La serata al bar con gli amici, poi si dà fuoco in strada

Ancora ignote le ragioni che possono avere spinto il 28enne a compiere un simile gesto, secondo alcune fonti il giovane soffriva molto in seguito alla separazione dalla sua ex moglie. Salvato dai passanti, è ora ricoverato in prognosi riservata al centro grandi ustionati di Roma

Momenti di paura nel centro di Ficulle, comune in provincia di Terni, dove un giovane operaio di 28 anni si è dato fuoco sotto gli occhi di numerosi testimoni, scatenando il panico. Ricoverato al centro grandi ustionati di Roma, versa ora in gravissime condizioni.

Il fatto, secondo quanto riferito dai quotidiani locali che hanno riportato la notizia, si è verificato durante la serata di venerdì 3 gennaio, intorno alle ore 21:00.

Stando alle dichiarazioni delle persone interrogate sulla vicenda, il 28enne è uscito in strada dopo aver trascorso un po' di tempo in un bar insieme ad alcuni amici. Dopo una tranquilla serata in compagnia, il terribile ed improvviso gesto.

Abbandonato il locale, il giovane si è cosparso di liquido infiammabile e si è dato fuoco.

Immediato l'allarme lanciato dai passanti, che hanno subito cercato di intervenire. Le urla hanno richiamato anche gli amici del 28enne, accorsi fuori dal bar. Servendosi di asciugamani e di indumenti bagnati, hanno tentato con estrema fatica di fermare l'avanzare delle fiamme, mentre qualcuno si occupava di chiamare i soccorsi. Sul posto si sono precipitati i sanitari del 118, che hanno subito cercato di stabilizzare il giovane prima di procedere al trasporto d'urgenza presso il più vicino nosocomio.

Dopo aver raggiunto in codice rosso l'ospedale di Orvieto (Terni), il giovane, risultato fin da subito in gravissime condizioni, è stato immediatamente trasferito mediante elisoccorso al centro grandi ustionati del Sant'Eugenio di Roma, dove si trova tuttora ricoverato in prognosi riservata.

I medici hanno spiegato che le ustioni interessano purtroppo gran parte del corpo, e molte di queste risultano piuttosto estese e profonde. Il 28enne è in coma, ed i sanitari stanno costantemente monitorando le sue condizioni, così da decidere il miglior trattamento a cui sottoporlo. Ancora incerto l'intervento chirurgico.

Informati sul caso, i carabinieri del comando di Orvieto si stanno occupando di indagare in merito alla drammatica vicenda. Nessuno, infatti, avrebbe visto il giovane compiere l'atto di darsi fuoco, perciò non sono note le dinamiche precedenti all'incendio. Ancora ignote, inoltre, le ragioni che possono aver portato il 28enne a compiere un simile gesto. Secondo alcune voci, l'uomo stava ancora soffrendo in seguito alla separazione dalla sua ex moglie, avvenuta lo scorso anno. La donna, fra l'altro, vive a poca distanza dal luogo dove l'operaio ha deciso di darsi alle fiamme.

Sconvolto Gianluigi Maravalle, sindaco di Ficulle. “Siamo una piccola comunità e questo fatto ci colpisce molto. Il ragazzo è conosciuto da tutti come una persona estremamente solare. Questo gesto nasce probabilmente da un momento di profondo sconforto”, ha commentato, come riportato da “PerugiaToday”.