"Falsa testimonianza". La procura di Roma indaga su Virginia Raggi

Il progetto mai realizzato del nuovo stadio della Roma a Tor di Valle continua ad avere strascichi: indagata Virginia Raggi

"Falsa testimonianza". La procura di Roma indaga su Virginia Raggi

C'era una volta il nuovo stadio della Roma, un progetto faraonico che avrebbe portato alla costruzione di una struttura innovativa nella zona di Tor di Valle. Il progetto è naufragato ma nel frattempo ha generato conseguenze legali sul piano penale. È di queste ore la notizia che esiste un'indagine dalla procura di Roma che vede coinvolta Virginia Raggi, ex sindaco di Roma di area Movimento 5 stelle.

Virginia Raggi, infatti, risulta indagata dalla procura di Roma per falsa testimonianza in relazione a una sua deposizione al processo sullo stadio della Roma. A renderlo noto è stato Il fatto quotidiano, secondo il quale la denuncia è legata a quanto riferito in aula nel maggio 2012 a proposito del passaggio tra il progetto partorito dalla giunta Marino a quello modificato durante la sua permanenza in Campidoglio. Come viene riferito, davanti ai giudici la Raggi disse che "circolò nel Movimento il parere (...) del giudice Imposimato (...)" per cui "noi potevamo revocare la delibera di Marino" ma "non abbiamo seguito perché (...) non è immaginabile tornare indietro rispetto a una decisione (...) che ha determinato degli effetti". Il parere di Imposimato, in base a quanto si legge, diceva di "annullare" la delibera, non di "revocare". Per il Comune l'annullamento a differenza della revoca non avrebbe comportato subito esborsi verso la Roma, ma l'avrebbe esposto, in un eventuale ricorso, a risarcimenti anche superiori, conclude il quotidiano.

L'avvocato difensore di Virginia Raggi, Alessandro Mancori, ha commentato la notizia che vede protagonista la sua assistita: "Confermo la ricezione di una elezione di domicilio da parte dell'avv. Virginia Raggi ma, a parte quanto pubblicato oggi da Il fatto quotidiano, nulla sappiamo sull'ipotesi di reato contestato nè se la Procura stia procedendo d'ufficio o su querela/esposto della signora Grancio, come sembrerebbe emergere dalle agenzie uscite sulla vicenda. Si rimane ovviamente a disposizione della magistratura". Il legale ha poi aggiunto: "A quanto leggo sulla stampa, si parlerebbe di un esposto-querela dell'ex consigliera comunale M5S Grancio, che in passato ha fatto altre denunce contro l'ex sindaca Raggi, sempre tutte archiviate. Si parla di una falsa testimonianza, ora capiremo quale sarebbe il passaggio in questione, comunque siamo a disposizione".

Commenti