In dieci giorni ripulite le strade. Il Veneto si rialza

Hanno lavorato senza sosta notte e giorno, giorno e notte, con il freddo, con la pioggia, con il vento, con il sole. Vigili del Fuoco, Protezione civile, squadre di emergenza, Soccorso Alpino, cittadini, volontari: tutti in prima linea.

Hanno lavorato senza sosta notte e giorno, giorno e notte, con il freddo, con la pioggia, con il vento, con il sole. Hanno lavorato e non si sono arresi, non si arredono e il Veneto sta tornando a splendere.

Vigili del Fuoco, volontari della Protezione Civile, militari dell'esercito, squadre di primo soccorso, squadre di emergenza, uomini del Soccorso Alpino Veneto, volontari del Ccs (Centro coordinamento soccorsi) di Belluno, polizia di Stato, carabinieri, cittadini: tutti impegnati in questa lotta contro il tempo. Perché bisogna fare i fretta, bisogna fare subito, perché arriva il freddo e le case devono essere riparate e perché riparte la stagione sciistica.

Per dieci giorni in Veneto gli uomini al lavoro nelle zone colpite hanno conosciuto fatica e devastazione. Hanno riparato le case, hanno pulito le strade, stanno tagliando quegli enormi tronchi caduti a terra e soprattutto hanno portato aiuti a chi ne aveva bisogno.

Per giorni alcune frazioni dei paesi più colpiti nel bellunese sono rimaste isolate, ma poi quando i soccorsi sono riusciti a raggiungerle hanno portato loro acqua viveri e luce. Gli elicotteri quella mattina del 3 novembre partivano uno dietro l'altro, per uno che arrivava, un altro partiva. I camion della protezione civile caricavano le bottiglie d'acqua da portare agli sfollati. E gli elicotteri trasportavano i generatori di corrente.

Ora a distanza di quindici giorni da quel 28 ottobre, le strade che prima erano interrotte, sporche e sbarrate, stanno riprendendo forma. Ed emblematiche sono le due foto postate su Facebook dal governatore del Veneto, Luca Zaia che ritrae un punto di Alleghe, prima e dopo. Nelle foto si vede la strada davanti alla sede dell'associazione volontari Croce Verde Alleghe dieci giorni fa e ora. "Questo è il Veneto", commenta Zaia. Nessun ritocco. Nessun Photoshop.

E poi ancora. "Da due settimane - scrive Zaia - migliaia di volontari, di tecnici, di operai, di professionisti, ma anche di comuni cittadini, stanno lavorando per restituire la normalità ai veneti colpiti dal maltempo. La loro è un'opera silenziosa ma instancabile, in condizioni logistiche difficilissime, in mezzo al fango e tra boschi spazzati via dalla furia del vento.
A loro va il mio personale grazie, anche a nome di tutte le popolazioni che si sono trovate e si trovano in difficoltà. Faremo tornare la nostra terra come prima, e anche meglio di prima.
FORZA, VENETO!".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

prohalecites

Mar, 13/11/2018 - 19:32

se conosci un po' di quella gente, non ne dubitavi certo. Peccato che così nessuno da giù li rifonderà dei danni, anzi magari li prenderanno un po' in giro

Reip

Mar, 13/11/2018 - 19:46

Veneto... Motore dell’Italia! Orgoglio di questa nazione!

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Mar, 13/11/2018 - 19:47

Bravi a tutti con merito! Io lo dico sempre che l'italia possiede il migliore servizio di protezione civile.

Reip

Mar, 13/11/2018 - 19:48

Si fosse trattato di calabresi sarebbero ancora a piangere e aspettare l’intervento dello Stato!

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mar, 13/11/2018 - 19:54

Grande esempio per tutta l'Italia. FATTI E NON PAROLE.

nunavut

Mar, 13/11/2018 - 19:58

Giovinap questi si chiamano non sono PATANI come li chiami tu !!! ma PADANI CON LE P@@LE.

nunavut

Mar, 13/11/2018 - 20:04

PECCATO PER IL TOSCANI nazionale dei benetton,IL QUALE DEFINÌ I VENETI TUTTI UBRIACONI, AVERNE ANCHE IN ALTRE REGIONI DI UBRIACONI CHE HANNO VOGLIA DI LAVORARE COME LORO E NON DI CA@@EGGIARE E "PIAGNER".

Ritratto di armandoesse

armandoesse

Mar, 13/11/2018 - 20:12

Altra gente

stefano1951

Mar, 13/11/2018 - 20:25

Credevano che stessimo ad aspettare il sussidio grillino o reddito di cittadinanza? Quello che non riesco a sopportare è l'adesione a questa folle idea da parte dei politici leghisti trasformatesi in avidi arraffatori di poltrone. lega addio! Da Padova.

investigator13

Mar, 13/11/2018 - 20:33

a Genova ancora a con il ponte sospeso e sono passati tre mesi, grazie a questo governo scellerato.

Giorgio5819

Mar, 13/11/2018 - 20:36

Questa non é gente che aspetta il reddito di fancazzismo, non hanno casse (di soldi) del mezzogiorno, delle due, delle tre , delle sei e mezzo, della mezzanotte..... questi lavorano... e non contano le formiche.

ellennyyy

Mar, 13/11/2018 - 20:51

i sopratutto ma tutto il nord invece di piangersi addosso si lavoro qui si che si lavora !!!!!!!!

asalvadore@gmail.com

Mar, 13/11/2018 - 20:53

Lo sapavamo, lo abbiamo visto anni fa dopo il terremoto del Friuli. La triste veritá é che la Sicilia non é il Veneto.

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 13/11/2018 - 20:55

L'ennesima dimostrazione che l'Italia non è UNA e NON E' UGUALE TRA NORD E SUD !!! Non andava unita l'Europa, andava divisa l'Italia !!! E se qualcuno ha fatti che dimostrano il contrario, li esponga.

Fjr

Mar, 13/11/2018 - 21:14

Quando un’immagine vale più di mille parole e in questo caso mi sembra superfluo qualunque commento,ma avevamo già visto durante il terremoto del 76 di che pasta sono fatti,

oracolodidelfo

Mar, 13/11/2018 - 21:14

investigator13 20,33 - vorrà dire grazie ai Governi scellerati del passato che hon hanno avuto cura del territorio e delle infrastrutture. Scelleratezze che questo Governo si è trovato sul groppone! Ci fossero i Governi precedenti, altro che tre mesi, ci vorrebbero trent'anni. Suvvia!

Giorgio5819

Mar, 13/11/2018 - 22:03

oracolodidelfo, nel 76 chi c'era? i grillini ? ma daiiii.........

oracolodidelfo

Mar, 13/11/2018 - 22:32

Giorgio5819 22,03 - rilegga. Temo abbia travisato.

Una-mattina-mi-...

Mar, 13/11/2018 - 22:53

OHIBO'... QUINDI NIENTE PROFUGHI CLIMATICI? E COME MAI QUESTI QUI RISOLVONO IN POCHI GIORNI, MENTRE I VITELLONI PASCIUTI SCAPPANO DA UN CONTINENTE ALL'ALTRO, E SI FANNO MANTENERE PER ANNI AD UFO CON I MEDESIMI PRETESTI???

venco

Mar, 13/11/2018 - 22:56

Andiamo piano con il gia tutto pulito.

daniloilo

Mar, 13/11/2018 - 23:45

Bravi....comunque per loro tutto normale.

giza48

Mer, 14/11/2018 - 00:06

Meno male che il Veneto c'è.

claudioarmc

Mer, 14/11/2018 - 01:38

giovinap impara

Giorgio5819

Mer, 14/11/2018 - 07:45

oracolodidelfo, vero !

Gianx

Mer, 14/11/2018 - 08:17

Ce ne fossero di Luca Zaia in itaglia!! Grande sempre il popolo Veneto!!

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 14/11/2018 - 08:49

dimenticavo, i superuomini in 10 giorni(!?) hanno pulito una ventina di strade con gli uomini della protezione civile e i soldi pubblici. p.s. vi chiedo scusa se vi ho svegliati dal torpore della vana-gloria!

omaha

Mer, 14/11/2018 - 08:59

Qui si vede la differenza, tra chi ha voglia di fare e di lavorare e chi no....

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 14/11/2018 - 09:13

nunavut,ti spiego per l'ennesima volta:dicasi"padano"italiano del nord che ha il padre,il nonno e il bisnonno,nati al nord italia(percentuale stimata oggi circa il 10% dei residenti)dicasi patano(come te e quasi tutti quelli che hanno commentato l'articolo)coloro che sono nati al sud o con genitori e nonni nati al sud.speriamo che hai capito!a proposito di veneto,venezia dove si trova?sai fino a ora i famosi superuomini veneti quanto si sono pappati con il"mose"?te lo dico io,6 miliardi di euro e il lavoro sta ameno dell'a metà(quella cifra bastava a costruire il ponte sullo stretto)ove mai i lavori dovessero terminare,al costo di almeno 12 miliardi)sai quali sono i costi di gestione? 80 milioni di euro all'anno!quelli che abitano al nord,fanno solo truffe colossali, mica come i poveracci del sud che fanno"truffette"per la sopravvivenza!

gbgiangi

Mer, 14/11/2018 - 09:17

Giovinap erano 22 le strade!!!! va a lavorare e non dire cazz...te

Ritratto di Trinky

Trinky

Mer, 14/11/2018 - 09:24

giovinap....sbaglio o state ancora aspettando che vu puliscano le strade?

Massimo25

Mer, 14/11/2018 - 09:26

Orgoglioso di appartenere a questa terra e a questa gente.. Non soldi pubblici sono i soldi che questo stato deve a questa gente per che é questa gente uno dei motori di questo stivale e uno di quelli più importanti e che fa vivere bene anche qualche personaggio che scrive qui.. Abbiamo aziende che sono in credito con lo stato per miliardi di euro..nel Belice dopo 50 anni dal disastro hanno ancora le baracche,all'Aquila e in altre zone dove arrivano soldi pubblici a gogò aspettano Pantalone che li aiuti..si chiamano furbi..io li chiamerei piuttosto ladri!!1

Ritratto di gianpiz47

gianpiz47

Mer, 14/11/2018 - 09:45

giovinap Mer, 14/11/2018 - 08:49 Volevi dire con i forestali della Sicilia? To nono in carioa mona.

Luthien

Mer, 14/11/2018 - 10:02

Giovinap lei dal Sud ha il coraggio di parlare di impiego di soldi pubblici? Tanto per rimanere in un tema analogo quanti ne ha drenati l'Irpinia e con quali risultati? Sono ancora gloriosamente nelle baracche a piangersi addosso e continuano a chiedere finanziamenti dopo un secolo. Non vorrei poi diventare noiosa e contrapporle il terremoto del 76 in Friuli: quella volta la protezione civile non c'era, ma la voglia di lavorare, quella si, sempre. E' evidente che le differenze culturali Nord-Sud sono insanabilmente diverse.

peter46

Mer, 14/11/2018 - 10:32

Ca...volo,questa sì che è 'imprenditoria' da imitare:correre sempre dopo x spendere e spandere,mai prima.Che ca...volo hai fatto negli anni Zaia, x possibilmente 'PREVENIRE'?'Guardavi' Galan sull'affare mose aspettando seduto che passasse il suo cadavere x prenderne il posto?INVESTIGATOR13 ...guarda che tagliare alberi caduti con i milioni in dotazione della Protezione Civile,'possibilitata' a spendere a sua discrezione,non è ricostruire un ponte da milioni di euro e 'milioni' di regole da 'rispettare'.Anche in Liguria,a quel che dice la LEGA locale e regionale a tutti i senza più tetto o con tetto 'impossibilitato',gli è stata data o una casa o un alloggio ed in meno tempo di quanto ha avuto bisogno Zaia a far tagliare gli alberi che ostruivano il paesaggio.Rispondi a Venco piuttosto.

Giorgio5819

Mer, 14/11/2018 - 11:05

giovinap, conta le formiche ! pulcinella !

alfonso cucitro

Mer, 14/11/2018 - 11:26

Grande il Veneto con i suoi abitanti. Ancora una volta hanno dato ampia dimostrazione di efficienza e generosità,senza aspettare che i soccorsi venissero dall'alto.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 14/11/2018 - 11:36

guarda come schiumano i patani quando gli sbatti in faccia la verità per che non hanno argomenti! da contrapporre. venite a commentare l'articolo "i disoccupati rifiutano già i contratti di lavoro: aspettiamo il sussidio" di paolo bracalini, ho la certezza che non verrete per che vi mancano le pal... ohps... vi manca il coraggio!

Ritratto di gianpiz47

gianpiz47

Mer, 14/11/2018 - 11:57

giovinap Mer, 14/11/2018 - 09:13 Forse volevi dire speriamo che avrebbi capito oppure speriamo che capirebbi. Per te i congiuntivi come speriamo che abbia capito sono troppo difficile, Comunque mi ripeto: To nono in carioa mona.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 14/11/2018 - 12:35

gianpiz47,(nick nuovo, vero? il vecchio era troppo sputtanato!) non, volessi dire che tu sarebbi lo scemo del villaggio!scusa se non parlo il ciociaro che è la tua lingua matrigna!