Cosenza, duplice omicidio: due cadaveri in auto

Duplice omicidio avvenuto Corigliano Rossano, in provincia di Cosenza, le vittime sono un imprenditore e un pregiudicato, dei due non si avevano notizie da diverse ore

I cadaveri di due uomini sono stati trovati all'interno di una Fiat Punto grigia, in un uliveto nelle campagne di Corigliano Rossano (Cosenza). Il rinvenimento è avvenuto a poca distanza da un distributore di benzina. Le vittime rispondono ai nomi di Francesco Romano (44) di professione imprenditore agricolo e Pietro Greco (39) pregiudicato e sorvegliato speciale.

Francesco Romano era noto alle forze dell'ordine per reati minori. Pietro Greco, a differenza del primo, era considerato un esponente di spicco della ciminalità emergente locale, con un passato da narcotrafficante. L'uomo era originario di Castrovillari. Greco era titolare di un'azienda, almeno di facciata, fino a quando, nel 2010, venne arrestato nel corso dell'operazione Knock Out, in quanto ritenuto uno dei maggiori fautori del traffico di stupefacenti da Pollino a Rosarno. Le cessioni di droga, precisamente cocaina, furono documentate negli uffici di Greco e a bordo della sua auto, un'Audi.

Sul luogo della scoperta sono intervenuti i carabinieri di Corigliano ed Eugenio Facciolla, procuratore della repubblica di Castrovillari. Tuttavia, è sicuro che a breve gli atti passeranno alla Dda di Catanzaro. Ci sono pochi dubbi, infatti, sulla natura del duplice omicidio, chiaramente di stampo criminale. I corpi dei due uomini sono stati rinvenuti da alcuni agricoltori che hanno subito avvertito le autorità.

Per uccidere Francesco Romano e Pietro Greco sarebbe stata utilizzata una mitragliatrice kalashnikov. Dei due non si avevano notizie dal giorno 22 luglio 2019, data in cui è probabile sia avvenuto il duplice omicidio. Le indagini proseguono e sul luogo sono al lavoro i tecnici dei carabinieri del Nucleo investigativo di Cosenza. Attualmente, i militari sono alla ricerca di elementi utili per il prosieguo delle indagini e per ricostruire le dinamiche dell'accaduto.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

maxmado

Mar, 23/07/2019 - 13:34

Sorvegliato speciale … meno male se no chi sa che fine faceva?