"Per i bambini". Giallo sul missile caduto sui civili

Su uno dei missili che hanno provocato l'odierna strage alla stazione di Kramatorsk è apparsa una scritta bianca in caratteri cirillici: "Per i bambini"

"Per i bambini". Giallo sul missile caduto sui civili

Mentre si contano i morti, i sopravvissuti e i feriti del terribile attacco di stamani alla stazione di Kramatorsk, spunta un dettaglio. Una scritta apparsa su uno dei missili che hanno colpito i civili nei pressi della ferrovia. Sul razzo, come documentano alcuni scatti, si legge infatti "за детей", che tradotto significa: "per i bambini". A denunciarlo è stato su Telegram il canale Ukraine 24, che ha pubblicato anche un video nel quale si vede il missile, parzialmente distrutto, con la suddeta scritta in cirillico, effettuata con della vernice bianca.

Al momento sembra difficile capire chi abbia impresso quella inquietante espressione sullo strumento di morte piovuto dal cielo. E pure il suo reale significato è oggetto di interpretazione. Secondo alcuni, infatti, la scritta potrebbe essere il risultato di una propaganda russa mal riuscita. Al momento, il bilancio dell'attacco alla stazione di Kramatorsk è di 39 vittime e oltre 100 feriti. E tra i morti ci sono anche dei bambini: almeno 4 bambini, secondo quanto riferito da Tetiana Ihnatchenko, portavoce dell’amministrazione regionale di Donetsk alla tv ucraina. Alla luce di queste notizie, quella scritta in cirillico risuona ancor più sconvolgente.

Mosca però nega di aver sferrato l'attacco. Il ministero della Difesa del Cremlino ha infatti smentito che l'esercito russo abbia bombardato la stazione di Kramatorsk. Lo riferisce l'agenzia russa Tass. Secondo i vertici militari di Putin quella di Kramatorsk sarebbe una "provocazione" degli ucraini. Ma Kiev respinge con forza tale versione. "Mancando della forza e del coraggio di affrontarci sul campo di battaglia, stanno cinicamente distruggendo la popolazione civile", ha scritto sul suo account Instagram il presidente ucraino Zelensky, in riferimento all'attacco attribuito ai russi.

Intanto il mistero di quella scritta tremenda e cinica rimane.

Commenti