Coronavirus, la virologa Capua: "In Lombardia circola in modo strano"

Troppi casi in regione. La virologa Ilaria Capua avverte: "Lì il coronavirus circola in modo anomalo e non sappiamo perché"

"In Lombardia sta succedendo qualcosa che non si riesce a spiegare: qui il coronavirus sta circolando in modo anomalo". Un nuovo giorno e un nuovo allarme, che spaventa la regione del nord Italia. A lanciarlo è la virologia Ilaria Capua, che intervistata da Fanpage invita ad alzare ulteriormente il livello di guardia contro la pandemia di Covid-19.

L'esperta, nel mese di gennaio, quando il coronavirus sembrava soltanto una minaccia lontana relegata alla città di Wuhan e alla Cina, è stata tra i primi membri della comunità scientifica nel mese di gennaio a comprendere la portata del problema. E oggi, analizzando le conseguenze e i costi (altissimi) di questa emergenza sanitaria ed economica mondiale, pone l'accento sulla questione lombarda. Queste le sue parole a tal proposito: "Di fronte alla catastrofe attualmente in corso in Lombardia, con i suoi elevatissimi tassi di contagio e di letalità rispetto agli altri focolai, è urgente porsi la domanda. Che cos'è successo a Codogno, a Bergamo, a Brescia? In questa fase possiamo soltanto fare delle ipotesi...".

Insomma, ipotesi. Perché di certezze, purtroppo, ancora non ce ne sono. Dunque, la virologa aggiunge: "Io credo che ci siano dei fattori, che ancora non conosciamo, che possono favorire la diffusione e la permanenza del virus, eventualmente legati alle strutture ospedaliere. Esistono esempi precedenti: il virus SARS 1 era circolato attraverso la condotta dell'aria dell'Hotel M a Hong Kong. Oggi noi dobbiamo essere certi che il coronavirus non sia entrato negli impianti di aerazione di edifici vetusti".

E ci sono anche tante domande e nessuna risosta sul versante della letalità del coronavirus. Sotto questo aspetto, la Capua ipotizza che la letalità "potrebbe essere legata a diversi fattori ancora da studiare. Si possono fare infinite ipotesi con criteri epidemiologici: caratteristiche demografiche (età e sesso), qualità dell'aria, resistenza agli antibiotici, abitudini alimentari, comportamenti. Ma una spiegazione si deve trovare".

Ilaria Capua, già nei mesi scorsi, aveva parlato fuori dai denti, paventando i più grigi orizzonti e anticipando anche la prospettiva di una quarantena forzata per larga parte della popolazione (italiana e mondiale). E nella conclusione della chiacchierata con Fanpage, sulla base della situazione attuale in Lombardia si lascia andare a un'altra previsione tutt'altro che rassicurante: "Se la Lombardia non fosse un caso eccezionale, se dopo Milano allo stesso ritmo dovessero cadere Roma e Parigi e Londra e tutte le altre città, allora avremmo a che fare con una catastrofe di proporzioni gigantesche, persino più grandi di quelle con cui ci stiamo confrontando ora. Per quello abbiamo bisogno di capire cosa sta succedendo". E tutti noi speriamo che le risposte, quelle giuste, siano trovate il prima possibile.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Ven, 20/03/2020 - 12:58

tampone a chi lavora nelle stalle, no?

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 20/03/2020 - 16:35

a pensar male....

Gabriele184

Sab, 21/03/2020 - 10:05

Se si guardasse la realtà dei fatti, anziché basarsi su ipotesi e numeri senza fondamento realistico, scopriremmo in Lombardia non sta accadendo nulla di anomalo: 1. I numeri della Cina sono tutti da verificare; 2. Il virus è in circolazione in Lombardia almeno dai primi di Gennaio, ed è stato scoperto per caso: polmoniti “anomale” erano già state riscontrate; 3. Stiamo continuando a non considerare i numerosissimi casi asintomatici; 4. In Italia, il conteggio dei morti sale anche se il Covid19 è una concausa, altrove no; 5. I governi hanno preso misure tardive, scoordinate e inefficienti per oltre un mese;

Gabriele184

Sab, 21/03/2020 - 10:07

6. Se alla Mangiagalli una puerpera su 20 è positiva, i contagiati in Lombardia sono almeno 500.000, o probabilmente ormai più del doppio; 7. Le misure draconiane di contenimento del virus sono pressoché inutili, in quanto tardive. Tra alcuni mesi ci diranno che non è così, ma tra due-tre anni uno studio indipendente dimostrerà che sono stati più i morti “indotti” che i “salvati”, pagando un disastro economico e sociale senza precedenti. Quindi: l’unico modo per avere un’idea della reale diffusione dell’epidemia è fare 1.000 tamponi in una determinata città/regione su persone scelte a caso (quindi: non solo tra le persone per strada a fare la spesa, ma anche tra chi è casa con sintomi leggeri). Operazione da replicare, poi in almeno altre 9 città/regioni. In una settimana avremmo le idee molto più chiare, e sarebbero anche molto più chiari gli errori che abbiamo commesso e che non verranno mai ammessi.

vtrgsgcdg

Sab, 21/03/2020 - 10:07

Ma è chiaro che i sintomi influenzali sono in costante aumento se si lasciano le persone in coda e ferme fuori ai supermercati per ore al freddo, in particolare gli anziani. E nei prox giorni la temperatura diminuisce quindi le influenze aumenteranno se si continua ad adottare il metodo delle file esterne ai supermercati. L'unica soluzione per diminuire i sintomi influenzali è lasciare aperti i supermercati 24 ore, con accesso immediato e senza file all'esterno, e obbligo di mascherina all'interno.

Pigi

Sab, 21/03/2020 - 10:09

Aria condizionata, qualità dell'aria.... Mah. Prima di dare la colpa alle scie chimiche, fate una bella indagine sui trattamenti sanitari dei pazienti dove ne defungono molti e dove pochi. Verificate TUTTE le sostanze che vengono somministrate, eccipienti e acqua compresi da una parte e dall'altra. Quasi sicuramente lì c'è la spiegazione e, soprattutto, si è ancora in tempo a salvare vite umane.

wrights

Sab, 21/03/2020 - 10:09

Notavo che nei vari provvedimenti, non si parla mai di maggiori attenzioni agli impianti di condizionamento, ovvero sostituzioni dei filtri con cadenze ravvicinate e/o sanificazioni di questi, negli ospedali, nei supermecati, negli uffici pubblici e privati, a casa e nell'auto.

jaguar

Sab, 21/03/2020 - 10:11

Forse stavolta la Capua ha ragione, in Lombardia qualcosa non va, non è possibile dare la colpa soltanto a chi fa la corsetta o la passeggiata, deve esserci altro.

giacomo.pasini

Sab, 21/03/2020 - 10:12

Io indagherei sulla moltitudine di migranti fuori di ogni controllo che invadono Milano e non rispettano alcuna regola.

MammaCeccoMiTocca

Sab, 21/03/2020 - 10:15

L'inquinamento atmosferico può essere una delle concause? Wuhan non è molto diversa da Milano; non mi meraviglierei se in futuro si studiasse un programma per diluire la presenza di quelle imprese che influiscono sullo smog.

EliSerena

Sab, 21/03/2020 - 10:17

Anche io non so spiegarmi questa diffusione. Ma se il modello è il paesino dove ho la seconda casa tutto si può spiegare. Solo un negozio di alimentari . I 2 proprietari tengono aperto con febbre pe r10 giorni. Poi chiudono e vengono ricoverati e sono positivi , uno ancora ricoverato. Mando 3 email al sindaco per chiedere tamponi per tutti ( in questi casi li fanno immediatamente) per verificare eventuali contagi. Silenzio assordante sino a ieri sera dopo che avevo contattato il Prefetto . La risposta in sostanza è una reprimenda nei miei confronti per aver ipotizzato non dichiarato la possibilità di un contagio diffuso. Molti ora sono in ospedale o a casa con il corona. Se questo è il metodo. Il sindaco è della lega ma questo non mi interessa. Il paese è Valcanale di Ardesio BG. Auguri.

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Sab, 21/03/2020 - 10:18

In Lombardia l'influenza cinese (trovo ormai ipocrita chiamarla covid-19) è fuori controllo sulle migliaia di clandestini circolanti. In Cina la popolazione era sta tenuta sotto stretto controllo, nessun clandestino è presente sul loro territorio.

Ritratto di Joyforall

Joyforall

Sab, 21/03/2020 - 10:18

una delle cause se non la causa è da risalire all'hashtag ~Milanononsiferma, al fatto che bar e Duomo doveva essere riaperto e che fino a giorni fa la gente girava in per le strade spensierata… tanto è un influenza. sono tutta gente contagiata molti con I giorni contati.Pace all'anima loro. inutile mascherare di mistero uina situazione che si replica allo stesso modo in un altro paese che per straffotrenza ed indisciplina è lo stesso all'Italia.

Intensissimo

Sab, 21/03/2020 - 10:20

Che discorsi! La Lombardia è la regione più popolata,di conseguenza i numeri sono superiori. Piuttosto,questa è una magnifica occasione per fare un'indagine approfondita,come è stata fatta in Cina.Probabilmente,la maggior parte delle vittime ha gruppo sanguigno A.Probabilmente,la maggior parte delle vittime si è più volte vaccinata contro l'influenza,nel corso degli anni passati,abituando il sistema immunitario a delegare a farmaci la propria reattività,con le conseguenze DISASTROSE che stiamo vivendo!

Ritratto di Zaakli

Zaakli

Sab, 21/03/2020 - 10:22

Non è che vi è un rapporto tra la diffusione del(dei) virus e gli OGM? Cioè, se l'uomo, credendosi "dio", ha pensato bene di mettere dei pezzi di DNA/RNA degli animali negli ortaggi, nelle verdure(che poi finivano anche, gioco forza, nei mangimi degli allevamenti!) nei che poi puntualmente si gustava e questi virus provengono da specie, appunto, animali è chiaro che "riconoscendo" all'interno dei nostri corpi il suo habitat... naturale!!! E in Lombardia l'uso degli OGM non è da sottovalutare... Purtroppo al di sotto di certe percentuali qualche altro "genio" ha pensato bene che gli OGM non debbano essere neanche dichiarati!!! È interessante rilevare che ancora nessuno si è chiesto che succederà con l'arrivo delle zanzare... che come vettore potrebbero contribuire e non poco! Storicamente vi sarà un prima e un dopo questa crisi mondiale, si spera, se non è già troppo tardi...

Ritratto di C.L.N.

C.L.N.

Sab, 21/03/2020 - 10:23

"... Oggi noi dobbiamo essere certi che il coronavirus non sia entrato negli impianti di aerazione di edifici vetusti". Ma allora se la virologa si pone questa domanda vuol significare che il Coronavirus si può tranquillamente diffondere anche nell'atmosfera??? Se così fosse tutte le teorie sino ad oggi enunciate e tutte le misure di contenimento sin qui adottate sarebbero parzialmente inutili! Significherebbe che il contagio può avvenire semplicemente respirando l'aria, anche in perfetta solitudine ed isolamento.

Papilla47

Sab, 21/03/2020 - 10:25

Ma dove sono finiti tutti quei parolai del mese scorso? A furia di dire tutto e il contrario di tutto si sono afflosciati nelle loro case e sperano di non essere contagiati. In fondo si trattava di una scommessa senza posta come quella di profetizzare un'estate fresca o con caldo torrido aspettando il 30 settembre per poter alzare i pugni al cielo in segno di una intuizione da premio oscar. Poveri noi condannati a sarbire la loro stupidità.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Sab, 21/03/2020 - 10:25

Abitudini alimentari? Una produzione lavorativa comune?

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 21/03/2020 - 10:26

Una cosa che non viene mai detta, in Lombardia risiede più di un sesto di tutta la popolazione italiana, questo fatto può certo significare qualcosa nel numero delle infezioni, senza contare che le attività lavorative in Lombardia sono le più intense della nazione.

Paolo17

Sab, 21/03/2020 - 10:26

Due settimane fa, a valle del primo decreto del Governo, flotte di lombardi di riversarono sulle piste da sci ai piedi del bergamasco. Indagate sul cervello dei tanti dementi che circolano e risolverete una parte del quesito.

giovanni61

Sab, 21/03/2020 - 10:27

ha provato a chiedersi dove sono la marea di risorse che sembrano scomparse?

Marcolux

Sab, 21/03/2020 - 10:30

Perchè questa Capua, invece di fare il fenomeno dagli Stati Uniti, non viene in Italia a dare una manoe a far capire cosa fare a quella specie di ministro il cui nome è tutto un programma. Qui infatti non ci rimane che la speranza, poichè tutto il resto è confusione, incapacità e protagonismo (Cirano Conte docet).

maxxena

Sab, 21/03/2020 - 10:33

gent EliSerena Sab, 21/03/2020 - 10:17, all'inizio del contagio del covid-19,anzichè usare il cervello, molti politici (bipartisan) e "illustri " scienziati (compresa la signora Capua), minimizzavano quasi deridendo chi aveva previsto tutto questo. Tra questi, il sindaco di Milano, che non è della lega, e che invitava (con altri) a non far "spegnere" la Milano da bere.E' meglio in questo momento non fare il giochino delle colpe; questa situazione, non ha nulla di "magico", ce lo raccontano ma è una "bubbola" come quella che le mascherine non servono (semplicemente non ci sono per tutti). Le mascherine servono perchè questa è una infezione da virus, e come tutte le infezioni virali, tanto è maggiore l'errore di gestione iniziale, tanto più se ne pagano in modo esponenziale le conseguenze in seguito.

kallen1

Sab, 21/03/2020 - 10:34

Ma di che cosa ci meravigliamo? Ieri una notizia giornalistica diceva che a Bergamo gira una chat dove puoi collegarti e sapere dove fanno i controlli così puoi evitarli....ma è normale tutto ciò? Cosa passa per la testa a certa gente? Si credono forse immortali? Purtroppo per qualcuno ci vorrebbe la legge marziale ed è triste da dirsi

Esteban63

Sab, 21/03/2020 - 10:35

Forse perchè nella zona c'e' un'alta concentrazione di autostrade e tangenziali che autogrill aperti?!!!!!!!!!!

Ritratto di italiota

italiota

Sab, 21/03/2020 - 10:36

e se fosse qualcosa che mettono nel panettone ? o nei cotechini ?

Ritratto di mario_caio

mario_caio

Sab, 21/03/2020 - 10:40

Campi rom, case occupate abusivamente, clandestini, della serie ILLEGALITA' CERTIFICATA. Tutte queste mine vaganti chi le disinnesca? Oltre a questo ci sono i buontemponi che escono di casa senza giustificato motivo. Aggiungiamo anche strategie demenziali di trasporto urbano con corse ridotte, vedi metropolitana affollata, quando una decina di giorni prima le carrozze erano semivuote. Dottoressa Capua, c'è bisogno di aggiungere altro?

Yossi0

Sab, 21/03/2020 - 10:40

come mai si continua a consultare la dott.ssa Capua dopo che è stata oggetto delle attenzioni del settimanale l'Espresso, del sig. Debenedetti, e dopo essere stata indagata dalla nostra, per fortuna, sempre attenta magistratura ? Dopo due anni il caso venne archiviato e una imputazione venne prescritta senza che nessuno si appellasse e quando lei lasciò il bel paese alla chetichella il caso spari dalle attenzioni della cronaca

Marma

Sab, 21/03/2020 - 10:44

In questa emergenza non abbiamo protetto le prime file. La prima linea di difesa: medici e personale sanitario. Se restiamo senza medici o peggio ancora i medici sono portatori sani che infettano invece di curare, siamo persi. Può darsi che i sanitari siano stati i peggiori untori, questo è un suggerimento per la ricerca della virologa Capua.

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Sab, 21/03/2020 - 10:53

Milanononsiferma. Adesso il virus presenta il conto , semplice signora Capua . Le altre citta' seguiranno , dato che hanno fatto quel cavolo che hanno voluto , e il conto arriva anche per loro. Non serve essere virologi , basta usare il cervello.

Ritratto di rossoconero

rossoconero

Sab, 21/03/2020 - 10:58

Non sono affatto sicuro che i numeri bella Lombardia rappresentino un'anomalia. I dati di quello che è successo in Cina non sono attendibili, quello che sta succedendo in Europa (spagna in testa) e negli USA porta in quella direzione. Ne riparliamo tra neanche una settimana..

jaguar

Sab, 21/03/2020 - 10:58

Se ricordate, l'estate dell'anno scorso in Lombardia ci furono molti casi di polmonite e legionella. Subito si diede la colpa alle torri di raffreddamento delle aziende e all'aria condizionata, ma poi anche quella ipotesi fu scartata. In pratica non è stato ben chiarito da dove parti quella "piccola" epidemia, che tra l'altro causò qualche vittima.

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 21/03/2020 - 10:59

Altroche diminuire gli orari di apertura, sarebbe una scelta scellerata. Mi associo a vtrgsgcdg, 10:07 e cioè aumentare invece l'orario di apertura dei supermercati 24/24 per evitare le lunghe file e soprattutto gli assembramenti all'esterno. Magari riservare degli orari per le persone anziane (che sono le più fragili e a rischio) per evitare che si trovino a contatto con chi rischia di meno

killkoms

Sab, 21/03/2020 - 11:02

Tamponi di massa!

scintilla34

Sab, 21/03/2020 - 11:06

Una considerazione: Mettiamo che questo covid-19 sia molto contagioso, è ovvio che Bergamo abbia più morti rispetto alle altre città: il 19 febbraio c'era Atalanta - Valencia a San Siro con 45.792 spettatori a vedere la partita. Saranno andati i tifosi dell'Atalanta in straganza maggioranza di Bergamo. Penso che questa situazione sia una delle cause del contaggio.

maurizio-macold

Sab, 21/03/2020 - 11:06

In Lombardia penso che la situazione sia oramai compromessa del tutto e le perdite umane saranno ingenti, ben oltre quelle attuali. Mi auguro che il "fenomeno Lombardia" sia sotto esame da parte di veri esperti per capirne le origini e per evitare che possa ripetersi in altre regioni.

killkoms

Sab, 21/03/2020 - 11:07

@gabriele184,la verità dalla cina non la sapremo mai,mentre paesi come la germania sicuramente conteranno i soli defunti esclusivamente di coro na virus!

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 21/03/2020 - 11:22

E se ci fosse in giro un "untore" o meglio, una banda di untori assintomatici? Fare i controlli a tappeto è ldiventata una necessità purtroppo senza garanzie di risolvere il problema

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Sab, 21/03/2020 - 11:23

moshe Sab, 21/03/2020 - 10:26 --LEI HA FATTO UN'ANALISI che nessuno ha fatto finora. Tutti a sproloquiare ! In Lombardia si lavora anche con la febbre, questo non è sempre positivo, ma TUTTA la nazione ne trae vantaggio. Lombardia e Veneto producono un terzo del PIL nazionale. Vorrà ben dire quialche cosa. Negli ultimi 10 anni sono stati fatti TAGLI DISSENNATI ALLA SANITA' LOMBARDA, dove larghe fette della popolazione di tutta Italia viene a farsi curare. Chiusura di Ospedali, riduzione del personale medico e paramedico nonchè di attrezzature. Tutto questo anche in zone di montagna dove pe arrivare al primo Pronto Soccorso occorrono ore. Di notte poi, elisoccorso non vola e se ti viene un infarto sei morto !! Ora gli ospedali sono al collasso e non ce la fanno più !!! COMPLIMENTI AGLI ILLUMINATI POLITICI, magari NON eletti ma NOMINATI !!!

Chiara Mente

Sab, 21/03/2020 - 11:25

In Italia notoriamente le manutenzioni sono pagate ma spesso non vengono eseguite correttamente. Si può facilmente pensare che gli impianti di climatizzazione di discoteche, centri commerciali, metropolitane e dei locali vari siano ricettacolo, specie nei filtri, di ogni sorta di germi e virus.

vocepopolare

Sab, 21/03/2020 - 11:27

ognuno fa quello che vuole fin quando glielo si consente e conviene a chi lo permette. Nel belpaese non è possibile prendere decisioni di alcun modo ; i maledetti sondaggi ,grande business del nostro tempo, indirizzano le decisioni dei partiti al governo ed all'opposizione. Oggi tizio è salito nei sondaggi perchè ha promesso una mazzetta,domani caio scenderà perchè ha detto che il reddito di cittadinanza è uno schifo madornale. E' un gioco orrendo a cui nessuno riesce più a sottrarsi ed intanto i diretti interessati,il popolo dei pecoroni,assistono impotenti e cambiano le loro intenzioni di voto senza tregua aumentando la competizione che così diventa virtuale ed impedendo quelle decisioni vitali per il paese. Questa è la moderna democrazia ,queste le sue conseguenze , manifeste come il covid 19; chi non le vede non vuole vederle.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Sab, 21/03/2020 - 11:32

La mia spiegazione logica é questa:quante industrie piccole medie e grandi nell'Italia del Nord hanno avuto intensi scambi umani (Via della Seta) con la Cina tra il mese di Ottobe '19 e Gennaio '20?Con i tabulati delle compagnie aeree si potrà sapere facilmente controllando le linee dirette Europa-Cina.Se in questo periodo molti più italiani (prevalentemente del Nord) che non tedeschi o francesi sono volati in Cina tutto rientra, drammaticamente,nella logica.Questi italiani (aggiungiamo anche i turisti cinesi) rientrati in quel periodo non sono stati controllati e/o messi in quarantena.Mi sembra così chiaro!Chiara é anche la sottovalutazione degli annunci dell'epidemia dati dall'OMS a partire da fine dicembre 2019,da parte del Governo Italiano.

jaguar

Sab, 21/03/2020 - 11:33

maurizio-macold, purtroppo anche gli esperti hanno preso diverse cantonate, secondo me si stanno affidando al caso e fanno ipotesi che puntualmente vengono smentite. Qui in Lombardia se non siamo al "si salvi chi può"ci manca poco.

necken

Sab, 21/03/2020 - 11:40

una cosa è certa la quarantena durera ancora a lungo ed interessera tutta l'Italia quando finirà tireremo le somme meglio non farsi troppe illusioni ma senza farci governare dalla paura. Forse avremmo dovuto contare solo quelli morti esclusivamente per Covid 19, cosi non correremmo il rischio di essere tacciati come untori; benchè il virus sia partito dalla Cina ed il 1mo paziente sembra fosse un Tedesco, senza contare il contributo Americano come da qualche parte si sostiene

Ritratto di BoycottPoliticalCorrectness

BoycottPolitica...

Sab, 21/03/2020 - 11:45

Di cosa parliamo? Di 4000 morti (per lo più molto anziani e/o con serie patologie pregresse, anche due/tre contemporaneamente) in un mese? O di 2500 persone in terapia intensiva, ovvero lo 0,0041% della popolazione italiana? In effetti in Africa equatoriale potrebbe essere un serio problema, ma in un paese del G7? Questa è una catastrofe quando in Italia muoiono 51.000 persone al mese (e guarda caso per lo più anziani con serie patologie pregresse)? Se vogliamo parlare di catastrofe del sistema sanitario possiamo concordare, se vogliamo parlare di catastrofe sanitaria meglio fare due conticini facili, prima. E poi, a voler essere maliziosi, la catastrofe sanitaria è solo colpa del virus malvagio, mentre la catastrofe del SSN per 2500 da curare (su 60 milioni) potrebbe essere responsabilità di gente che ha nome e cognome. Quindi avanti col catastrofismo, che la psicosi isterica blocca anche le più basilari capacità aritmetiche della gente. #iononsofaredue+due

Ilsabbatico

Sab, 21/03/2020 - 11:45

Bisogna obbligare le persone a stare a casa, e stare a casa non significa fare le riunioni di palazzo sui rispettivi balconi allegramente con aperitivo e canzoncina. Non significa tutti fuori a correre o andare 4 volte al giorno al supermercato! Inoltre qualcuno deve pure trovare e gestire tutti i clandestini che circolavano per Milano...e sarebbe meglio rimpatriarli una volta per tutte

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Sab, 21/03/2020 - 11:46

Comunico a tutti che, non essendo io all'altezza di dar consigli, non insegno a nessuno quello che non so fare! Con osservanza. FB

brob67

Sab, 21/03/2020 - 11:48

Se il fattore fosse realmente collegato agli impianti di aerazione condizionata all'interno delle strutture sanitarie (e si sa che all'ospedale si prendono infezioni e virus di ogni tipo proprio per le vetuste condizioni delle strutture e la manutenzione e pulizia insufficienti e appaltate sempre a cooperative esterne che mirano a massimizzare i guadagni e non all'efficacia degli interventi) se fosse così allora ringraziamo i signori della spending review, del pareggio di bilancio della riduzione del personale medico etc.

Gianni11

Sab, 21/03/2020 - 11:55

Ma certo che si spiega! Troppi cinesi da Wuhan nelle pelletterie e da tutte le parti, frontiere aperte e troppe vaccinazioni che hanno indebolito la DNA della gente. SVEGLIA!

morello

Sab, 21/03/2020 - 11:57

Cara Prof.Capua perche ' non concentrare lo studio su due situazioni diverse in Italia? In particolare in Lombardia abbiamo un tasso di mortalità grezzo dell' 11 % mentre in Veneto del 3 % pur conteggiandosi i decessi "con " e "per" covid nello stesso modo

Ritratto di HARIES

HARIES

Sab, 21/03/2020 - 12:01

In Italia abbiamo troppe carenze a livello socio politico amministrativo. E quando accadono eventi come questi (paragonabili ai terremoti se non superiori), non siamo preparati e regna la confusione e la superficialità. Ci auto lodiamo di essere i più bravi al mondo, ma poi si scoprono gli altarini, su tutto. E poi, ricordiamoci che noi siamo il popolo che ripudia la guerra, ma spendiamo un sacco di soldi per gli armamenti e riduciamo all'osso gli investimenti per la sanità. Adesso bisogna solo sperare nel grande lavoro degli scienziati e pregare il Creatore perché faccia loro la grazia di risolvere questa drammatica situazione.

maxfan74

Sab, 21/03/2020 - 12:04

Lo sport era da proibire in tutti i modi ed in tutti i luoghi, non capisco a cosa serve correre verso la morte.

ruggerobarretti

Sab, 21/03/2020 - 12:05

La Capua stando in America potrebbe tranquillamente fugare i suoi dubbi. Puo' sentire ad esempio le ultime novita' da quel lazzarone dei computer, dalla CDC, dall'Universita' di Berkeley, da un sacco di gente da quelle parti. Se vuole si intende, o lei e con lei tanti altri, sanno gia'???

Ritratto di antonio4747

antonio4747

Sab, 21/03/2020 - 12:07

Sono sconcertato da queste affermazioni. Ma le risposte non le devono dare i virologi? E la signora non opera in quel campo ? Allora perché non si da da fare anche lei a trovare queste risposte?

Ritratto di marystip

marystip

Sab, 21/03/2020 - 12:27

Troppi esperti in giro. Alle riflessioni della virologa ci sono arrivati in tanti senza essere esperti.

AjejeBrazow

Sab, 21/03/2020 - 12:33

La spiegazione c'è (se non si ha il prosciutto sugli occhi).

stefi

Sab, 21/03/2020 - 13:21

egregia sig.ra Capua, spero lei legga il mio commento e valuti questa mia umile riflessione, meditata fin dai tempi dell'esordio del coronavirus se non erro il 31 dicembre 2020. mi allertai subito, somma di istinto e logica, fu che facilmente saremmo stati raggiunti dal virus se non si fosse creato un potente sbarramento alla diffusione del potenziale contagio. penso tutto questo fosse prevedibile ma non fu fatto niente. Oggi penso che potrei rispondere ai suoi dubbi sulle modalità di trasmissione facendo presente che il virus nemico si è chiuso in casa insieme a noi, laddove ci siano dei portatori asintomatici. quindi ha modo di contagiare indisturbato tutti gli altri conviventi. Bisognerebbe far capire a tutte le famiglie di adottare le regole non più fuori, ma dentro casa. E' gradita la sua opinione in merito..buon lavoro

Reip

Sab, 21/03/2020 - 13:35

Situazione del tutto anomala! Tuttavia si pensa alla correlazione tra Coronavirus e inquinamento. Tra le città più inquinate d’Italia, quelle che hanno superato molte volte il limite, ci sono.. Torino, Lodi, Pavia, Piacenza, Alessandria, Vicenza, Rovigo, Mantova, Verona, Cremona, Milano, Monza, Venezia, Modena, Reggio Emilia, Padova, Asti, Ferrara, Brescia, Treviso*, Parma*, Rimini, Ravenna, Lecco, Bergamo... Quindi in sostanza le Regioni più inquinate sono la Lombardia innanzitutto, poi la zona di confine con l’Emilia Romagna, parte del Piemonte. TUTTE QUELLE ZONE DOVE SI SONO SVILUPPATI I PEGGIORI FOCOLAI DI COVID19, E CI SONO AD OGGI IL PIÙ ALTO NUMERO DI MORTI E DI CONTAGI. La stessa Whuan in Cina come quasi qualunque altra metropoli cinese ha un tasso di inquinamento simile a quello che si registra a Milano, se non peggiore. Anche i fattori di temperatura e umidità dell’aria sembrano essere simili.

jaguar

Sab, 21/03/2020 - 13:59

Comunque lo scorso anno nessuno ha saputo spiegare il motivo di quei focolai di polmonite e legionella che ha colpito le province di Brescia, Cremona,Bergamo e Mantova. Anche li tante ipotesi e nessuna certezza. Spero solo che sia una coincidenza.

0rl4nd0

Sab, 21/03/2020 - 15:06

Scusate, ma.... Nel 1918 quanto inquinamento c'era? Eppure in poco più di due anni fece 50milioni di morti. Sarebbe meglio che alcuni di voi si documentassero prima di parlare a vanvera e usare i soliti luoghi comuni!

mifra77

Sab, 21/03/2020 - 15:19

Modalità di trasmissione anomale? no, piuttosto ci sono strade non battute ed eventi non analizzati. Dopo il massiccio contagio in Cina, in Italia ci siamo sentiti RAZZISTI a fermare chi rientrava dalla Cina ; ci davano del fascista; volevamo fermare i contagi ma nessuno ha pensato a fermare i corrieri del virus. Non c'è più tonto di chi non vuol capire e noi in quanto a tonti, siamo strapieni. Il problema vero è che per molti giovani che normalmente ed inconsapevolmente portano il contagio in casa ad anziani che poi ci hanno rimesso la pelle. Questa è una pista non battuta, anche se personalmente ritengo che diversi deceduti, siano stati contagiati in casa da giovani figli e nipoti, portatori asintomatici.

Jon

Sab, 21/03/2020 - 15:33

SI SPEGA BENISSIMO..: Metro affollati, Bus, treni, tabaccherie, clandestini a gruppi..!!! E poi si vieta la corsetta nel parco..!! Che sciocchezza..!! Vietate le sigarette che mietono 80.ooo morti/ anno, e rendono molto vulnerabili i fumatori..!!

agiuliani

Sab, 21/03/2020 - 15:39

A Bergamo la stragrande maggioranza dei defunti era stata vaccinata poche settimane prima. Ma forse e' una coincidenza.