Green pass base, super e "mega": dove e quando vanno usati

Cambia il sistema del certificato verde. Caffè al bar, autobus, palestra, piscina, centri benessere e visite nelle Rsa: ecco tutto quello che c'è da sapere

Green pass base, super e "mega": dove e quando vanno usati

Cambia anche il sistema di utilizzo del green pass. Oltre a prevedere una serie di nuove misure per arginare il diffondersi del Covid-19 nel nostro Paese, il nuovo decreto modifica pure le modalità di utilizzo delle varie tipologie del certificato verde. Adesso il passaporto vaccinale (che dal primo febbraio 2022 avrà validità di sei mesi) può essere suddiviso in tre categorie principali: quello base, quello super (o rafforzato) e quello "mega". Ecco cosa c'è da sapere sul certificato verde.

Green pass base

La tipologia base può essere ottenuta non solo da chi è vaccinato o è guarito dal contagio da Coronavirus, ma anche da chi ha deciso di non sottoporsi alla vaccinazione: l'importante è esibire il risultato del tampone che accerti la negatività nelle ultime 48 ore.

Il green pass base è necessario sia per accedere ai luoghi di lavoro per svolgere la propria mansione sia per prendere i mezzi di trasporto, anche quelli del trasporto pubblico locale. Tuttavia va ricordato che per sanitari, personale scolastico, forze di polizia e forze armate c'è l'obbligo di vaccinazione, e dunque in questi casi non basta la versione base del passaporto vaccinale.

Super green pass

L'opzione super o rafforzata è prevista solamente per vaccinati o guariti dal Covid-19: di conseguenza vengono esclusi coloro che non hanno ricevuto la dose del vaccino, anche nel caso in cui avessero un tampone negativo. Già da oggi fino al 31 marzo 2022 bisognerà essere necessariamente vaccinati o guariti dal Coronavirus per il consumo di cibi e bevande al banco, al chiuso, nei servizi di ristorazione.

Invece a partire 10 gennaio fino al 31 marzo 2022 il super green pass servirà per accedere in piscine, palestre e sport di squadra; musei e mostre; al chiuso per i centri benessere; centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche); parchi tematici e di divertimento; al chiuso per centri culturali, centri sociali e ricreativi (esclusi i centri educativi per l'infanzia); sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

Green pass "mega"

La versione "mega" è l'ultima sfaccettatura del green pass, da intendersi come una sorta di vincolo per coloro che hanno ricevuto la seconda dose di vaccino e sono in attesa della terza somministrazione. Questa particolare etichetta riguarda l'accesso alle strutture residenziali, socio-assistenziali, socio-sanitarie e hospice: sarà possibile accedervi esclusivamente se si è completato il ciclo vaccinale con la terza dose oppure con un tampone negativo che accompagni l'avvenuta vaccinazione con le sole due dosi. La misura sarà in vigore dal 30 dicembre 2021 fino al 31 marzo 2022.

Commenti