La corsa del centrodestra alla conquista dell'Emilia Romagna

Migliaia di persone sono scese in piazza del Popolo a Ravenna, la roccaforte rossa scelta dal centrodestra come ultima tappa della campagna elettorale in vista delle elezioni in Emilia Romagna

Migliaia di persone sono scese in piazza del Popolo a Ravenna per sostenere il centrodestra in quella che, fino a qualche tempo fa, sembrava essere un’impresa impossibile: conquistare la rossa Emilia Romagna. E così, a due giorni dal voto, i leader dei partiti di destra che sorreggono la candidata alle regionali Lucia Borgonzoni, hanno salutato i cittadini dal palco della città dei mosaici.

Ad aprire le danze è il Capitano. Osannato dalla platea che sventola le bandiere di partito intonando cori da stadio, Matteo Salvini, ci crede: “Se ognuno di voi domenica ci mette un mattoncino in più Lucia Borgonzoni le elezioni non le vince, le stravince. Dipende da voi.” Più dura Giorgia Meloni, la leader di Fratelli d’Italia attacca il Partito Democratico che da decenni governa la Regione. “Questa regione è una locomotiva, ma non lo è grazie al Pd. Lo è nonostante il Pd.” Lo stesso partito che secondo la Meloni si nasconde dietro le sardine, incoerenti nelle loro manifestazioni di protesta. “Dicono di essere contro il linguaggio dell’odio e organizzano eventi in cui l’unica cosa che riescono a dire sono parole d’odio e offese continue verso chiunque non la pensi come loro. Parlano di democrazia e poi, Mattia Santori, dichiara che in un paese normale, in una regione come l’Emilia Romagna non ci sarebbe neanche bisogno di votare.” A chiedere ai ravennati di scegliere la strada del cambiamento anche Silvio Berlusconi. “E’ il momento che entrino facce nuove, nuove idee, nuove energie. E questo è ciò che voi provocherete con il vostro voto di domenica.” Esulta il Cavaliere dal palco della piazza.

Per le strade della città la tensione è alta. Tutti fremono. Vogliono sapere cosa succederà dopo il voto. In fondo la battaglia che andrà in scena domenica non è più solo una gara ad accaparrarsi il governo della Regione. Quella di domenica è molto di più di un’elezione regionale. Se il centrodestra riuscisse a mettere la bandierina anche sull’Emilia Romagna gli equilibri politici a livello nazionale, che già tremano da mesi, potrebbero crollare. Lo ha dichiarato, senza mezze parole, Giorgia Meloni a Ravenna. “Se domenica vinciamo poi andiamo a citofonare a Conte. Gli chiediamo se è pronto a fare gli scatoloni”. Ha ironizzato la leader di Fratelli d’Italia. Secondo i sondaggi, quella tra Bonaccini e Borgonzoni sarà una battaglia difficile, ma in piazza c’è chi ci crede: "l’Emilia cambierà colore”.

“Il Pd ci ha delusi. I problemi sono evidenti e adesso è il momento di dare a qualcun’altro la possibilità di fare meglio.” Gridano convinti tra la folla. Anche tra i meno sicuri la speranza è forte. “Domenica è dura, ma possiamo farcela.” In molti danno la colpa alla sinistra, che reduce da un passato glorioso, negli ultimi anni si è lasciata andare, dimenticandosi dei cittadini e rivendicando meriti dei predecessori. “Sono 70 anni che qui c’è la sinistra. Ora le magagne iniziano a venire fuori e alle promesse fatte a quindici giorni dal voto non ci crede nessuno. Cosa vorrebbero fare adesso? Mettere in pratica tutto quello che potevano già aver fatto in 70 anni?”. L’entusiasmo dei manifestanti è alle stelle e le bandiere issate ricoprono le teste per due ore abbondanti.

Quasi invisibili, in fondo alla piazza, bloccati dalle camionette della polizia di Stato, un gruppo di manifestanti protesta contro il comizio della destra. “Fate schifo” gridano i disturbatori. “Andate a casa”, sbraitano spingendo i militari. Sono qualche decina, tra esponenti dei centri sociali e sardine. Intonano “Bella Ciao” e chiedono alla piazza di bloccare il comizio. Eppure in democrazia ogni partito politico dovrebbe avere il diritto di dire la propria, per giunta durante una campagna elettorale. Si manifestano contro il linguaggio dell’odio, le sardine di Mattia Santori, e poi sgomitano tra le vie che costeggiano la piazza facendo il dito medio a chi non la pensa come loro. Una richiesta di censura verso idee e parole che non rispecchiano i loro ideali. Una nuova faccia della sinistra che in un batter d’occhio sembra essersi amalgamata ai più vecchi centri sociali.

Commenti
Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Ven, 24/01/2020 - 22:24

Il CENTROdestra potrà anche conquistare ogni amministrazione locale d'Italia, ma proseguirà la politica europeista del PD. Ogni legge, ogni spesa, ogni investimento sarà sottoposto all'apporvazione di Bruxelles. E l'invasione africana continuerà, magari mascherata dietro i "corridoi umanitari" tanto cari a Salvini o altro.

killkoms

Ven, 24/01/2020 - 22:26

speriamo!

moichiodi

Ven, 24/01/2020 - 22:32

Si alla conquista.....Ma si può conoscere UNA, UNA, UNA sola proposta per della Borgonzoni per il futuro della regione? ripeto, UNA. Ma come mai il giornale non "smaschera" la Meloni? la quale dice: "“Questa regione è una locomotiva, ma non lo è grazie al Pd. Lo è nonostante il Pd.” Quindi le Regione è una locomotiva, cioè funziona va avanti. Secondo la Meloni per opera dello Spirito Santo. e per Salvini per merito della Madonna o del Rosario.

Ritratto di CiaodalBrasile

CiaodalBrasile

Ven, 24/01/2020 - 22:35

Domenica...amen.

Ritratto di andreoso

andreoso

Ven, 24/01/2020 - 22:38

I comunisti vanno a casa, i nipotini di Stalin a raccogliere la polvere di stelle.

munsal54

Ven, 24/01/2020 - 22:47

Sardine, centri sociali, sinistri e compagnia bella: hai voglia di differenziare, ma la monnezza resta sempre monnezza

carlomaestri

Ven, 24/01/2020 - 22:55

ho visto e vissuto lunghi periodi a Ravenna.....se solo mi avessero detto 10/15 anni fa una cosa del genere a piazza del popolo avrei chiamato l'ospedale psichiatrico x il latore di tale notizia. Penso a il più grande Uomo della Storia che riposa a Predappio....vengono gli occhi lucidi

STREGHETTA

Ven, 24/01/2020 - 23:04

Perché si parla di Ravenna e si mette la foto della piazza di Reggio Emilia?

tosco1

Ven, 24/01/2020 - 23:10

Sono toscano di nascita, e quindi ricordo benissimo le prime elezioni dopo la guerra.Una sera inizio' un comizio della DC.La persona non fu fatta parlare a causa della confusione creata. Dovette raccogliere le sue cose ed andarsene .Erano anni di tensione ed il PC si immedesimava con il potere dello stato, si sentiva l'unico detentore dei diritti civili e politici.In Emilia, come ormai sappiamo,con difficolta' perche' il livello di omerta'non lo consentiva,e' andata anche peggio.Ebbene , sono passati 70 anni, e si comportano allo stesso modo.Non aggiungo altro.Solo una domanda.?Ce la faranno gli emiliani ad uscire dai vincoli di quel loro sistema.?O daranno ragione alla sardina:In emilia non importa votare, ci siamo noi.!

ex d.c.

Ven, 24/01/2020 - 23:25

Speriamo che 'bella ciao' si riferisca alla politica di SN che finalmente lasci libera l'Emilia Romagna.

simonemoro

Ven, 24/01/2020 - 23:30

Penso che la candidata del centro-destra ce la possa fare e con percentuali molto più alte di quanto si pensi

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 24/01/2020 - 23:39

Il detto latino MALA TEMPORA CURRUNT rispecchia questi anni dove invece di fare le dovute riforme, correggere le storture e ascoltare i bisogni della gente si temporeggiato sulle soluzioni da adottare ... ora si stanno raccogliendo i frutti velenosi di quelle stagioni ... altro che tempo inclemente o stagioni impazzite.

d'annunzianof

Ven, 24/01/2020 - 23:39

La transumanza di migliaia di ovini-ittici rossi per l'Italia, non si e` compiuta?

maorichief

Sab, 25/01/2020 - 00:03

@chiodi.È esatto. Emilia, Lombardia, Veneto vanno avanti perchè gli imprenditori sanno lavorare e la gente si rimbocca le maniche. Questo indipendentemente da chi le governa.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 25/01/2020 - 00:06

Io penso una cosa sola: SI PUO' FARE!!! E in questo momento dobbiamo superare le fisiologiche differenze di vedute che ci sono fra i tre principali partiti della coalizione di centro-destra, e dobbiamo crederci. Sicuramente per noi emiliano-Romagnoli le cose andranno meglio d'ora in poi.

stefi84

Sab, 25/01/2020 - 00:07

La gente vuole i servizi, e non le interessa cantare "bella ciao".

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 25/01/2020 - 00:12

@Quintus_Sertorius Chiunque viva in questo Paese sa benissimo che l'errore di entrare in questa voragine che è l'europa è stato fatto, come quello di aderire (pagando...) all'euro e di far entrare la cina nella organizzazione mondiale del commercio, primo passo verso quell'altra grande catastrofe che chiamano globalizzazione. Detto questo, non è pensabile poterne uscire con un colpo di spugna, ma ci vorranno molti anni e temo che noi anziani non vedremo mai quel benedetto giorno. Di certo, il centro-Destra è l'unico che possa iniziare questo percorso, perché non è certamente pensabile che a farlo sia la sinistra. Quindi decida un po' quello che vuol fare, ma torni coi piedi sulla terra, visto che qui viviamo.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 25/01/2020 - 01:30

Domani si faranno i conti. Destra contro Sinistra. Per questo nelle ultime 24 ore c’è stato un bombardamento di notizie sui miglioramenti previsti nella tassazione dei Lavoratori meno ricchi! BENISSIMO! Però si sono dimenticati di rivedere il trattamento dei Pensionati, che votano anche loro.

SwissPulp

Sab, 25/01/2020 - 02:04

boh....voto complicato ma che vinca la democrazia. Certo che il risultato va ben oltre la regione... ecco se fossi emiliano voterei per l'Italia e non solo per la regione... quindi pd e combriccola a casa.

bremen600

Sab, 25/01/2020 - 03:42

comunisti siete finiti.

Gattagrigia

Sab, 25/01/2020 - 05:47

moichiodi, anche Salvini ha ammesso che la ER funziona bene perché è abitata da gente eccezionale, onesta e lavoratrice.Quindi a cosa serve cambiare partito e passare al cdx? Rimarranno sempre gente onesta, lavoratrice ed eccezionale che ha saputo scegliere governi di sx che in 70 anni li hanno fatti crescere. P.S. Anche il papà della Borgonzoni ha dichiarato che non voterà per la figlia. Questo dice tutto.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 25/01/2020 - 07:36

Qui si rifà l'Italia o si muore.

GovernoTecnico

Sab, 25/01/2020 - 07:46

La lega non vincerà mai in Emilia poveri illusi :)

antipifferaio

Sab, 25/01/2020 - 08:00

Infatti con la Calabria non è detto... Al leghista...e a voi visti i 4 articoli dedicati... della Calabria non frega un bel niente. Salvo per fini, ambizioni personali di potere "nordico". Fine dei giochi.

Ritratto di FraBru

FraBru

Sab, 25/01/2020 - 08:10

Concordo con "Quintus Sertorius", non saranno Lega e Berlusconi ad opporsi all'europeismo spinto, se non con misure cosmetiche. Sul piano regionale, dovesse anche vincere il cosiddetto centro-destra, cambierà poco, dato che nelle amministrazioni pubbliche, nei tribunali regionali, nelle istituzioni varie i folti "presidi" dei kompañeros non spariranno di colpo, faranno anzi sabotaggio e resistenza passiva. Alla fine ci rimetteranno, come sempre, i cittadini.

trasparente

Sab, 25/01/2020 - 08:12

A quanto pare l'aria è cambiata in Emilia, gli unici pidioti rimasti sono le sardine e la gentaglia dei centri sociali. Tutta gente lobotomizzata e manipolata dalle università rosse, che non si rende conto della realtà in cui viviamo.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 25/01/2020 - 08:17

Sardine: anarchici ittici.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 25/01/2020 - 08:41

Per me i dipendenti delle asl e amministrativi se dovesse vincere la dx si metteranno di traverso. Vedi Roma, fanno finta di raccogliere i rifiuti o non si presentano affatto, gli autisti lavorano come possono, e poi tutti qui bus bruciati, pochissima manutenzione. Dove si sono mai visti in Europa oltre l'Italia bruciarsi gli autobus, solo a Roma. Ed i vigili an do' stanno? Lasceranno tutti andare alla malora per dimostrare che la dx è incapace.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 25/01/2020 - 08:47

Siamo legati troppo alle ideologie, più che al star bene. Se non ci fosse stato anche Berlusconi, a dare una sferzata di modernità al Paese, saremmo ancora al treno a vapore. A proposito io ho viaggiato pagando con i sedili di legno sui treni, ora gli extracomunitari pretendono di viaggiare gratis in quelli di lusso.

latoscuro

Sab, 25/01/2020 - 09:57

Questa mattina mi son svegliato, o PD ciao, o PD ciao, o PD ciao ciao ciao, questa mattina mi son svegliato, e ho trovato la libertà. O patriota, portami in piazza, o PD ciao, o PD ciao, o PD ciao ciao ciao, o patriota, portami in piazza, ed andiamo a festeggiar...

Ritratto di saggezza

saggezza

Sab, 25/01/2020 - 10:26

wilegio condivido il suo pensiero. Ma credo e spero di sbagliarmi, che sarà questa immigrazione clandestina con la sua cultura e la sua violenza a decidere il futuro dell’Italia e dell’Europa. Il pensiero più grande che tutti ci poniamo va naturalmente ai figli, ai nipoti, ed ai bambini tutti. E se questo dovesse accadere la maledizione dovrebbe andare all'egoismo spudorato dei franco-tedeschi che non hanno permesso una Europa dove tutti gli Stati hanno i medesimi diritti ed i medesimi doveri senza alcuna supremazia sia sul piano economico che sul piano della sicurezza. Speriamo in bene…...

baio57

Sab, 25/01/2020 - 10:27

@ QuintusSertorius @ FraBru Quindi la soluzione quale sarebbe ?

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Sab, 25/01/2020 - 10:51

@wilegio Il buonsenso mi impone di essere scettico. Il "centrodestra" è colpevole quanto il "centrosinistra" del tradimento del paese. Al di là degli ululati a consumo del pubblico, collaborano. Qualche esempio: Convenzione di Dublino (FI, poi PD), Art. 117 che subordina il diritto italiano a quello internazionale (FI e Lega), abolizione dello "ius sanguinis" (FI e Lega), governo Monti (PD e FI)...

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Sab, 25/01/2020 - 11:15

@baio57 Le soluzione è smettere di votare chiunque usi il prefisso "centro-" per definire la propria posizione. I cosiddetti "moderati" ci hanno messo le catene e non hanno interesse a liberarci. Dobbiamo votare la vera destra o la vera sinistra, a seconda della personale inclnazione, per forzare il dibattito a spostarsi su soluzioni radicali a corruzione, eurismo, ipertrofia burocratica, etc etc. I partiti centristi faranno sempre e solo manovrette palliative perché appalti, poltrone, fondi UE e quant'altro servono loro intatti per ragioni clientelari.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 25/01/2020 - 11:22

Folla oceanica e entusiasta nella ex rossa Ravenna (oggi roccaforte sovranista) per i leader della DESTRA. Pochi sbandati - abbacchiati e rassegnati - in una piazzetta per l'ex governatore. Lo zingarettì è scappato! Un vero leader ci mette la faccia anche nelle sconfitte, non lascia che se ne prendano la colpa delle figure di secondo piano come il bonaccini. E questo dice TUTTO! Oggi l'Emilia Romagna, tra tre mesi l'Italia. il futuro dei perdenti è nelle parole del vicesindaco di Ferrara, Lodi: cari amici di sinistra, grillini e sardine senza cervello e altro, "vi faremo un c*lo così, vi FAREMO MALE". Sempre con il sorriso sulle labbra, come vuole IL CAPITANO, ma NON FAREMO PRIGIONIERI. Il tempo dei minuetti e dei giri di valzer è finito: o con noi o contro di noi! La rivoluzione sovranista non è un pranzo di gala!

buonaparte

Sab, 25/01/2020 - 13:25

quintus-la convenzione di dublino fu firmata dal cdx quando era da regolarizzare in italia i milioni di badanti e persone che lavoravano a nero e non si facevano mantenere a 35 euro come quelli attuali.erano in pratica clandestini ed evasori fiscali.regolarizzandoli si ottenne 2 cose con una legge.su questa legge la sinistra come con i bambini di bibbiano ha pensato bene di fare un vergognoso business miliardario-hanno facilitato l'arrivo dall'africa di gente fingendo che fossero richiedenti asilo-siamo l'unico paese al mondo dove la sinistra ha inventato il permesso umanitario.negli ultimi periodi con il decreto sicurezza che abbassa la quota a 20 euro per i maggiori le ong su ordine delle coop portano minori e donne incinte dove la coop prende 91 euro al giorno perchè attingono dal fondo dei minori che era stato fatto per i bimbi italiani.lo conoscono bene a bibbiano questo fondo dove arrivavano a farsi dare 230 euro al giorno.si 7000 euro al mese per tenere un bimbo.VERGOGNA

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Sab, 25/01/2020 - 15:50

@buonaparte Il precedente è importante anche negli ordinamenti giuridici non "common law". Inoltre, gli ingressi LEGALI in Italia, sommati ai nati stranieri su suolo italiano, equivalgono ormai al 40% dei nati italiani. Distinguere tra modalità di ingresso distrae dal problema principale, evitare che gli italiani diventino una minoranza in Italia entro la fine del secolo.