Giugliano, lite in famiglia: uomo massacra la moglie con una mazza

A seguito di una violenta lite, un uomo ha aggredito la moglie con una mazza da baseball. La donna è stata salvata dal figlio che ha chiamato la polizia

Giugliano, lite in famiglia: uomo massacra la moglie con una mazza

Uno sconcertante episodio di violenza tra le mura domestiche si è verificato sabato pomeriggio a Giugliano, comune in provincia di Napoli. A seguito di un litigio, un uomo di 40 anni, G. R., ha aggredito e picchiato selvaggiamente la moglie con una mazza da baseball. In soccorso della donna è intervenuto il figlio che, sebbene impaurito, non ha esitato a chiamare la polizia.

I drammatici eventi sono iniziati intorno alle 16.30 quando gli agenti, sollecitati da una chiamata, hanno raggiunto via Bosco a Casacelle. Un minore, infatti, si era rivolto agli uomini delle forze dell’ordine perché il padre, armato con una mazza, stava percuotendo la mamma con ferocia estrema.

Il giovane, con coraggio, aveva anche provato ad intervenire frapponendosi tra i due ma il suo tentativo aveva sortito solo il risultato di irritare ancor di più l’aggressore che, in preda ad una furia cieca, ha colpito il ragazzo tentando anche di accoltellarlo.

Il figlio, non potendo fare di più, dopo essere fuggito ha chiesto aiuto al fine di soccorrere gli altri componenti della famiglia rimasti intrappolati in casa. Sul posto sono giunti prontamente gli agenti del Commissariato di Giugliano ma la situazione, invece di placarsi, è ulteriormente peggiorata. L’uomo, infatti, con la mazza ha tentato di aggredire di nuovo il ragazzo colpevole, a suo dire, di aver portato la polizia nell’abitazione.

Il contesto era aggravato dal fatto che nell’appartamento c’erano tre minori; uno di questi, in tenerissima età, al momento dell’inizio delle violenze era tra le braccia della madre ed è stato salvato dalla furia del 40enne solo dall’intervento di una vicina che ha evitato il peggio.

L’unica figlia maggiorenne, che abita poco distante dalla casa dei genitori, è stata ritrovata in uno stato di fortissimo choc. Nonostante tutto, la ragazza in un momento di lucidità ha chiesto con forza ai poliziotti di allontanare il padre per evitare ulteriori violenze in futuro.

L’uomo, così, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e condotto nel carcere di Poggioreale.

Commenti