Giappone, chiude la pista di pattinaggio con 5 mila pesci morti congelati

Il 12 novembre era stata inaugurata la pista di pattinaggio che era stata presentata come un evento "memorabile". Ma qualche giorno dopo, i visitatori indignati hanno protestato fino a farla chiudere

Giappone, chiude la pista di pattinaggio con 5 mila pesci morti congelati

L'apertura di questa pista di pattinaggio in Giappone è stata annunciata in pompa magna come "qualcosa di mai esistito al mondo": qui, infatti, i pesci sono congelati e le persone ci pattinano sopra.

Il parco a tema Space World di Kitakyushu ha inaugurato il 12 novembre scorso. Al suo interno c'è una pista di pattinaggio da 250 metri, ma non è questa la sua particolarità. Il dettaglio che ha fatto scatenare i visitatori, e che poi ne ha portato la chiusura, è che la pista è interamente coperta di pesci congelati.

Come scrive il Corriere della Sera, nel ghiacchio sono stati congelati 5mila pesci, di varie specie, in modo da dare l’impressione di essere sospesi sul mare. Il giorno del'inaugurazione, alcuni erano posizionati in modo da formare la parola "ciao". Ma pochi giorni dopo il "memorabile" 12 novembre, è scoppiata la bufera. Sui social network, infatti, i visitatori si sono scatenati hanno pubblicato una serie di proteste, definendo l’attrazione "scioccante".

Così, dopo la bufera che ne è nata, il general manager del parco, Toshimi Takeda, ha deciso di chiudere la pista di pattinaggio: "Il nostro scopo era dare alle persone la sensazione di pattinare sull’oceano. Sono estremamente dispiaciuto per le reazioni che ha suscitato".

Commenti