Per non offendere gli islamici adesso si censura pure Dante

"In Dante, Maometto subisce un destino crudo e umiliante, solo perché è il precursore dell’Islam". È un caso la nuova traduzione politicamente corretta della Divina Commedia di Dante che circola in Belgio e Olanda. E dalla Germania danno al poeta del "plagiatore e arrivista"

Dante "rivisto" in Belgio e Olanda per non offendere gli islamici e attaccato duramente da un giornale tedesco. Mentre oggi in Italia si celebra il Dantedì, la giornata nazionale dedicata al Sommo Poeta Dante Alighieri (1265-1321), in Belgio e Olanda una nuova traduzione in fiammingo politicamente corretta della Divina Commedia evita di citare il nome del Profeta dell'islam, Maometto, per non offendere gli islamici. Dante, infatti, lo colloca tra i seminatori di discordie della IX Bolgia dell'VIII Cerchio dell'Inferno, la cui pena consiste nell'essere fatti a pezzi da un diavolo armato di spada. Maometto compare nel Canto XXVIII, vv. 22-63, e appare tagliato dal mento all'ano, con le interiora e gli organi interni che gli pendono tra le gambe. Il caso, riportato dal quotidiano belga De Standaard, e citato dal giornalista Giulio Meotti nella sua newsletter, fa discutere: nella traduzione in fiammingo dell’opera, a cura di Lies Lavrijsen, il nome di Maometto viene infatti rimosso per per non essere "inutilmenti offensivi", come ha sottolineato l’editore Blossom Books. Come sottolinea l'editore Myrthe Spiteri, che ha rimosso i riferimenti al Profeta dell'Islam, "in Dante, Maometto subisce un destino crudo e umiliante, solo perché è il precursore dell’Islam". Trattasi dell'ennesima - e questa sì, umiliante - sottomissione culturale dell'Occidente all'Islam, che rinuncia ai suoi maestri - come Dante - pur di non rischiare di offendere gli islamici.

"Così si censura Dante per non offendere gli islamici"

Sottomissione dettata non solo da un atteggiamento ma anche dai numeri: a Bruxelles i musulmani sono il 25,5 % della popolazione, in Vallonia il 4,0 % mentre nelle Fiandre il 3,9%, mentre nei vicini Paesi Bassi i musulmani rappresentano il 4,9% della popolazione. Come nota Avvenire, va sottolineato che la posizione di Dante nei confronti della cultura arabo-musulmana è molto complessa e comporta una fitta serie di scambi, come ha documentato fin dal 1919 lo studioso e sacerdote spagnolo Miguel Asín y Palacios nel classico L’escatologia musulmana nella Divina Commedia. Sul tema interviene l'eurodeputata della Lega, Silvia Sardone: "Oggi è la Giornata nazionale dedicata a Dante, il sommo poeta. Purtroppo in Europa invece di celebrarlo si arriva persino a censurarlo. In Belgio, infatti, una nuova traduzione dell’Inferno della Divina Commedia di Dante, tradotta in fiammingo, ha rimosso Maometto per non essere inutilmente offensivi" osserva l'esponente del carroccio.

"Ma per i buonisti di oggi bisogna cancellare persino la storia della letteratura. Dante, per qualcuno, è razzista, islamofobo e poco inclusivo. Ma ci rendiamo conto? In un’Europa sempre più sottomessa agli islamici, si arriva a fare le pulci a una pietra miliare della nostra storia, alla più grande opera mai scritta in italiano. Il tutto per non urtare i musulmani, ormai sempre più padroni a casa nostra. Nulla che sorprenda, sottolinea Silvia Sardone, "visto che alcuni estremisti di un gruppo salafita tentarono anni fa un attentato nella chiesa di San Petronio a Bologna dove c’è un affresco di Maometto all’inferno".

L'attacco choc della Germania a Dante

E nel giornata in cui si celebra Dante, dalla Germania, e in particolare dal Frankfurter Rundschau, in un articolo a firma dello scrittore e commentatore Arno Widmann, arriva un incredibile e sconcertante attacco contro la figura di Dante e contro l'Italia. Secondo lo scrittore, in Italia oggi si celebra un poeta medievale "anni luce dietro a Shakespeare", egocentrico e arrivista, che ha poco a che fare con la nascita della lingua italiana. Widmann osserva, fra mille inesattezze, che "l’Italia lo loda perché ha portato la lingua alle altezze della grande letteratura: si è costruito la lingua per la sua opera e da questa lingua è nata la lingua dei suoi lettori e poi dell’Italia". Per lo scrittore tedesco Dante è un plagiatore: secondo Widmann, infatti, meglio "non fare un torto a Dante, sottovalutando la sua spregiudicata ambizione", perché in realtà "potrebbe aver sognato, col suo viaggio cristiano nell’Aldilà, di fare un colpaccio ai danni del poema arabo". Come riporta La Repubblica, Widmann riprende la tesi - smentita - dello studioso spagnolo Asín Palacios, il quale nel 1919 affermò che la Divina Commedia si basava su un poema mistico arabo in cui si narra l’esperienza dell’ascesa al Cielo.

Accuse choc alle quali il ministro ai beni culturali Dario Franceschini replica con un tweet: "Non ragioniam di lor, ma guarda e passa" ,afferma l'esponente del governo Draghi, che cita il terzo canto dell'Inferno per replicare, nel giorno del Dantedì, all'attacco a Dante Alighieri da parte del giornale tedesco Frankfurter Rundschau.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Gio, 25/03/2021 - 16:49

Questi a forza di non volere offendere, offendono non poco e non solo l'intelligenza

Ritratto di illuso

illuso

Gio, 25/03/2021 - 16:55

Stiamo andando via di testa tutti... tra un po' cambieremo anche qualche brano del Vangelo e diversi versetti della Bibbia. Pazzesco.

cegs49

Gio, 25/03/2021 - 16:58

ma che ci stiamo a fare in Europa? Per le fregature che regolarmente ci tirano? Personalmente non ho istinti "masochistici" chi li ha scelga per favore sistemi diversi cosi da non coinvolgere tutti gli italiani. Dopo la grancassa trionfalistica del "ci salverà l'europa..." alla provadei fatti in realtà ..ci affonda , vedi vaccini e ora recovery plan...

Alessio2012

Gio, 25/03/2021 - 16:59

I TEDESCHI DOVREBBERO ABBANDONARE LA GERMANIA PER PROTESTA...

ulio1974

Gio, 25/03/2021 - 16:59

Il ministro ai beni culturali Dario Franceschini anzichè "twittare" e farfugliare cose che legge solo lui dovrebbe chiedere spiegazioni agli ambasciatori di questi paesi.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Gio, 25/03/2021 - 17:03

ah ah ah ridicoli!!!

sbrigati

Gio, 25/03/2021 - 17:04

Quando alcune persone si rendono conto di essere inutili e falliti cercano un modo per emergere ed ingraziarsi certa, gente credendo in questo modo di ricavarne gratitudine. Poracci!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 25/03/2021 - 17:06

In genere musulma

cgf

Gio, 25/03/2021 - 17:07

Per non offendere le altre religioni, si dovrebbe cambiare il Corano, no?

Ritratto di Smax

Smax

Gio, 25/03/2021 - 17:08

Penso che non farò in tempo a vedere quando abbatteranno il colosseo e tutte le arene romane perché i romani erano razzisti. Perché ci si arriverà.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 25/03/2021 - 17:09

musulmani arabi statevene a casetta vostra, la nostra cultura vi da il mal di stomaco, tornate da dove siete venuti, vi paghiamo anche il biglietto di sola andata, ma toglietevi dalle balle una volta per tutte.

maurizio@rbbox.de

Gio, 25/03/2021 - 17:09

Tutto molto bello.

maurizio@rbbox.de

Gio, 25/03/2021 - 17:09

Questi sono "i partner" europei, figuratevi il resto.

pc64

Gio, 25/03/2021 - 17:09

Nel Medio Evo di credeva che Maometto fosse un (ex) Cardinale che, arrabbiato per non essere diventato Papa, avesse fatto uno scisma e creato una nuova religione. Per la legge del contrappasso, Dante lo condanna ad essere tagliato in due, esattamente come lui aveva "tagliato in due" la Chiesa. Questi nord-europei ignoranti sono tanto arroganti con i cattolici quanto arrendevoli con i musulmani. Facile prendersela con quelli che porgono l'altra guancia...

Ritratto di navigatore

navigatore

Gio, 25/03/2021 - 17:11

che ci siano persone ritenutesi, colte, imparate, intelligenti, è tutto un dire , ma il tempo e la storia insegna, questi passano come nebbia al sole, personaggi come DANTE, restano ,la fama si realizza con volontà ed intelletto, cosa che in certe Nazioni è solo un optional.....visti certi anonimi personaggi in cerca di vana gloria

marival

Gio, 25/03/2021 - 17:11

Non mi permetterei mai di mettere anche solo lontanamente in dubbio la grandezza poetica di Dante né la sua esperienza soprannaturale, ma, se vogliamo considerare la "mistica cristiana", bisogna dire che qualcuno ci ha voluto far sapere che l'aver fatto i nomi di coloro che ha incontrato nel suo singolare Viaggio, è costato a Dante un giudizio piuttosto severo. La mistica in questione (peraltro nota a tutti) avrebbe affermato che Dante si sarebbe dovuto limitare a descrivere luoghi, peccati e castighi. Ognuno poi creda a ciò che vuole, ovviamente.

Ritratto di Rettiliano

Rettiliano

Gio, 25/03/2021 - 17:12

Totalmente in disaccordo verso questa scemenza vergognosa e chiunque sia di sx si deve opporre alla prepotenza religiosa. La Commedia si dovrebbe leggere tutti i giorni però. Non solo il dantedì del villaggio per fare i tweet sovranisti.

rudyger

Gio, 25/03/2021 - 17:14

mi dispiace, Il problema, anche se divisi ma sempre italiani, ce lo siamo portati avanti per 700 anni ma noi italioti del III° millennio (nota il numero latino !) ora finalmente ci adatteremo immediatamente. Ce lo dice la UE.

APPARENZINGANNA

Gio, 25/03/2021 - 17:15

La barbarie non era solo nazista, affondava le radici nella loro storia.

Tergestinus.

Gio, 25/03/2021 - 17:16

Ha ha, un tedesco che scrive che Dante sarebbe "anni luce dietro a Shakespeare"! A parte la gratuità ridicola dell'affermazione in sé, almeno avesse scritto "inferiore a Goethe", o a Klopstock come poeta sacro, o a Lutero come creatore di una lingua illustre. No! A Shakespeare! Completamente asservito alla sottocultura angloamericana dominante. Dopo 75 anni hanno ancora la sindrome di Stoccolma verso quelli che li hanno sconfitti e li adulano come il cane bastonato. Fanno proprio pena.

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 25/03/2021 - 17:20

In questa Europa di pusillanimi, di cuor-di-conigli, di finti statisti e di scappati di casa basta il ruggito di un agnello per farli svenire di paura! Oddìo, non è che in Italia stiamo meglio, eh...

Iacobellig

Gio, 25/03/2021 - 17:22

Si stanno superando i limiti. Gente creatina che non ha nulla a che vedere col rispettare o meno gli islamici, anche perché sarebbe bene conoscere qual è il loro rispetto verso noi.

Giorgio Colomba

Gio, 25/03/2021 - 17:24

Virus della demenza - altro che Covid - in rapidissima diffusione.

Franco.Carbone

Gio, 25/03/2021 - 17:24

Certo che l'invidia è proprio una pessima consigliera. L'italiano è la quarta lingua più studiata al mondo dopo l'inglese (per ovvi motivi) lo spagnolo, che si parla in quasi tutto il centro-sud America, ed il cinese parlato da circa un miliardo e mezzo di cinesi mentre l'italiano è parlato solo in Italia e quindi è evidente che per chi lo studia non è la madre lingua, ma, si sa, viene studiato perché nel mondo la gente di cultura ama leggere la letteratura italiana non mediata da traduzioni spesso approssimative, compresa la Divina Commedia. Il tedesco al massimo lo si può studiare per leggere il libretto di istruzioni di quache aspirapolvere.

cabass

Gio, 25/03/2021 - 17:31

Ma chi se ne frega di cosa pensano in Belgio o in Germania, non sono paesi italofoni, per cui Dante non li riguarda.

necken

Gio, 25/03/2021 - 17:31

il nuovo che avanza o che s'avanza...a cui dovremmo adattarci?...

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 25/03/2021 - 17:37

Franceschini, sveglia! O meglio: dimettiti.

killkoms

Gio, 25/03/2021 - 17:39

sono solo degli ignavi ipocriti che non hanno mai espresso figure come i grandi italiani di cui Dante è parte!

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Gio, 25/03/2021 - 17:46

Per non offendere gli islamici censurano Dante. Ma gli islamici censurano il Corano quando continuamente ripete che il credente deve ammazzare gli infedeli (cristiani e israeliti)?

Lele53

Gio, 25/03/2021 - 17:51

Sarebbe da farsi un sorriso se non fosse che la cosa è drammatica. Lo smantellamento della propria cultura è la distruzione della propria identità, della propria origine. Ricordiamoci cosa scriveva Oriana Fallaci e capiamo come questa società sia destinata a sparire. Maledetti!!!

maxxena

Gio, 25/03/2021 - 17:56

La censura in mano a cervelli piccoli produce grandi disastri.

leopard73

Gio, 25/03/2021 - 17:58

La politica ha fatto diventare L'ITALIA un PAESE SGANGHERATO sotto ogni aspetto siamo un popolo che ci hanno venduto i nostri valori culturali e NON!!!!!

Ritratto di Triatec

Triatec

Gio, 25/03/2021 - 18:02

I tedeschi persone per le quali non vale nemmeno la pena di sprecare parole di condanna: si deve solo andare oltre, come dice il Poeta: "non ragioniam di lor, ma guarda e passa"

baio57

Gio, 25/03/2021 - 18:03

Il Ministero della Verità è troppo intento nella narrazione di tutto ciò che è imposto dal nuovo regime terapeutico, non ha tempo per queste pinzillacchere.

CoolMI

Gio, 25/03/2021 - 18:10

Ennesimo servilismo pro islam già preannunciato da Oriana Fallaci una ventina d'anni fa.

Ritratto di Adespota

Adespota

Gio, 25/03/2021 - 18:11

Dante effettivamente ha sbagliato: il vero inferno non è quello ultraterreno, ma sta nell'apprendere ogni giorno notizie siffatte.

onurb

Gio, 25/03/2021 - 18:11

Dante ha messo all'inferno anche dei papi. Io ricordo Niccolò 3°, Bonifacio 8°, Clemente 5°, ma ciò non ha generato scandalo nei Tedeschi e nei Belgi. L'Europa che rinuncia alla propria storia e alla propria cultura è destinata a estinguersi, alla stessa stregua del panda gigante. A quando l'ostracismo ai libri di storia che riportano le battaglie di Poitiers, Lepanto e Vienna che hanno salvato l'Europa dall'espansionismo musulmano?

lorenzovan

Gio, 25/03/2021 - 18:18

Tutto fa brodo per far dimenticare i disastri lumbard in materia COVID

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Gio, 25/03/2021 - 18:22

Questi si sono bevuti il cervello!

bingbang

Gio, 25/03/2021 - 18:26

Tutto come previsto; sempre più Eurabia, con la complicità di collaborazionisti, non so se in buona fede o no.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 25/03/2021 - 18:40

Chiedetelo agli ortodossi dell'Europa orientale cosa voleva dire rispettare il dogma dell'Islam quell'esperienza secolare che hanno vissuto i serbi e le terre affacciate sul Mar Nero.

AlvinS83

Gio, 25/03/2021 - 18:40

Si dai che bello! Cancelliamo la storia per plasmarla a modo di prendere voti rossi dai!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 25/03/2021 - 18:44

Chissà come sarebbero state scritte le epiche gesta dei Nibelunghi se fossero state scritte sotto il dettato dei mullah.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 25/03/2021 - 18:45

Ed ora Benigni che farà, dovrà sorvolare su quei versetti dove si cita Maometto?

mimmo1960

Gio, 25/03/2021 - 18:51

Per lorenzovan. O i tuoi i tuoi beniamini in tema COVID nazionale??

Andoni

Gio, 25/03/2021 - 18:52

Attenzione alla bufala dell’«italiano quarta lingua più studiata al mondo»: conoscere il numero delle persone che studiano una determinata lingua nel mondo è praticamente impossibile. Si può avere una stima abbastanza accurata di quanti individui frequentano i corsi di italiano organizzati da realtà come gli Istituti italiani di cultura, ma anche questo dato è parziale.

Savoiardo

Gio, 25/03/2021 - 18:53

Tutti al seguito di don Bergolio,l'ultimo Papa.

barbarablu

Gio, 25/03/2021 - 18:54

e poi mi parlate di europa.....

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 25/03/2021 - 21:24

Noi abbiamo Dante Alighieri loro cosa hanno? Non fatemelo dire che é successo solo 80 a

Abit

Ven, 26/03/2021 - 10:10

Chi ha deciso di non nominare Maometto nella versione fiamminga della Divina Commedia è un grande fesso. Cosi si alterano i "testi sacri" dei grandi scrittori e poeti? Mi riviene alla mente la citazione del Paleologo fatta da Benedetto XVI durante la "lectio magistralis" di Ratisbona nel 2006 che scateno' vivissime polemiche nel mondo musulmano... Chissà che un letterato musulmano leggendo la "Commedia" in fiammingo non sollevi un problema analogo....

buonaparte

Ven, 26/03/2021 - 10:14

androni studiata non vuol dire parlata.. proprio perchè poco parlata puo essere tra le lingue piu studiate perchè non si impara nel quotidiano perchè non molto parlata anche se nel mondo ci sono almeno 60 milioni di italiani emigrati compresi i figli e nipoti che però non parlano piu nel quotidiano l'italiano quindi spinti ad impararlo..

GioZ

Ven, 26/03/2021 - 10:18

Dante "è" razzista, omofobo, islamofobo. E anche un po' paraculo. Chiunque abbia letto la Divina Commedia lo sa bene. Ma questo non giustifica la rimozione tout court dei suoi brani. Non ti piace la Divina Commedia? Non leggerla. Proporla in versione censurata è fuorviante e anche sciocco: o la si studia nella sua intierezza, o la si lascia. Poi, liberamente, ognuno può farsi l'opinione che vuole. Di questo passo modificheremo il 99% della letteratura globale di tutti i tempi, perchè c'è sempre qualcuno che non è d'accordo con qualcosa, in ogni libro al mondo.

titina

Ven, 26/03/2021 - 10:38

Quindi non è il dantedì ma il vaffadantedì.

rudyger

Ven, 26/03/2021 - 10:55

Latin sangue gentile sgombra da queste dannose some, non far idolo un nome vano senza soggetto, che il furor di lassù gente ritrosa, vincere d'intelletto, peccato è nostro e non natural cosa. Aggiungo Cesare: I Belgi sono più duri di tutti e perchè lontanissimi dalla nostra civile umanità.....

Luigi Farinelli

Ven, 26/03/2021 - 11:30

Mi pare che la semplice replica di Franceschini con un "cinguettio" (tradotto dall'inglese tanto per cominciare a difendere la lingua italiana) risulti troppo leggera e insufficiente. Stiamo sbracando su tutto e la civiltà occidentale fra un pò non sarà più neanche un ricordo perchè la cancel culture farà radere al suolo musei, cattedrali, bibiloteche storiche agendo come i talebani contro le statue dei Budda e contro le antiche vestigia romane e assire in Siria e Iraq.

cir

Ven, 26/03/2021 - 11:46

lorenzovan Gio, 25/03/2021 - 18:18 : per quelli faremo un girone a parte..

lorenzovan

Ven, 26/03/2021 - 13:11

GIOZ..10.18 commento intelligente e condivisibile..nessun artista o essere umano ..in generale..e' condivisibile al 100%..diciamo che e' e deve essere come una biblioteca..ognuno sceglie la parte che preferisce e gli si adatta e lascia negli scaffali il resto

lorenzovan

Ven, 26/03/2021 - 13:37

cir..tra quelli neri rosso verdi gialli arancione azzurri e arcobalenati..non so se bastera' un girone..forse un inferno intiero

gabro91

Lun, 05/04/2021 - 13:49

Cristo di un Dio... Siamo ridicoli. Nemmeno la nostra "opera magna" è originale... Tutto un plagio. Solo questo sappiamo fare noi italoti: rubare le idee degli altri, agghindarle con qualche fesseria italica e spacciarle per nostre. Dio quanto mi vergogno... Vorrei che questo paese sprofondasse tra i flutti; almeno non saremmo più costretti a sprofondare nel ridicolo.