Vaccini, svolta in Lombardia: Fontana cambia i vertici di Aria

Dopo le pesanti critiche di Guido Bertolaso e di Letizia Moratti anche Matteo Salvini attacca Aria, la società incaricata della campagna vaccinale in Lombardia, e annuncia l'immenente arrivo di Poste come sostituto

Vaccini, svolta in Lombardia: Fontana cambia i vertici di Aria

Continuano le polemiche riguardo l'operato di Aria, acronimo di Azienda regionale per l'innovazione e gli acquisti, ovvero la società che si occupa di coordinare la logistica della campagna vaccinale lombarda.

Questa mattina la svolta: Attilio Fontana è infatti pronto ad azzerare i vertici della società e ad affidarla a un amministratore unico: "Ho chiesto ai membri del Cda di Aria di fare un passo indietro, in caso contrario disporrò l'azzeramento dello stesso affidando all'attuale direttore generale Lorenzo Gubian la guida della società", ha detto il presidente della Regione che ha concluso la conferenza affermando che "i disservizi informatici che si sono registrati durante la campagna vaccinale, recentemente a Como Cremona e in Brianza, hanno creato disagi a molti cittadini e hanno inficiato il lavoro che tutti gli operatori, sanitari e non, stanno svolgendo nei diversi centri vaccinali". E, anzi, per colpa delle criticità riscontrate la Lombardia ha dato "un'immagine distorta dei risultati che a oggi abbiamo raggiunto".

Già questa mattina alle critiche di Bertolaso e il tweet al vetriolo di Letizia Moratti in cui vengono auspicate decisioni rapide e drastiche, si era aggiunto anche Matteo Salvini.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è sgorgata lo scorso fine settimana quando i poli vaccinali di Cremona, Como e Brianza erano pronti a somministrare le dosi ma qualcosa è andato storto. Il problema è stata l'assenza dei pazienti causata dal malfunzionamento della piattaforma, gestita da Aria, che non ha mandato le convocazioni. Non si tratta però del primo errore del sistema di prenotazione di Aria che già più volte è stato criticato: prima per aver aver fissato appuntamenti ad ultraottantenni a decine di chilometri dal loro comune di residenza poi per il caso dell'Ospedale Niguarda con 300 anziani convocati e in fila ma non presenti nelle liste dei vaccinatori e ora questo.

Il leader della Lega, che ha una posizione più severa anche della Vicepresidente della Lombardia, come riporta HuffingtonPost.it annuncia: "L’obiettivo è correre. Entro la settimana dovrebbe arrivare Poste" a prendere il posto di Aria. Salvini che, mentre era a donare il sangue, ha aggiunto: "Ho sentito Bertolaso, Fontana e la Moratti, già oggi, senza i vaccini promessi e con i problemi informatici segnalati, la Lombardia è la Regione che ha vaccinato più di tutti in Italia. Non sono più ammesse incertezze".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti