Droga nel sangue e nelle urine: bimba di 2 anni in coma

Aperta un'inchiesta per capire come sia stata intossicata dalle sostanze stupefacenti, nel frattempo il tribunale toglie la patria podestà ai genitori.

Droga nel sangue e nelle urine: hashish, marjiuana e persino cocaina. Analogamente al caso giudiziario conclusosi pochi giorni fa, la vittima di questa triste vicenda non è un tossicodipendente, ma una bambina di soli due anni e mezzo.

La bambina, orginaria della provincia di Milano, è stata traasportata all'ospedale la notte del 22 dicembre a seguito di un apparente svenimento. I genitori, un ambulante di 30 anni e la sua compagna poco più giovane, hanno chiamato i soccorsi che, inizialmente, hanno portato la bambina all'Humanitas di Rozzano.

Essendo la struttura priva di un reparto di pediatria, la piccola è stata spostata all'ospedale San Matteo di Pavia dove è arrivata in coma.

I sanitari, dopo aver individuato le cause del problema, hanno trattato la bambina per un intossicazione di droga, riusciendo a stabilizzarla e a farla riprendere.

Nel frattempo sono intervenuti polizia e tribunale dei minori di Milano, che hanno affidato la piccola, al reparto pediatrico del San Matteo, dove ora si trova insieme alla mamma. Ai genitori è stata tolta d'urgenza la podestà ed è stata aperta un'inchiesta per capire come sia stata intossicata dalla droga.

La bambina, su richiesta del legale dei due genitori, chiederà al tribunale che la piccola sia affidata agli zii che vivono a Brescia.