L'evasione beffa dal tribunale: clamorosa fuga di un jihadista

A Firenze, un tunisino accusato di terrorismo è riuscito a scappare durante un'udienza. Ferito al collo un agente penitenziario

Le manette le ha lasciate su un autobus. Prima, Abidi Aymen, tunisino di 25 anni, arrestato a Firenze due mesi fa per terrorismo, è riuscito a evadere dal palazzo di giustizia di Firenze, dove era stato portato ammanettato per un'udienza. Come ci sia riuscito resta ancora da chiarire. Il 25enne accusato di un tentato omicidio a Lipsia il 9 aprile 2020, è scappato dal Tribunale di viale Guidoni, divincolandosi dalla presa dei suoi custodi e ferendo al collo un agente della penitenziaria. Poi avrebbe addirittura scavalcato un recinzione. Il tutto mentre era ammanettato. Le manette le hanno ritrovate gli agenti della questura su un autobus, non appena è stato diffuso via radio a tutte le forze dell'ordine l'avviso di ricerca dell'evaso. Sarebbero state abbandonate a bordo di un mezzo della tramvia proveniente dall'aeroporto, la linea T2, alla fermata Stazione. Ma del fuggitivo, capelli neri, corti, per ora nessuna traccia. Sulla vicenda è intervenuto anche il leader della Lega Matteo Salvini. "Un detenuto tunisino del carcere di Sollicciano a Firenze è evaso al termine dell'udienza nel palazzo di Giustizia, spaccando il naso a un agente della polizia penitenziaria. Solidarietà agli uomini e alle donne in divisa che da troppo tempo chiedono a questo governo - inascoltati - di poter utilizzare la pistola a impulsi elettrici sperimentata grazie alla Lega", ha commentato.

Subito è stata allertata anche la Polfer e il tunisino è stato cercato ovunque. Dal sottopasso della stazione di Santa Maria Novella fino nei retrobottega di alcuni negozi di via Palazzuolo. L'ipotesi degli investigatori è che il 25enne possa aver trovato un rifugio proprio nei dintorni di via Palazzuolo. L'area, centro di spaccio e degrado, è da tempo luogo di ritrovo di molti connazionali del fuggitivo. Il sospetto è che Abidi Aymen possa aver trovato lì degli amici, magari qualche complice che ora lo sta coprendo. Ma l'evasione rocambolesca del tunisino sta creando non pochi imbarazzi al sistema penitenziario, data anche l'estrema pericolosità dell'uomo. Abidi, infatti, avrebbe preso parte a una sparatoria in Germania, a Lipsia, all'altezza del numero 71 di Eisenbahnstrasse. Un cittadino serbo di 47 anni rimase gravemente ferito al collo. Le indagini portarono poi a un blitz della polizia in un appartamento in Rudolf Breitscheid. Troppo tardi. Gli agenti trovarono lì tre giovani, ma del sospettato numero uno nessuna traccia. Anche in quel caso si era dileguato fino ad arrivare a Firenze. Poi è stato identificato e catturato il 23 luglio in centro a Firenze dagli uomini della squadra mobile diretta da Antonino De Santis. La cattura però è stata tutt'altro che un'impresa facile. Si nascondeva in città sembra da almeno una decina di giorni, quando i poliziotti l'hanno individuato nel pomeriggio nella zona del Mercato Centrale, in sella a una bici. Da lì il tentativo di fuga del tunisino e l'inseguimento tra i banchi del Mercato di San Lorenzo e le altre vie adiacenti. La corsa era terminata poco dopo in via dell'Ariento all'angolo con Borgo La Noce. Poi la Corte d'appello aveva convalidato l'arresto. Fino alla nuova fuga di ieri.

Le indagini, secondo quanto riferito da fonti investigative, si starebbero concentrando sull'analisi del traffico telefonico dell'utenza di un cellulare pare a lui riconducibile. Centrale per rintracciarlo sarebbe la ricostruzione dei movimenti in Italia del tunisino, fino all'arrivo a Firenze. Il sospetto è che il fuggitivo si stia avvalendo della stessa rete di coperture sfruttata due mesi fa, prima della cattura del 23 luglio. Ora è tuto da rifare e intanto, a Firenze, è caccia all'uomo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

27Adriano

Ven, 18/09/2020 - 10:48

..Ditemi che è una barzelletta!!.. Fatico a credere!! Un terrorista islamico che fugge?? Era tenuto per le orecchie come i bambini che fanno i capricii???

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Ven, 18/09/2020 - 10:48

Purtroppo una parte di immigrati Magrebini, una volta arrivati in Europa, si tramutano lentamente in odiatori dell'Occidente e degli Occidentali. Le stragi sono state molte. Gli omicidi anche. Perché i Governi europei e il PE non organizza un programma di leggi che impedisca la metamorfosi di questi soggetti che spesso manifestano strani comportamenti prima di agire? Certamente se questo soggetti non fossero arrivati in Europa ci sarebbero stati molti meno morti.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Ven, 18/09/2020 - 10:54

L'Italia é un Paese da Operetta! Pm che si scatenano contro le destre e terroristi che fuggono dai tribunali, dalle carceri, dai centri di accoglienza etc. etc. E il ministro Lamorgese che non esprime alcun commento e non prende alcuna iniziativa seria!

Ettore41

Ven, 18/09/2020 - 10:56

Una sola mesta e triste domanda:Ma come diavolo sono addestrative i nostri tutori dell'ordine. Li menano, li mandando all'ospedale, ora addirittura si fanno scappare tra le mani uno ammanettato!!! Ma la catena ai piedi come negli USA no?

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 18/09/2020 - 11:09

Una volta si scrivevano le barzellette sui Carabinieri, oggi bisogna scriverle sui tribunali e sulla giustizia !!!

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 18/09/2020 - 11:09

Ettore41, catena ai piedi? Scherzi! Chi ci salverebbe dal salmodiare dei fessi di "Nessuno Tocchi Caino"...già, perché ad Abele ci ha già pensato lui.

Giolo

Ven, 18/09/2020 - 11:14

Da quello che vedo nei TG italiani, i delinquenti sono sempre ammanettati con le mani davanti al corpo. Qui in Germania, dove risiedo, qualsiasi ammanettamento viene fatto con le mani dietro la schiena. Vorrei vedere, sed il tunisino fosse stato ammanettato in questo modo, come avrebbe fatto a ferire un agente di sorveglianza, scavalcare un muro e liberarsi delle manette. Semplicemente ridicolo.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 18/09/2020 - 11:16

poverino... non è abituato a essere trattato e riverito :-)

Brutio63

Ven, 18/09/2020 - 11:20

Grandi risorse per l’Italia, grazie a chi ha favorito l’importazione senza freni e senza controllo di questi soggetti, grazie a chi ha devastato l’Italia trasformando le sue città d’arte in suk, bivacchi e centrali di spaccio e prostituzione a cielo aperto per il piacere delle ong e delle Coop pro accoglienza che lucrano soldi pubblici. Vergogna, povera Italia e poveri italiani!

Brutio63

Ven, 18/09/2020 - 11:27

Perché non hanno usato le armi in dotazione? Forse per paura delle azioni disciplinari? Un fatto gravissimo che mette in luce gravi carenze che vanno approfondite per adeguare i protocolli operativi!

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Ven, 18/09/2020 - 11:36

Le cose sono due, o lo hanno fatto scappare o gli agenti sono degli incapaci. Inoltre, se fossimo un paese con un minimo di cervello, le manette le metteremmo dietro alla schiena e non davanti come dei fessi. Ma poverini i galeotti, mica vorrai fargli questo torto inumano.

steacanessa

Ven, 18/09/2020 - 11:37

Avete capito perché negli usa i delinquenti in corso di trasferimento vengono ammanettati mani e piedi?

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 18/09/2020 - 11:55

Fuggire addirittura dal palazzo di giustizia? Ottima notizia,che dà pienamente l'idea del fallimento totale della giustizia italiana. E il perché lo sappiamo benissimo,anche se a sx fanno melina.

Enne58

Ven, 18/09/2020 - 12:18

Ridicoli e incapaci, indagatevi per manifesta incapacità

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 18/09/2020 - 12:25

Lamorgese ..... continua così .....

mepiabene

Ven, 18/09/2020 - 12:42

Un bravo ragazzo?

frabelli1

Ven, 18/09/2020 - 12:54

Qualcosa in questo rovinoso paese non funziona più. Questo ormai sta durando dal 2011, dal famoso sovvertimento politico

magnum357

Ven, 18/09/2020 - 13:04

Ai nostri ministri di Governo, non frega niente, pensano solo a ciapar soldi !!!!!!! A casa tutti e si torni al voto !!!!!!!!!!!!!!!!!!

killkoms

Ven, 18/09/2020 - 13:10

Non per niente negli Usa bloccano ai delinquenti anche i piedi!Ma da noi i perbenisti ipocriti urlerebbero al trattamento disumano e degradante!

ItaliaSvegliati

Ven, 18/09/2020 - 13:14

Dategli anche il REDDITO DI FANNULLANZA e albergo m5stelle...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 18/09/2020 - 13:19

Grazie sinistra.

electric

Ven, 18/09/2020 - 13:22

Poverino, è fuggito dalla fame, dalla guerra e dalla povertà

Giorgio Colomba

Ven, 18/09/2020 - 14:24

Fuggito durante un'udienza? Può succedere solo in questo defedato Paese.

obiettore

Ven, 18/09/2020 - 14:29

È venuto qua per questo. Col consenso delle autorità e fa il lavoro, con diligenza, per il quale è stato invitato .Mica come gli italiani lavativi e paurosi.

honhil

Ven, 18/09/2020 - 14:31

Questo governo un obiettivo di certo l’ha abbondantemente raggiunto: ridicolizzare le forze dell’ordine.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 18/09/2020 - 14:53

per "catturare" fede in un ristorante di napoli impiegarono una decina di poliziotti per bloccarlo al tavolo dove stava cenando, fuori dal ristorante c'era anchhe un autoblindo, e una decina di gazzelle dei carabinieri, un carro armato in via chiatamone, una decina di cecchini sopra il castel dell'ovo, un sommergibile in profondità nel golfo di napoli, due cacciatorpediniere e la corazzata Potëmkin oltre una stormo aereo di incursori e intercettori , le frecce tricolori, mentre "la banda di pignataro suonava dove stà zazzà! . mentre fanno scappare un pericoloso jihadista dal palazzo di giustizia di firenze, bufffffffooooooniiiiiiiiiiii!!!

Happy1937

Ven, 18/09/2020 - 14:57

Solo in un Paese tanto disgraziato da avere Ministri come Lamorgese e Buonafede un mascalzone puo`riuscire a scappare da un Tribunale

Yossi0

Ven, 18/09/2020 - 16:02

Ma si, ma si, cosa volete che sia se aveva la pazienza di aspettare lo avrebbero liberato senza bisogno di questa pantomina

Santorredisantarosa

Ven, 18/09/2020 - 16:08

E' CHIARISSIMA L'IMPREPARAZIONE PERSONALE DEGLI ELEMENTI PREPOSTI ALLA TRADUZIONE E SCORTA. IMPREPARAZIONE OLTRE ALL'INEFFICIENZA DEI MEZZI E TECNICHE ATTIVE E PASSIVE NEL NON FARSI NE' FERIRE, NE' BIDONARE. SONO COMICHE, NO SONO TRAGEDIE DI UNA NAZIONE ORMAI IMPREPARATA E INSULSA.

NOWAY99

Ven, 18/09/2020 - 16:55

Questo bel personaggio tra i tanti che si sollazzano a spese del contribuente nel paese barzelletta dell'accoglienza ha solo anticipato i tempi senno' ci avrebbe pensato il noto ministro che ha regalato aria fresca a 500 boss mafiosi a renderlo uccel di bosco. Comunque che strano i delinquenti gli assassini i ladruncoli e perfino i terroristi islamici come meta ambita scelgono tutti il nostro paese, del resto se si puo' scappare da un tribunale con tanto di manette qui ogni loro sogno puo' realizzarsi facilmente. Poi come dice la Murgia è un bravo ragazzo, va in giro ad ammazzare perchè in Germania non si sentiva integrato ma gli passerà.

Giorgio5819

Ven, 18/09/2020 - 18:35

Ettore41,....mi sa che ultimamente sono "addestrati" a stare fermi, altrimenti si alterano i comunisti che abitualmente difendono i delinquenti...

filder

Ven, 18/09/2020 - 18:44

Lo avranno fatto scappare, storie ridicole in salsa Italiana Vergogna difronte al mondo intero

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 18/09/2020 - 20:00

Sinisrti, qui che avete da dire. Non fate più i ciarlatani?

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Sab, 19/09/2020 - 11:28

In America li incatenano mani e piedi ma, si sa, in America sono disumani... P.S. Povera Italia, da quali cervelli sei governata !

SemprePiùBasito

Sab, 19/09/2020 - 12:30

Ma rivolgetevi a Bonafede e alla Lamorgese... sicuro ne sanno qualcosa vista la loro inefficienza globale.

walter viva

Sab, 19/09/2020 - 14:36

Intanto i soggetti pericolosi o condannati a reati gravi dovrebbero partecipare ai processi solo in videoconferenza. Se qualche benpensante alla nessuno tocchi caino s'inalbera, chi se ne impipa.