"Se vince Trump, andiamo via dagli Usa": ora queste star lo faranno davvero?

Da Robert De Niro a Miley Cyrus. Ecco i dieci volti noti del mondo dello spettacolo che hanno confessato voler abbandonare gli Usa dopo la vittoria di Trump

"Se vince Trump, andiamo via dagli Usa": ora queste star lo faranno davvero?

Donald Trump è il quarantacinquesimo Presidente degli Stati Uniti d'America, ma tra i tanti volti noti del mondo dello spettacolo che lo sostengono, c'è anche chi non condivide le sue idee e minaccia di emigrare in un altro Paese: ecco dieci personaggi che hanno dichiarato di voler lasciare gli Usa dopo il suo insediamento alla Casa Bianca.

Miley Cyrus, sul suo account Instagram, ha scritto: "Andasse a quel paese Trump. Me ne vado dagli Usa... e non sono parole campate in aria!". Il suo pensiero trova conforto nelle parole di Robert De Niro che da mesi attacca duramente Donald Trump. "Non posso prenderlo a pugni. È il presidente — ha spiegato l'attore -. Sono un cittadino italiano, probabilmente mi trasferirò lì".

Anche Mia Farrow si è scagliata a più riprese contro Trump e a poche ore dal trionfo del tycoon ha confessato: "Ho già pronto un passaporto irlandese". Nella lista c'è pure Samuel L Jackson, l’indimenticabile protagonista di Pulp Fiction, che durante un'intervista ha attaccato duramente Donald: "Se questa spazzatura diventa presidente, muovo il mio culo nero in Sudafrica".

Ma la lista è ancra lunga e dopo la cantante Barbra Streisand, le attrici Neve Campbell e Amber Rose, lo scrittore Stephen King e Ne-Yo, c'è il premio Oscar Jennifer Lawrence che ha rivelato: "Trump è peggio di Snow, il personaggio contro cui combatto in Hunger Games. Me ne vado".

Commenti