Genova, aperta la camera ardente. Si cerca ancora un disperso

In Capitaneria di porto le salme. Per i funerali di Stato si aspetterà, forse fino al ritrovamento dell'uomo che manca all'appello

Genova, aperta la camera ardente. Si cerca ancora un disperso

Mentre continuano le ricerche del corpo del sergente Gianni Jacoviello, l'unica persona ancora dispersa dopo il tragico incidente che ha distrutto la torre piloti del porto di Genova, le salme delle vittime sono state trasportate oggi alla Capitaneria di porto, dove è allestita la camera ardente.

Gli otto corpi rimarranno accanto al molo Giano, a poca distanza dal luogo dell'incidente. I visitatori potranno rendere omaggio alle salme fino alle otto. Bisognerà aspettare ancora per i funerali di Stato, che si terranno presumibilmente soltanto quando sarà stato ritrovato anche il corpo dell'unica persona che ancora manca all'appello. 

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento