Dottoressa uccisa a Chiuduno, arrestato pure un carabiniere: rubato il bancomat a un ferito

Tra cadaveri, feriti e delinquenti in fuga, il carabiniere ha rubato la borsa a una passante che aveva accostato per dare una mano. Il bancomat usato per giocare alle slot

Dottoressa uccisa a Chiuduno, arrestato pure un carabiniere: rubato il bancomat a un ferito

Con due cadaveri ancora riversi a terra, numerosi feriti in attesa di essere soccorsi e gli investitori in fuga, ha pensato di sottrarre dall’auto di una passante una borsa per poi usare il bancomat rubato per giocare in due sale slot di Dalmine. Il colpevole è D. T., un carabiniere che domenica 8 settembre era intervenuto dopo l’investimento e l’uccisione di Eleonora Cantamessa, la dottoressa travolta (guarda la gallery) proprio mentre prestava soccorso all’indiano Baldev Kumar.

Il furto dopo la tragedia di Chiuduno. Secondo la ricostruzione fatta dall’Eco di Bergamo, a scoprire l’autore del furto sarebbero stati i carabinieri di Bergamo e Grumello, colleghi di D. T. Il militare, che è in servizio alla tenenza di Seriate, non si è fatto alcuno scrupolo di fronte alla tragedia che si era appena consumata a Chiuduno. Tra cadaveri, feriti e delinquenti in fuga, ha pensato a far sparire la borsa abbandonata sull’Audi A2 di Joana Maria Busucic, barista romena che a sua volta aveva accostato per dare una mano nei soccorsi, e di appropriarsi del bancomat che avrebbe poi usato per giocare alle videolottery in due sale slot di Dalmine. I colleghi lo hanno riconosciuto dalle immagini delle due sale slot e lo hanno denunciato per furto e indebito utilizzo di carte di credito.