Cronache

I poliziotti insorgono: "Via il cippo di Carlo Giuliani". E attaccano Coop

In vista della commemorazione della morte di Carlo Giuliani durante il G8 del 2001, il sindacato Fsp della Polizia di Stato organizza un sit-in a Bolzaneto contro Coop Liguria. E chiede al sindaco Bucci di "togliere quel cippo all'illegalità"

I poliziotti insorgono: "Via il cippo di Carlo Giuliani". E attaccano Coop

"Via il cippo di piazza Alimonda intitolato a Carlo Giuliani". È l'appello scritto dal sindacato Fsp della Polizia di Stato sul volantino che sarà distribuito a Genova Bolzaneto. Per chi avesse poca memoria, Giuliani perse la vita il 20 luglio 2001 dopo essere stato colpito da una pallottola sparata dal carabiniere ausiliario Mario Placanica. A distanza di 17 anni dal famoso G8, la polemica tra antifascisti e forze dell'ordine non si placa e si arricchisce di un altro capitolo. Il sindacato Fsp, oltre a chiedere di smetterla con la "demonizzazione" degli agenti, si rivolge indirettamente al sindaco genovese Marco Bucci per la rimozione del cippo ospitato in un'aiuola di piazza Alimonda, che ogni 20 luglio diventa meta di pellegrinaggio degli antifascisti genovesi.

"La giustizia è un sacrosanto diritto di tutti i cittadini nelle opportune sedi competenti: basta però a processi sommari nelle piazze del nostro Paese nei confronti delle forze dell'ordine!!!". Comincia con questa frase l'appello contenuto nel volantino che alcuni membri del sindacato di polizia dell'Fsp consegneranno davanti al centro commerciale Ipercoop di Genova Bolzaneto. Un appello con cui l'Fsp, a poche ore dalla 17^ commemorazione della morte di Carlo Giuliani, attacca chi "ancora vuole ribaltare una verità innegabile rispetto ai tragici fatti di piazza Alimonda". La piazza dove nel 2001 scoppiarono i tragici scontri tra manifestanti e forze dell'ordine che portarono alla morte di Giuliani, ucciso da Mario Placanica dopo avere aggredito con un estintore la camionetta nel quale era barricato il giovane carabiniere. "Ripetiamo con forza che Placanica sparò per legittima difesa, come confermato dai tribunali italiani e dalla Corte di Giustizia Ue", scrive l'Fsp.

Che alla fine si rivolge indirettamente al sindaco genovese Marco Bucci. "Chi ritiene inaccettabile questo cippo commemorativo posizionato in piazza Alimonda invii una mail di indignazione al sindaco di Genova all’indirizzo e-mail gabsindaco@comune.genova.it scrivendo: 'via il monumento dell’illegalità da piazza Alimonda'".

Ma perché il volantinaggio proprio di fronte al centro commerciale Ipercoop? L'Fsp spiega che Coop Liguria "sostiene con contributi ormai decennali, questa manifestazione all’illegalità, permettendo a pochi nostalgici di inscenare una celebrazione che va contro ogni verità". Non è la prima volta che il sindacato Fsp chiede la rimozione del cippo. Nel 2017 alcuni poliziotti si erano detti "pronti a distruggerlo", mentre due anni prima un altro sindacato di polizia, il Coisp, aveva raccolto 10 mila firme per lo stesso obiettivo.

Commenti