Esplode un focolaio tra i rom: ​allarme fughe dalla zona rossa

Almeno 25 positivi nei palazzi della cominità bulgara di Mondragone. Disposta una mini zona rossa. I video sui social smentiti dalla polizia. Ma i quotidiani parlano di fughe dal lockdown

Un focolaio che preoccupa. Venticinque persone già pisitive su 519 tamponi realizzati tra la comunità bulgara di etnia rom di Mondragone, in provincia di Casera. Ne mancano ancora 63 da processare, ma l'obiettivo è quello di arrivare a circa 700 test per controllare tutti i residenti dei palazzi ex Cirio, una "enclave bulgara in centro città", scrive il Mattino, e creare così un cordone sanitario che mantenga Covid-free il resto del centro abitato.

Sono ore complicate quelle che si stanno vivendo in Campania. Tutto inizia quando la scorsa settimana un uomo di origine bulgara viene trovato positivo al coronavirus. Poteva essere un episodio isolato, poi però venerdì scorso anche una donna che ha partorito all'ospedale Sessa Aurunca ha scoperto di aver contratto il virus. Il bambino e i parenti sono risultati tutti negativi, ma il secondo contagio ha fatto scattare l'allarme di allerta. Nei giorni scorsi sono stati fatti alcuni tamponi, trovando alcuni positivi. Poi è partito lo screening di massa. "I positivi - spiegava ieri al Messaggero il sindaco Virgilio Pacifico - andranno al Covid Hospital di Maddaloni, gli altri resteranno a Mondragone e saranno monitorati costantemente. Sappiamo che anche in Bulgaria ci sono focolai, e non è improbabile che i casi di Coronavirus nella comunità bulgara di Mondragone siano dovuti a persone tornate in Italia nei giorni scorsi". Sull'area ieri il presidente Vincenzo De Luca ha disposto una mini "zona rossa" che comprende quattro edifici della cosiddetta area ex Cirio dove si stima che risiedano stabilmente tra le 600 e le 700 persone, molte delle quali di origine straniera. Si sono stanziati in città da un decennio - racconta Il Mattino - sbarcano il lunario lavorando come braccianti nelle campagne del territorio, dell'entroterra massicano e dell'Agro aversano, per pochi euro all'ora e quasi sempre sfruttati dal caporale di turno. Vivono ammassati in decine in pochi metri quadrati, in appartamenti spesso fatiscenti dal punto di vista strutturale e in condizioni igieniche e sanitarie di estremo degrado". A controllare i varchi ci sono carabinieri, vigili e esercito. L'isolamento per ora durerà sette giorni. Poi si vedrà.

Sebbene il direttore generale dell'Asl di Casera, Ferdinando Russo, assicuri che "la situazione per ora è sotto controllo", la vicenda tiene banco sui giornali e sui social. Ieri è apparso sui social un video in cui si vedono alcune persone intente a fare una sorta di "trasloco" con tanto di materassi in spalla. Subito si è diffusa la voce che si trattasse di "fughe" dalla zona rossa, situazione smentita però dalla polizia municipale. Secondo il comandante David Bonuglia gli individui immortalati nel video erano residenti in una strada non coinvolta nel lockdown, dunque avrebbero avuto tutta la libertà di muoversi in strada. Persone sfrattate da proprietari di case dove erano alloggiati fino ad ora. Tuttavia, secondo il Mattino "sono numerose le segnalazioni di fughe dalla zona rossa con il rischio di diffondere il nuovo virus: tre braccianti e altri 5 residenti sono stati intercettati dalle forze dell’ordine, ed è atteso l’esito dell’esame di laboratorio". Secondo il quotidiano, alcuni residenti sarebbero stati rintracciati nelle abitazioni di conoscenti nelle vie parallele a viale Margherita. Tutti sarebbero stati rintracciati e sottoposti a tampone.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Calmapiatta

Mer, 24/06/2020 - 11:19

Tutte persone che osserveranno, scrupolosamente, il periodo di quarantena.

cgf

Mer, 24/06/2020 - 11:23

De Luca: noi ai milanesi, ok ai rom, meglio se vivono assembrati anziché in strutture controllate

manson

Mer, 24/06/2020 - 11:34

Chiudere l’area nel raggio di 3 km lockdown immediato. Metterci L esercito a presidiare. Solo così si combattono i nuovi focolai

aldoroma

Mer, 24/06/2020 - 11:40

Tutte persone che rispetta tutto

Albius50

Mer, 24/06/2020 - 11:42

GOVERNATORE DE LUCA BATTI UN COLPO, poi come alla GARBATELLA o alla clinica SAN RAFFAELE anche voi avete le vostre zone ROSSE a quattro mesi da quel 22 Febbraio, il NORD cerca di uscirne grazie ai TAMPONI mentre il centro sud langue, ovvero li considera solo una perdita di tempo.

Mr Blonde

Mer, 24/06/2020 - 12:16

manson esatto, anche a roma in lombardia e in tutti i nuovi e vecchi focolai

ulio1974

Mer, 24/06/2020 - 12:30

il presidente Vincenzo De Luca ha disposto una mini "zona rossa". Quindi le zone rosse possono essere istituite dal Presidente di regione: perchè non venne fatta in provincia di Bergamo??

Malacappa

Mer, 24/06/2020 - 12:41

Bulgari...che ci fanno qui marciare dritto in bulgaria mo guarda te pure questi

SemprePiùBasito

Mer, 24/06/2020 - 12:51

Naturalmente l'assenza del Ministro degli Interni si fa sentire... e come sempre è la miglior propagatrice di Coronavirus. Pensare di cinturare la zona rossa dei Rom ? Quando mai ? Si lede la libertà dei Rom ma si può ledere quella degli italiani che debbono sopportare e richiudersi in casa per farsi contaminare da questi irrispettosi dell'ordine pubblico.

Albius50

Mer, 24/06/2020 - 13:01

La mini zona rossa riguarda solo alcuni stabili, mentre la zona di Bergamo ERA MOLTO + VASTA e ci vuole molto personale MILITARE x GESTIRLA, qualcuno che scrive a vanvera dovrebbe riflettere e non fare come al solito il COMPAGNO di SINISTRA.

florio

Mer, 24/06/2020 - 13:08

@ulio1974-12:30, un conto è disporre zona rossa un paesino, un altro gestire un area industriale ad alta densità di popolazione. In questo caso ci vuole l'esercito, e forze di polizia che fanno capo al governo centrale, ministro della difesa e dell'Interno. Cosa già ampiamente detta e ridetta. Conte stesso, ha ammesso che la chiusura di Alzano e Nembro spettava a lui e non l'ha voluta prendere. Più chiaro di così!

GINO_59

Mer, 24/06/2020 - 13:13

Prima di istituire un obbligo bisogna vedere se c'è la volontà ed i mezzi per farlo rispettare!

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Mer, 24/06/2020 - 13:33

Come, scappano?

maurizio-macold

Mer, 24/06/2020 - 14:43

Signor Albius50 (13:01), la zona rossa a Bergamo si poteva fare, ed il governo aveva mandato ingenti forse militari per gestirla: non lo ricorda? Poi il Fontana dall'alto della sua inettitudine ed incapacita' ha preferito sentire la campana degli industriali della zona ovviamente contrari alla zona rossa e non ha preso provvedimenti. Sulla coscienza del Fontana ci sono migliaia e migliaia di morti, ma a lui questa cosa non fa ne' freddo ne' caldo, a lui interessa la poltrona e niente altro.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mer, 24/06/2020 - 16:08

mandarli nei loro paesi,no vero? l'ue non vuole....questi ci portano solo fastidi,e grossi

dafisio

Mer, 24/06/2020 - 16:29

maurizio-macold è inutile che continui a blaterare con sciocchezze che sembrano essere diventate il suo credo: sulla responsabilità della mancata istituzione della zona rosa nella bergamasca c'è un'indagine in corso di cui bisogna attendere gli esiti. Nel frattempo il procuratore di Bergamo incaricato dell'indagine ha affermato che la decisione sulla zona rossa spettava al governo.

Teobaldo

Mer, 24/06/2020 - 19:04

@maurizio-macold; vorrei far notare che si scrive né caldo né freddo quindi con l'accento non con l'apostrofo questo per la forma quanto alla sostanza lei non sa quello che scrive, le basta solo sputare veleno...in questo riesce benissimo...

beppe61

Sab, 27/06/2020 - 14:59

Grazie PD per incentivare l’invasione dell’Italia da ogni direzione , finitele di parlare di razzismo perché se inizierà una vera fase di malumore degli italiani verso i rom questi se ne dovranno andare velocemente oltre confine , solidale con i Mondraghesi .