Coronavirus, meno di 7mila ricoverati. 111 vittime in un giorno

Il bollettino sull'emergenza coronavirus: cresce il numero di Regioni senza vittime, ma sono 67 solo in Lombardia. 2.789 nuovi guariti. Continua il calo dei malati

Coronavirus, meno di 7mila ricoverati. 111 vittime in un giorno

Torna a crescere il numero di vittime quotidiane legate al coronavirus: nelle ultime 24 ore infatti si contano 111 decessi per un totale di 33.340 morti (ieri +87). Nessuna vittima in Valle d'Aosta, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sardegna.

Continua a diminuire il numero delle persone attualmente positive al coronavirus: ad oggi sono infatti 43.691 i malati in Italia con un calo di 2.484 unità (ieri erano stati 1.811 in meno rispetto al giorno prima). Torna a salire il dato dei nuovi guariti: nelle ultime 24 ore si contano infatti altre 2.789 unità per un totale di 155.633 (ieri +2.240). Prosegue il calo della pressione sugli ospedali: in terapia intensiva ci sono ad oggi 450 pazienti, 25 meno di ieri, mentre i ricoverati con sintomi sono 6.680 (-414). 36.561 persone, pari all'84% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.

Dall'inizio della diffusione del coronavirus in Italia, il numero complessivo dei contagiati (comprese le vittime e i guariti) è salito a quota 232.664 (+416 rispetto a ieri). Nessun caso in Umbria, Molise, Basilicata, Calabria e Sardegna. Oggi sono stati fatti 69.342 tamponi (ieri erano 75.893).

In particolare, i casi attualmente positivi sono 21.809 in Lombardia, 5.290 in Piemonte, 3.279 in Emilia-Romagna, 1.612 in Veneto, 1.166 in Toscana, 781 in Liguria, 3.055 nel Lazio, 1.347 nelle Marche, 981 in Campania, 1.222 in Puglia, 366 nella Provincia autonoma di Trento, 999 in Sicilia, 305 in Friuli Venezia Giulia, 770 in Abruzzo (ma si segnala che la Regione non ha inviato l'odierno aggiornamento dei dati), 137 nella Provincia autonoma di Bolzano, 31 in Umbria, 186 in Sardegna, 17 in Valle d’Aosta, 151 in Calabria, 156 in Molise e 31 in Basilicata.

Lombardia

Dall'inizio della diffusione del coronavirus in Lombardia sono stati registrati 88.758 casi, 221 in più rispetto a ieri quando l'aumento sul giorno precedente era stato di 354. I tamponi sono stati 14.301, contro i 14.078 di ieri; il rapporto fra tamponi effettuati e numero di positivi trovati è a 1,5%. Diminuiscono gli attualmente positivi in regione che sono 21.809 (-874). Cala il numero dei ricoverati che ora sono 3.307, 245 in meno rispetto a ieri, mentre in terapia intensiva ci sono 172 pazienti (-1). 50.870 i guariti (+1.028). In aumento i decessi: nelle ultime 24 ore in regione si sono registrati altri 67 morti (ieri +38) per un totale di 16.079 vittime.

Nella provincia di Bergamo i casi di coronavirus sono arrivati a quota 13.323. Rispetto a ieri, la crescita è di 21 unità. A Brescia invece si sono accertati 41 nuovi casi e il totale è arrivato a 14.724. Per quanto riguarda Milano, in provincia i positivi sono 23.044, 62 più di ieri quando si erano registrati 74 casi sul giorno precedente. In città invece i casi sono saliti a quota 9.775 (+25, mentre ieri l'incremento era stato di 32).

Lazio

"In Lazio registriamo un dato di sei casi positivi nelle ultime 24 ore: si tratta del dato più basso da inizio emergenza. A Roma città si registra il dato più basso con due nuovi casi e di questi una è una donna residente a Milano", ha affermato l'assessore alla Sanità e Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato. "I decessi sono stati sette - ha continuato -, mentre il numero complessivo dei guariti è di 3.932 (+107)".

Commenti