali al girno precedente. Ora le persone decedute non vengono tolte dalle persone in terapia intensiva?

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Mar, 01/12/2020 - 19:22

Circa CINQUEMILA MORTI in una settimana. Tutto bene signora la Marchesa del Giornale.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 01/12/2020 - 19:42

@PeccatoOriginale - ehi comunista, state governando voi, la gente si comporta bene normalmente, clandestin ia parte. Perchè scarichi sull'opposizione i morti? E' più facile siano per colpa vostra. Sempre a calunniare chi non c'entra, per mascherare i vostri errori grossolani.

Jon

Mar, 01/12/2020 - 19:45

Quando ci daranno le specifiche dei decessi per differenti malattie??