Firenze, la beffa degli immigrati: ​così continuano a spacciare

I pusher immigrati sempre più violenti, oltre a seminare paura per le strade di Firenze stanno diventando un rischio anche per le forze dell'ordine. Gli uomini in divisa si trovano sconfitti davanti a questa emergenza, privi dei mezzi per contrastarla

Uno spaccio continuo, come confermano con un misto di amarezza e rassegnazione gli stessi agenti della polizia locale di Firenze. Che si svolge sotto gli occhi di tutti e fra la rassegnazione dei cittadini. I pusher immigrati, al Parco delle Cascine così come nel resto del capoluogo toscano, sono i padroni incontrastati della compravendita di sostanze stupefacenti. Il business non conosce tregua, gli ingranaggi sono ben oliati e girano alla perfezione. Gli agenti sono pochi in confronto a loro, e per di più non hanno i giusti mezzi per colpirli. Già, perché nonostante siano segnalati, schedati e denunciati, gli spacciatori sono sempre lì. Le norme italiane non consentono di andare oltre, e loro, prendendosi gioco dello Stato, passano le giornate a spacciare dosi letali in luoghi pubblici frequentati da donne, bambini e, più in generale, da persone che niente hanno a che fare con il mondo della droga. Anche perché i clienti non mancano. Il viavai è continuo e lo si vede anche solo appostandosi qualche ora sulle panchine della fermata Cascine, proprio dove i binari tagliano in due l’omonimo polmone verde della città.

Proprio nel Parco delle Cascine ci imbattiamo in una pattuglia formata da due uomini della Polizia Municipale. Stanno camminando lungo il Viale, ma la loro presenza non sembra turbare gli spacciatori africani, suddivisi in piccoli gruppetti schierati a distanza di poche centinaia di metri l'uno dall'altro. L'attività continua, anche sotto gli occhi degli agenti. “Sono tutti segnalati, le norme sono queste. O li troviamo con tonnellate di droga o altrimenti non possiamo fare niente. Loro sono furbi, lo sanno. Hanno poca roba addosso” spiegano sconsolati gli stessi agenti. Gli spacciatori, infatti, portano addosso solo poche dosi, per evitare che l’intera partita di droga nelle loro mani possa essere sequestrata durante le perquisizioni. Il resto è sotterrato da qualche parte nei giardinetti, inserito nella corteccia di un albero o nei cestini della spazzatura. Quando i pusher hanno venduto tutte le dosi, rientrano per rifornirsi prima di tornare in bella vista. La burocrazia italiana non aiuta le forze dell'ordine: “Una denuncia, una sanzione amministrativa: poi chi paga?”, spiegano i soliti due agenti rassegnati. La risposta alla domanda è semplice: nessuno, perché molti spacciatori africani sono senza fissa dimora, non dichiarano niente allo Stato e vivono in una perenne illegalità. La denuncia a piede libero, in casi simili, serve a poco. Le autorità sanno che certi immigrati hanno commesso un reato, perché sono segnalati. Eppure nessuno può fare niente e gli spacciatori non si trovano in carcere ma in strada, a vendere giorno e notte.

L’intera città di Firenze è stata sottomessa da bande di extracomunitari che si sono suddivise il centro storico e le periferie in tante piccole fette. Con il passare del tempo gli spacciatori sono diventati sempre più aggressivi. Quando vengono fermati per un controllo, lo scontro fisico con gli agenti diventa inevitabile. Il sindacato della polizia di Stato ha lanciato l'ennesimo allarme, con un riferimento specifico al capoluogo toscano: “I pusher aggrediscono le forze dell'ordine, si ribellano all'arresto e fanno del male ai colleghi”. Le pagine di cronaca locale sono piene di episodi del genere, molti dei quali avvenuti nei pressi della stazione di Santa Maria Novella. Qui anche i militari provano quotidianamente a ripristinare l'ordine, ma è tutto inutile. Gli spacciatori vengono allontanati, sgomberano i marciapiedi ma poco dopo tornano proprio nello stesso punto. Non esiste alcuna certezza della pena, e loro ormai lo hanno capito. Il risultato è che a Firenze l’emergenza legata allo spaccio di droga ha superato ogni limite. E all’orizzonte non si vedono soluzioni valide.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 22/11/2019 - 08:24

Grazie governo grazie bergoglio,il nostro paese sta diventando multiculturale e noi avremo tutto da guadagnare.

Ernestinho

Ven, 22/11/2019 - 08:38

Ma possibile che non li prendano e non li rispediscano al loro paese o in galera?

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Ven, 22/11/2019 - 08:42

È una vergogna!

MOSTARDELLIS

Ven, 22/11/2019 - 08:45

Grazie Renzi, grazie Nardella, grazie magistratura. Ieri si leggeva che un ragazzo è stato condannato a 12 mesi di carcere per aver toccato il sedere a una ragazza. Invece a questa marmaglia che spaccia non gli si può fare niente. C'è qualcosa che non va...

fj

Ven, 22/11/2019 - 09:01

Quando le regole non funzionano più si aggiornano. Il problema è che molti nostri politici (tutta la sinistra e oltre)sono nostalgicamente ancorati ad un mondo che non esiste più. Quindi chi vuol cambiare viene frenato.

venco

Ven, 22/11/2019 - 09:17

Secondo i sinistri questi sono poveri bisognosi di accoglienza e chi si oppone è carico di odio

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 22/11/2019 - 09:27

Certo buonismo non paga, "cari" compagni.

Ritratto di tox-23

tox-23

Ven, 22/11/2019 - 09:34

Gli immigrati di cui parlate nell'articolo se arrestati sanno di essere difficilmente condannati, devono proprio combinarla grossa per restare in prigione, non so, un omicidio o qualcosa del genere. Sanno anche di essere osannati da una buona parte del paese (gli elettori di sinistra e i cattolici) che li amano in ogni caso, è chiaro dunque che facciano il comodo loro, è anche comprensibile, mica sono stupidi.

cristiani

Ven, 22/11/2019 - 09:37

E' sbagliato chiamarli immigrati, perche' cosi' offendiamo gli immigrati onesti e regolari.

Francesco2244

Ven, 22/11/2019 - 09:37

Firenze? cosi' o peggio in tutta Italia

Francesco2244

Ven, 22/11/2019 - 09:43

Firenze? è cosi' e anche peggio in tutta Italia

venco

Ven, 22/11/2019 - 09:45

Opporsi a questa illegalità è odio verso i "diversi"

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 22/11/2019 - 09:50

Votate pd, votate!! Vietato lamentarsi

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 22/11/2019 - 09:58

state sereno: c'è nardella e la ministra che vi proteggono!!!non voi,fiorentini ma i clandest..le risorse a cui dovrete sottomettervi!!

roberto del stabile

Ven, 22/11/2019 - 10:05

necessita la dotazione del taser a tutti i vigili e poliziotti e poi un intervento drastico di arresti con conseguente galera.se il giudice li rilascia deve pagare di persone ed essere licenziato.

GioZ

Ven, 22/11/2019 - 10:07

Lo sfacelo di Firenze è lo stesso di città come Bologna, centro storico o periferia fa lo stesso, così anche Rimini, Ferrara, Ravenna. Parlo di queste perché le conosco e frequentate di recente. Ma non credo che cambi molto, e la situazione nei piccoli borghi, che di giorno sembrano un paradiso, è anche peggiore, siano al dal nord, al centro o al sud. Gli abbiamo regalato tutta l'Italia.

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Ven, 22/11/2019 - 10:07

al terzo arresto per spaccio la risorsa si fa 10 anni di galera, senza sconti, durante i quali lavora, non passa la giornata a letto, lo mandi fuori a pulire le strade, rimuovere i graffiti, tappare le buche, 10 ore al giorno tutti i giorni. Si rifiuta? Isolamento, vediamo segli viene la voglia o meno. Si risolve il problema dello spaccio, si rimette a posto la città a costo zero, si manda via il clandestino quando ha finito la pena, la voce si sparge e i prossimi non vengono a pascolare in Italia. Questa non è gente a cui offri un lavoro e si integra come un pezzo del lego, questi sono delinquenti e basta e come tale devono essere trattati, il buonismo ha fallito, basta con questa storia dello ius soli, sono spacciatori e criminali non basta un foglietto di carta per farli diventare cittadini rispettosi della legge.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Ven, 22/11/2019 - 10:12

Rileggiamoci la storia della Guerra dell'Oppio, e, contestualizzando, capiremo quello che sta vivendo l'Italia oggi.

Ritratto di Walhall

Walhall

Ven, 22/11/2019 - 10:18

Salvo un conflitto mondiale, questi sono i prodromi imminenti del futuro dell'intera Europa, ossia progressiva erosione della tenuta democratica delle singole nazioni e un continuo flusso migratorio incontrollato che non incentiva il PIL, bensì lo affligge in concomitanza dell'aumento del debito pubblico sostenuto per tale anarchia gestionale. Finché non ci si mette in testa che la clandestinità e un severo limite alle quote di ingresso, generano e genereranno queste univoche dinamiche di regressione sociale, rimane solo l'attesa passiva nel tempo della irreversibilità di un fenomeno destinato a divenire non più relegato a livello locale, urbano, ma esteso su scala nazionale e continentale, fino alla successiva fase di colonizzazione e inevitabile sostituzione etnica. L'Europa farà la fine degli Assiri. Ma su tutti, non la Russia e alcuni Nazioni dell'Est. Quella sarà la prossima sede dei bianchi.

Giorgio5819

Ven, 22/11/2019 - 10:23

In Italia é necessaria una stagione di bonifica sociale, altro che combattere la sicurezza voluta da Salvini, serve un periodo di fermezza VERA, con rastrellamenti, retate e VERE espulsioni, e basta con il permissivismo e il buonismo schifoso di sinistra verso i subumani d'importazione. Abbiamo la nostra delinquenza da combattere, quella esterna va espulsa.

tuttoilmondo

Ven, 22/11/2019 - 10:36

Il buonismo è un cancro peggiore del nazismo. Nel tempo produrrà più danni. E saranno danni irreversibili.

ST6

Ven, 22/11/2019 - 10:39

E in 14 mesi, oltre al Papeete, Salvini e compari non sapevano fare qualcosa? Ma era il Ministro dell'Interno, oppure il buffone di corte??? Domanda retorica...

tifoso61

Ven, 22/11/2019 - 10:47

Ringraziamo le sardine e la sinistra di questo caos anche Bergoglio e i preti suoi emuli. Poveri noi e non dimentichiamo la magistratura sempre più incline ai voleri della sinistra. Però vorrei incolpare anche quei connazionali consumatori di droghe che dovrebbero vergognarsi di alimentare questo schifo.

Tip74Tap

Ven, 22/11/2019 - 10:56

Veramente chi paga le sanzioni sono i cittadini visto che le multe non pagate pesano a bilancio e devono essere coperte.

venco

Ven, 22/11/2019 - 11:18

Paolo Trevi 10,07 cosa dici, al primo arresto la risorsa va reclusa fini al suo rimpatrio

Giorgio Rubiu

Ven, 22/11/2019 - 11:27

Si devono inasprire le regole.Chi spaccia è passibile di carcere e,se straniero,di rimpatrio.Dare alle FF dell'OO mezzi e regole d'ingaggio adeguati.Punire i magistrati che disattendano le nuove leggi.Colpire i consumatori;se cessa la domanda cessa anche l'offerta!Le FF dell'OO, minacciate o aggredite,devono poter sparare senza il timore di essere indagati e condannati.In ogni città e paese ci sono spacciatori in quantità proporzionale alla densità della popolazione.O si reagisce drasticamente o ci si arrende!

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 22/11/2019 - 11:28

ST6 Ven, 22/11/2019 - 10:39,non ti domandi perché negli oltre 7 anni allo sgoverno, i pdioti non hanno fatto una cippa,anzi hanno solo peggiorato la situazione con openarmsandlegs???

Alberico58

Ven, 22/11/2019 - 11:47

Non è vero che non c'è la certezza della pena; la verità è che, PER LORO, c'è la certezza della NON PENA

Ritratto di cicopico

cicopico

Ven, 22/11/2019 - 11:54

dobbiamo prendercela con chi li fa venire qui.pd e chiesa.

Ernestinho

Ven, 22/11/2019 - 11:56

Ma i ns. "politicanti" vedono mai trasmissioni come "Striscia la Notizia" in cui si vedono tutti questi delinquenti in azione senza che lo "stato" intervenga?

Ernestinho

Ven, 22/11/2019 - 11:58

Stato inerte ed inerme di fronte alla delinquenza! Ma le manette devono scattare solo per gli "evasori", vero?

Iacobellig

Ven, 22/11/2019 - 13:27

Sardine: una trovata della sinistra PD e Renzi contro salvini per offuscare i loro problemi.

ziobeppe1951

Ven, 22/11/2019 - 13:27

ST.....6 .....è il mio commento

agosvac

Ven, 22/11/2019 - 13:40

Ma Firenze non è la capitale del PD???? Ed allora perché meravigliarsi se proprio a Firenze i fasulli sono liberi di spacciare droga e favorire la prostituzione e la delinquenza??? Le Forze dell'ordine non possono fare niente di niente se quando arrestano qualcuno la magistratura li lascia liberi, magari inquisendole se hanno fatto la bua a qualche fasullo.

corto lirazza

Ven, 22/11/2019 - 13:41

ma adesso ci pensa il grande sindachetto, clone scadente di Renzi....

Malacappa

Ven, 22/11/2019 - 13:59

Perche' mandiamo le nostre forze speciali in africa in medio oriente quando sarebbero molto piu' utili in patria,fare una bella pulizia in grande e DEFINITIVA

honhil

Ven, 22/11/2019 - 14:00

Bisogna cambiare sindaco e trovarne uno che prometta: “Il mio obiettivo è quello di far uscire tutte le persone che non hanno niente da fare qui”. A dirlo, ovviamente riferendosi alla Francia, è Macron. Che adesso copia Salvini.

ettore10

Ven, 22/11/2019 - 14:51

perché meravigliarsi? Si aspettava diversamente? l'Italia e eventualmente tutta l'Europa è destinata d'essere un stato tipo africano. Questo caos sta aumentando con la benevolenza dei buonisti della sinistra e della chiesa. In poche parole: Si fa di tutto per autodistruggersi.

Ritratto di Fralabbate

Fralabbate

Ven, 22/11/2019 - 14:54

Serve Bolsonaro a emanare leggi, ma tutti preferiscono essere buoni e bravi. Già, solo che cosí soccomberemo. Toc toc, vi svegliate?

VittorioMar

Ven, 22/11/2019 - 16:39

..perche' SANZIONARE I clienti DELLE "Prostitute/i" e non SANZIONARE i CLIENTI degli SPACCIATORI ?? se si Tollera lo Spaccio di DROGA Perché non si Tollerano le CASE DI TOLLERANZA .appunto...non E' una DROGA anche QUELLA ??...quanta SCIOCCA IPOCRISIA !!