Tamponi, il flop di Zingaretti: "In aeroporto test fino alle 18"

Il "modello Lazio" nei controlli anti-Covid ha forse qualche falla se all'aeroporto di Fiumicino i passeggeri non vengono controllati dalle 18 alle 9, quindi lasciati liberi di prendere autobus e treni verso la Capitale

Tamponi, il flop di Zingaretti: "In aeroporto test fino alle 18"

L'aeroporto di Roma Fiumicino è stato presentato come lo scalo più all'avanguardia in Italia per i controlli anti-Covid dei passeggeri in ingresso. Le misure adottate per la verifica del contagio sono tra le migliori del Paese e non c'è da stupirsi, visto che il principale scalo di Roma è anche il più importante in Italia per numero di passeggeri in transito. Anche per questo motivo, nell'aeroporto Leonardo Da Vinci è stata istituita un'area isolata dal resto presso il terminal arrivi. Qui sono stati realizzati 12 box che possono ospitare fino a 480 passeggeri per l'esecuzione del tampone nasofaringeo. Un'organizzazione in apparenza perfetta ma c'è un però, perché la struttura è aperta solo fino alle 18.

Queste misure così stringenti sono state previste dallo scorso 12 agosto, quando il governo ha nuovamente istituito le blacklist per i passeggeri di ritorno. Sono finora 4 i Paesi che il governo ritiene maggiormente pericolosi: Spagna, Croazia, Grecia e Malta. Chi arriva in Italia da queste destinazioni, che sono tra le più ambite per le vacanze degli italiani, ha l'obbligo di seguire la profilassi sanitaria per evitare la diffusione del coronavirus. Infatti, come si legge anche sul sito di ADR in riferimento ai passeggeri di ritorno dai Paesi indicati, al punto b è fatto "obbligo di sottoporsi ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone, al momento dell’arrivo in aeroporto" ma solo "nella fascia oraria dalle 9.00 alle 18.00, come stabilito dalla Regione Lazio". Per tutti quelli che atterrano a Fiumicino dopo quell'orario è fatto obbligo di rivogersi "entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale presso l’azienda sanitaria locale di riferimento".

Quindi, chi arriva dopo le 18 a Fiumicino è libero di prendere gli autobus navetta che dall'aeroporto conducono in centro a Roma e nelle città vicine, può prendere il treno dalla stazione dello scalo in direzione della Capitale e non solo. Forse dalle 18 il virus non contagia più? Eppure il governo ha imposto l'utilizzo della mascherina proprio a partire da quell'orario e fino alle 6 del mattino seguente. Oppure, a Fiumicino sono stati bloccati tutti i voli provenienti dai quattro Paesi che arrivano dopo le 18 e prima delle 9? Basta guardare sul sito dell'aeroporto Leonardo Da Vinci per scoprire che non è così. Prendendo come esempio la giornata di oggi, e guardando il tabellone degli arrivi, si scopre che alle 18.45 è previsto l'atterraggio del volo IB 3236 proveniente da Madrid. Poi, alle 20.20 è previsto l'arrivo del volo VY 6106 da Barcellona e alle 23.20 quello del volo FR 9667 proveniente da Siviglia. Superata la mezzanotte, invece, all'01.10 è in programma l'arrivo del volo AZ 751 partito da Mykonos e alle 7.30 atterrerà il volo AZ 717 proveniente da Atene. Alle 7.55 arriverà il volo FR 6341 da Barcellona e alle 8.40 il volo VY 3306 partito da Ibiza. Nell'arco temporale dalle 18 di oggi, quando chiuderà l'hub di controllo, alle 9 di domani, quando si ricomincerà con i tamponi, arriveranno a Fiumicino 7 aerei, per un totale di circa 1200 passeggeri se si considera la capienza massima di ogni velivolo.

Pensare che oltre mille persone provenienti dai Paesi considerati a rischio non vengano controllate ma vengano lasciate libere di spostarsi per 48 ore prima che venga loro effettuato un tampone non sembra una strategia vincente nell'ottica del tracciamento dei possibili casi positivi per evitare la nascita di nuovi focolai. Una contrattidizione che sul suo profilo Twitter ha fatto notare anche la giornalista Domitilla Savignoni, volto noto del Tg5: "#Lazio tamponi a #Fiumicino solo fino alle 18! Da quel momento NESSUN controllo su chi arriva anche da Paesi a rischio ... neppure uno... forse dalle 18 in poi non si è più contagiosi...".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento