"Criticarmi è uno sport": Guido Bertolaso lascia la diretta su Skytg24

Il consulente della Regione Lombardia per la campagna vaccinale ha abbandonato il collegamento televisivo

"Criticarmi è uno sport": Guido Bertolaso lascia la diretta su Skytg24

"Criticarmi è uno sport a quanto pare". Così Guido Bertolaso ha chiuso il suo ultimo intervento a Skytg24, dopo il pressing della giornalista sulle vaccinazioni ai soggetti fragili. Un finale inaspettato, con l'abbandono improvviso della diretta, dopo che il consulente lombardo sulle vaccinazioni aveva già spiegato come la Regione fosse in linea con il piano nazionale.

Guido Bertolaso è intervenuto in diretta a SkyTg24 per fare il punto sulla campagna di vaccinazione in Lombardia e, dati alla mano, ha spiegato: "In Lombardia si vaccinano circa 32-33 mila persone al giorno, soprattutto over 80 e più fragili e gli insegnanti. Siamo arrivati a vaccinare circa il 50% degli over 80 ed entro il 12 aprile spero di aver vaccinato tutti gli over 80 con la prima dose". Nei giorni scorsi Bertolaso aveva sottolineato come la regione Lombardia stesse tenendo il passo del piano nazionale e ospite su SkyTg24 ha ribadito l'intento di spingere sull'acceleratore delle somministrazioni in caso di nuovi arrivi di dosi: "Abbiamo già realizzato tutti centri vaccinali massivi, siamo assolutamente in linea con le previsioni del governo, se dovessimo ricevere più vaccini potremmo vaccinare molto di più. Con l'arrivo di nuove scorte del vaccino Pfizer, utilizzato per gli over 80, possiamo andare avanti, ma sappiamo già che prima di Pasqua probabilmente lo finiremo di nuovo. Ma la fornitura di vaccini periodica è ben programmata e ci consente di tracciare la strada che stiamo seguendo".

Il quadro fornito non andava bene alla giornalista Tonia Cartolano che, nel tornare sul tema delle vaccinazioni ai soggetti fragili, ha insistito con l'ospite: "Dottore, mi dà una data verosimile per quanto riguarda le vaccinazioni delle persone con fragilità che non siano nelle strutture?" Guido Bertolaso ha così chiarito: "Non c'è una data esatta. Per fortuna siamo in un Paese democratico e abbiamo detto a tutte le province e alle Ats di incominciare con le vaccinazioni delle persone fragili. Alcune hanno già cominciato a farlo, mediamente entro la fine del mese partiranno in tutta la Lombardia".

La giornalista ha però insistito: "Lei, quindi, mi sta dicenedo che entro la fine di marzo partono le vaccinazioni per i vunerabili qui in Lombardia?". La domanda, quindi, dopo una esaustiva risposta di Bertolaso, ha scatenato la reazione del consulente della Moratti: "Sono già iniziate le vaccinazioni dei vulnerabili negli ospedali". La giornalista: "Io non ne ho trovata una, speriamo, verificheremo". E Bertolaso sbotta: "Verificate, poi che ci mettete? Criticate Bertolaso? Tanto mi sembra uno sport abbastanza normale. Io non me la prendo, fate quello che volete. Arrivederci e buon lavoro". Liquidata la giornalista, l'ex numero uno della Protezione civile ha deciso di abbandonare il collegamento.