L'Anpi e il convegno sulle foibe. Scoppia la polemica al Senato

L'Anpi organizza un convegno sul fascismo e le foibe al Senato, ma la politica e le associazioni accusano: "Negazionismo"

L'Anpi, per Donatella Schürzel, ha mosso un "attacco subdolo e negazionista" sul tema delle foibe. Il convegno organizzato dall'Associazione nazionale partigiani italiani presso la biblioteca del Senato, anche per il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, ha un "chiaro obiettivo negazionista".

Polemiche simili erano state sollevate anche lo scorso anno, con la stessa sigla organizzatrice protagonista. Ma non in relazione ad una conferenza come quella prevista per domani. La stessa che sembra avere tutti i crismi della ufficialità istituzionale. L'evento rischia di essere travolto da una vera e propria bufera mediatico-politica. La coalizione di centrodestra, che nel 2004 ha istituito per legge il Giorno del Ricordo, sta insorgendo. Ma anche la Schürzel, che è la presidente dell'Anvgd di Roma, si è fatta sentire con chiarezza.

Stando a quanto riportato dall'Adnkronos, l'esponente del comitato romano dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia ha parlato di una "cosa ignobile", riferendosi appunto al convegno che si terrà tra qualche ora. Ma a preoccupare non sono soltanto le tematiche che verranno esposte: la presidente ha rimarcato come non tutti gli interessati possano accedere all'iniziativa, che è dunque riservata agli invitati. Le domande provenienti dal comitato sono dirette e precise: "Forse perché ha paura di qualcuno che possa creare un contraddittorio? O teme di avere rappresentanti di esuli o parenti e amici di persone finite nelle foibe che possano testimoniare che questa è storia e verità e non ipotesi e illazioni?". Ci si chiede dunque quali siano le ragioni dietro le porte chiuse. Nonostante la ricerca storiografica, quindi, sembrano persistere tentavi volti a dubitare della veridicità del dramma degli infoibati o quasi. Vale la pena sottolineare come, dal punto di vista contenutistico, la linea perseguita dall'iniziativa dell'Anpi debba ancora essere verificata. Se non altro perché l'evento non si è ancora tenuto. Ma qualcosa nell'aria c'è. E la Schürzel lo ha fatto notare, concludendo in questa maniera: "Certo è che l'Anpi, forse presa da sconforto per il fatto che il giorno 10 febbraio il Senato insieme alla Camera celebrerà il giorno del ricordo a palazzo Madama, ha pensato di passare sottotraccia e fare, in un luogo attinente allo stesso Senato, un convegno dai toni quantomeno ambigui e oscuri". Si tratterebbe di una contromossa, insomma.

Sul manifesto dell'iniziativa sono stati riportati gli interventi. Tra questi, è previsto quello della storica Anna Maria Vinci, che parlerà di fascismo di confine. Lo stesso titolo della conferenza può essere indicativo: "Il fascismo di confine e il dramma delle foibe". Il sentore insomma è che l'Anpi possa provare a ridistribuire le responsabilità di quei fatti, che sono ormai invece storicizzati.

Il senatore di Fratelli d'Italia Luca Ciriani è poi intervenuto nel corso della serata, invitando tutti a tenere presente le parole del presidente della Repubblica Sergio Mattarella sulla tragedia vissuta dagli istriano-dalmati. Ciriani, secondo quanto ripercorso anche dall'Agi, ha voluto rammentare come le foibe siano state un "crimine". E l'Anpi, per l'esponente del partito guidato da Giorgia Meloni, "cerca di avvelenare la memoria degli infoibati". Toni simili a quelli utilizzati da Emanuele Merlino, che è il presidente del Comitato 10 Febbraio: "La storia delle foibe e dell'esodo merita rispetto", ha esordito. Poi la stoccata: "Strumentalizzarla ai fini ideologici come sembra fare l'Anpi non solo è scorretto ma è anche un'ulteriore ingiustizia a chi ha tanto sofferto". Vedremo se nel corso delle ore ci saranno altri sviluppi sul caso, che per Merlino rappresenta una vera e propria "ennesima vergogna".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Antimo56

Antimo56

Lun, 03/02/2020 - 21:59

Finché al Quirinale c'è quello lì....

d'annunzianof

Lun, 03/02/2020 - 22:03

AFFOGHERETE NELLE VOSTRE MENZOGNE! LA STORIA LA POTETE FALSIFICARE MA NON LA POTETE CAMBIARE!! E IL TEMPO E` GALANTUOMO!

restinga84

Lun, 03/02/2020 - 22:07

Ma,questa gente non ha nulla da fare.Cosa vanno a organizzare questi facinorosi dal momento che,fascismo e nazismo sono morti e sepolti.

Gianni11

Lun, 03/02/2020 - 22:14

La verita' sulle foibe sara' censurata da facebook come "odio". I sinistroidi sono tutti uguali e sempre in guerra contro la verita'.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 03/02/2020 - 22:16

ANPI ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARASSITI ITALIANI

Giorgio5819

Lun, 03/02/2020 - 22:17

Tanto chi deve sapere sa...e se ne frega del negazionismo.

ex d.c.

Lun, 03/02/2020 - 22:29

Che senso ha oggi L'ANPI?

fifaus

Lun, 03/02/2020 - 22:35

Ignobili: non si può aggiungere altro...

porcorosso

Lun, 03/02/2020 - 22:45

ANPI=Associazione Nazionale Partigiani (giusto, solo una parte, NON TUTTI) Italiani: il fascismo di confine è stato esercitato anche in Südtirol: Sterzing (Vipiteno), Brixen (Bressanone) etc. etc... Anna Maria, pensi veramente a chi ha subito fascismo di confine. (e comunque alla fine meglio l'Alto Adige italiano cha la Galizia del III Reich). La storia non potrà mai riconoscere il valore dei mercenari di Stalin, peggiori di quelli di Hitler, ammesso che ne abbia avuti.

killkoms

Lun, 03/02/2020 - 22:49

quelli che campano do gloria nemmeno vissuta!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 03/02/2020 - 22:52

se essere di sinistra significa questo, allora significa ben oltre: vergognarsi di essere italiano e di essere di sinistra! ci meritiamo sputi in faccia! berlusconi rappresentava il meglio, ma lo avete quasi distrutto, pur di avere ragione su tutto e su tutti, anche quando non potete averne....

lorenzovan

Lun, 03/02/2020 - 22:58

bah..i negazionisti della shoah a lamentarsi dei possibili negazionisti delle foibe..prendetevi per mano..falliti frustrati

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Lun, 03/02/2020 - 23:41

Tenuto conto che il sodalizio e' ormai monopolizzato solo da chi si ispira alle poco gloriose imprese del partigianato comunista (vedi Longo, Moranino, "Mirko" in FVG ecc.) invitare l'ANPI ad un convegno sui massacri delle foibe e' come invitare una volpe ad un convegno sul massacro delle galline.

maria angela gobbi

Mar, 04/02/2020 - 02:48

il PdR avrebbe dovuto nominare senatori o senatrici a vita contemporaneamente le Segre e Una/o Scampata/o all'infoibamento:ma ha prevalso un'idea di parte,sciagurata,perché anziché unire serve a dividere.Ho un'amica,fuggita dall'Istria,appena in tempo per salvare la vita:non è anche lei una Scampata a un Olocausto,minore per numero,ma non per atrocità? La nomina della Sig.ra Segre sembra (ma forse non sembra,ma E')un'operazione studiata per fomentare odio anziché sopirlo

Dordolio

Mar, 04/02/2020 - 06:37

Via signori... il negazionismo è una becera operazione di rivisitazione della storia... oppure un nobile atto chiarificatore.... Dipende da chi ne è l'autore e da quale "bandiera" batte. I "Padroni del Discorso" sappiamo chi sono. E sono le bestie trionfanti di oggi. Non ce ne stupiamo e non dimentichiamolo MAI.

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 04/02/2020 - 07:19

L'ANPI al convegno sulle foibe? È come dare la presidenza dl AVIS a Dracula!

PassatorCorteseFVG

Mar, 04/02/2020 - 08:34

argomento che scotta per chi ha la coscienza sporca,le foibe,alla fine , sono state solo pulizia etnico-politica a chi si opponeva che il friuli.venezia.giulia fino al fiume tagliamento fosse annesso da tito,poi le cose sono proseguite in maniera diversa, anche grazie al generale neozelandese, disobbedendo a monty, dopo 40 giorni, durante i quali le truppe di tito commisero queste atrocità,diede ordine alla sua brigata di avanzare verso trieste. la mattanza fini solo per questo. un protagonista, ormai morto, io lo ha conosciuto e si chiama willy wallace, inglese messo a fianco del generale causa la conoscenza della zona e della lingua italiana. concludendo bisogna rispettare tutte la vittime causa le idiozie di certe ideologie, non ci sono vittime di serie A e di serie B., E LASCIAMO AI VERI STORICI LA GIUSTA RICOSTRUZIONE DI TUTTO, CHI é STATO PARTE IN CAUSA, non puo avere la giusta serenità nel sentenziare. ciao a tutti.

gneo58

Mar, 04/02/2020 - 08:38

il passato e' passato, del futuro non c'e' certezza, vediamo invece di pensare ai problemi di oggi che ce ne sono tanti, anzi troppi.

Abit

Mar, 04/02/2020 - 09:17

Sciogliere l’ANPI? Si alla morte dell’ultimo (vero) partigiano. Poi basta!

GiovannixGiornale

Mar, 04/02/2020 - 09:17

ANPI? Perché non anche ex garibaldini o ex legionari romani?

01Claude45

Mar, 04/02/2020 - 09:20

Visto i presupposti dell'Anpi ed in concomitanza della manifestazione congiunta Camera-Senato, sarebbe utilissimo cogliere l'occasione per dirimere PER SEMPRE il PROBLEMA NEGAZIONISTA votando: 1) Il riconoscimento del GENOCIDIO ITALO-TITINO DELLE FOIBE 2) Lo scioglimento dell'Anpi per mancanza di PARTIGIANI (son praticamente TUTTI DEFUNTI).

ST6

Mar, 04/02/2020 - 09:47

PassatorCorteseFVG: "argomento che scotta per chi ha la coscienza sporca,le foibe,alla fine , sono state solo pulizia etnico-politica" Ah, la pulizia etnica. Ilpassatempo preferito dei signori ultranazionalisti nei Balcani che tanti prendono a modello di civiltà e di nazione. E tutti muti

Ritratto di wombat

wombat

Mar, 04/02/2020 - 09:48

Ignoravo che in Italia ci fossero cosi tanti centenari,

Ritratto di Spiderman59

Spiderman59

Mar, 04/02/2020 - 09:49

È di fondamentale importanza alla fin fine non negare le doti d'umanità, l'innata bontà, l'indiscutibile propensione a far del bene, l'altruismo di baffo Iosif, e non mettere assolutamente in discussione quel numero preciso: sei milioni.

cuoco

Mar, 04/02/2020 - 09:49

Il primo a teorizzare l'uso delle foibe per buttarci dentro gli avversari fu un ministro fascista che predicava la pulizia etnica, dopo che il Duce aveva dichiarato gli slavi razza inferiore. Erano gli anni Venti

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 04/02/2020 - 09:59

Fra 10 anni l'ANPI dovrà essere solo una associazione privata di simpatizzanti dei partigiani e mantenuto con solo i soldi degli iscritti e a libera offerta e non più con l'aiuto economico statale. Sfido che a quella data 2030 ci sia ancora un partigiano vivente.

PassatorCorteseFVG

Mar, 04/02/2020 - 10:19

gentile signore ST6, purtroppo nel 1995, la storia si è ripetuta in bosnia, e le fosse comuni di srebrenica ne sono la testimonianza,lei lo sa chi sono gli autori? io si, poi mi auguro che queste cose finiscano in tutto il mondo, sono cose che non fanno onore a noi esseri umani, nel salutarla le auguro a lei e ai suoi cari salute e prosperità.ciao a tutti.

ninito

Mar, 04/02/2020 - 10:34

Io sono un esule giuliano, abbiamo perso tutto quello che avevamo a Fiume e siamo scappati per poter salvare la pelle. Questi pseudo partigiani, perchè ormai i veri sono quasi tutti morti, dovrebbero accettare tutte le schifezze che hanno fatto, inutile nascondersi dietro il negazionismo, il fatto è sucesso ed è un fatto vero. Invece di fare contromanisfestazioni chiedete scusa per quello che avete fatto.

ilcapitano1954

Mar, 04/02/2020 - 11:04

Ma quanti partigiani esistono ancora in Italia?

venco

Mar, 04/02/2020 - 11:59

Sulle foibe non finirono fascisti perche fuggirono in tempo ma finirono in gran parte impiegati pubblici, insegnati e forze dell'ordine, tutta gente non compromessa con il fascismo, si sappi.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 04/02/2020 - 12:16

... è come dire che la segre organizza un convegno sull'olocausto e invita anche i gerarchi nazisti!

buonaparte

Mar, 04/02/2020 - 18:41

GRANDE GIOVINAP.. GIUSTA RIFLESSIONE..

ST6

Mer, 05/02/2020 - 09:34

ilcapitano1954: "Ma quanti partigiani esistono ancora in Italia?" Ma rossi o bianchi?

ST6

Mer, 05/02/2020 - 09:37

PassatorCorteseFVG: "gentile signore ST6, purtroppo nel 1995, la storia si è ripetuta in bosnia, e le fosse comuni di srebrenica ne sono la testimonianza,lei lo sa chi sono gli autori? io si" Lei chiede se io so? Piuttosto, lei lo sa che io ho servito in quei Balcani? E lei c'era? Robe da matti, lezioni "di vita" sull' "internette"...