Firenze, bandiera neonazista nella caserma dei carabinieri

La notizia è stata postata in un video, pubblicato su "ilsitodifirenze", ripreso dall'esterno della caserma Baldissera

Firenze, bandiera neonazista nella caserma dei carabinieri

Saranno effettuati accertamenti interni per verificare se davvero in una delle stanze della caserma Baldissera di Firenze, sede del sesto battaglione dei carabinieri, è stata affissa una bandiera da guerra del Secondo Reich e da chi. Lo si apprende dall'Arma che rende noto che il comandante del battaglione sta "valutando provvedimenti disciplinari" ed eventuali conseguenze penali del gesto. A notare e filmare la bandiera del Reich, appesa in una stanza, forse un ufficio della caserma, che si affaccia sui viali di circonvallazione, è stato un giornalista che ha poi pubblicato il video su ilsitodifirenze.it. Nel video si nota, affisso a un muro della stessa stanza, anche un poster con un fotomontaggio di Matteo Salvini che impugna un mitra.

"Ho già chiesto al Comandante generale chiarimenti rapidi e provvedimenti rigorosi verso i responsabili di un gesto così vergognoso". Così in una nota il ministro della Difesa, Roberta Pinotti. Che poi ha aggiunto: "La Repubblica Italiana e la sua Costituzione si fondano sui valori della Resistenza, sulla lotta al fascismo e al nazifascismo. Chiunque giura di essere militare lo fa dichiarando fedeltà alla Repubblica, alle sue leggi e alla Costituzione. Chi espone una bandiera del Reich non può essere degno di far parte delle Forze Armate essendo venuto meno a quel giuramento. I carabinieri sono un simbolo della sicurezza della nostra comunità, l'Italia, che si basa su questi valori. Per questo è ancora più grave l'esposizione della bandiera nazifascista all'interno di una caserma dei Carabinieri".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti