Ora torna l'autocertificazione: clicca qui per scaricare il modulo

L’autocertificazione vale per i cittadini di Lombardia, Lazio e Campania che si spostano negli orari che rientrano nel coprifuoco. Previste pesanti sanzioni per chi viola le norme

Ora torna l'autocertificazione: clicca qui per scaricare il modulo

Non solo le limitazioni con coprifuoco in diverse aree d’Italia. Ora, con l’aumentare dei casi di contagio, torna anche l’autocertificazione. (CLICCA QUI PER SCARICARE IL MODULO)

L’obbligo di compilare e avere il documento sempre con sé quando si esce non vale per tutta Italia ma solo in alcune Regione. Le ordinanze emanate ieri in Lombardia, Lazio e Campania e firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, e dai rispettivi presidente delle Regioni sarà valida in Lombardia e Campania fino al 13 novembre 2020 e nel Lazio fino al 23 novembre. Previste, se sarò necessario, anche delle proroghe. L’autocertificazione, relativa agli spostamenti tra le 23 e le 5 del mattino la si può scaricabile dai siti del ministero dell’Interno e della Polizia, servirà ai cittadini lombardi, laziali e campani per evitare la multa se si spostano negli orari vietati.

Si tratta di una scheda che va compilata ogni volta e consegnata alle forze dell’ordine che poi possono effettuare controlli successivi. In caso di visita a un parente o altre persone per motivi d’urgenza non è obbligatorio indicarne le generalità per motivi di privacy. Nella dichiarazione unica, valida in tutte le tre Regioni, le persone dovranno specificare le proprie generalità con nome e cognome, e indicare la necessità che li porterà a uscire di casa oltre l'ora del coprifuoco. Inoltre, nel documento si dovrà indicare nello spazio necessario la partenza e la destinazione dello spostamento, in caso di necessità lavorativa, e il motivo specifico in caso di urgente necessità. Nel modulo si deve indicare il motivo dell’uscita. Inoltre si dovrà dichiarare di essere a conoscenza delle misure di contenimento del coronavirus in atto, di non essere sottoposti alla quarantena e di non essere risultato positivi al Covid-19.

L'autocertificazione coprifuoco ottobre 2020, redatta "sotto personale responsabilità, ai sensi del DPR 445/2000", avrà alcune deroghe al divieto di spostamento: tra queste il ritorno al proprio domicilio,motivi di salute, comprovati motivi di lavoro, altri motivi ammessi dalle vigenti normative ovvero dai predetti decreti, ordinanze e altri provvedimenti che definiscono le misure di prevenzione della diffusione del contagio e altri motivi di urgente necessità. L'autocertificazione potrà essere richiesta e controllata dalle forze dell'ordine in caso di eventuali verifiche ai posti di blocco. Lo stesso documento è anche in possesso degli operatori di polizia e può essere compilato al momento del controllo.

Per chi non rispetta le regole sono previste multe di 400 euro. Questa cifra a scende a 280 se viene pagata entro cinque giorni. Si può arrivare fino a 4 mila euro applicando le penali per il ritardato o mancato pagamento. Se il mancato rispetto delle misure avviene mediante l’utilizzo di un veicolo le multe sono aumentate fino a un terzo. Nei casi in cui la violazione sia commessa nell’esercizio di un’attività di impresa, si applica pure la sanzione accessoria della chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni. Inoltre in caso di dichiarazione del falso le sanzioni possono arrivare fino a 3mila euro,

Commenti