Colpa delle luminarie natalizie: va in fiamme la villa della famiglia Montezemolo

Sul posto i vigili del fuoco, i volontari del 118 ed i carabinieri: a causare le fiamme un cortocircuito delle luminarie di Natale, nessun ferito

Colpa delle luminarie natalizie: va in fiamme la villa della famiglia Montezemolo

Un terribile incendio è scoppiato durante la serata di Natale nella villa di Castiglione Torinese (Torino) appartenente alla famiglia Cordero di Montezemolo. A rimanere gravemente danneggiata, secondo quanto riferito da AdnKronos, è l'abitazione sita in strada San Martino di Marco Cordero Montezemolo, notaio di 71 anni e fratello minore del più famoso Luca Cordero Montezemolo, ex presidente di Fiat, Ferrari e Confindustria.

L'allarme è stato lanciato intorno alle 20:30 di ieri, venerdì 25 dicembre, quando le fiamme hanno cominciato ad avviluppare l'edificio risultando tra l'altro visibili anche da molto lontano. Sono stati i vicini ad accorgersi per primi di quanto stava accadendo ed a consentire l'arrivo immediato dei soccorsi in zona, grazie alla tempestiva segnalazione. Sul posto si sono infatti precipitati i vigili del fuoco di Torino, Chivasso e Volpiano, i volontari del 118 in ambulanza ed i carabinieri del comando locale e della sezione radiomobile.

Malgrado la paura di quei momenti, nessuno è fortunatamente rimasto ferito. In casa, oltre al custode della villa, si trovavano anche gli anziani suoceri del notaio Luca Cordero Montezemolo; tutti illesi e soccorsi dal personale medico. Salvati anche alcuni bovini che si trovavano nelle vicinanze della tenuta. Dopo diverse ore di lavoro, oramai a notte fonda, i vigili del fuoco sono riusciti a domare le fiamme ed a mettere in sicurezza l'abitazione, anche se il secondo piano ed il tetto sono stati dichiarati inagibili per motivi di sicurezza.

Del caso si stanno adesso occupando i carabinieri del comando locale. Stando ai primi accertamenti, il rogo non avrebbe avuto un'origine dolosa. L'incendio sarebbe infatti partito dal tetto, per poi raggiungere il secondo piano della villa. È molto probabile, secondo i militari che hanno effettuato un primo sopralluogo, che le fiamme siano divampate in seguito ad un cortocircuito delle luminarie di Natale installate sul tetto. Un guasto sarebbe pertanto stato la causa scatenente. La struttuta ha riportato danni ingenti.

Al momento dell'incendio, il notaio Marco Cordero Montezemolo non si trovava in casa. Tanta paura per le persone che abitano nei pressi della villa: le fiamme, infatti, erano visibili anche da lontano.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti