Cronache

I camper del piacere il caso di Tor di Quinto

A Roma le professioniste del sesso garantiscono a modici prezzi, riservatezza, comfort e sicurezza accogliendo i clienti in camper e roulotte

I camper del piacere il caso di Tor di Quinto

Ci sono molti modi per esercitare il mestiere più antico del mondo. A Roma, precisamente nella zona di Tor di Quinto, le professioniste del sesso a pagamento hanno trovato un escamotage che permette loro di avere, come dire, “un punto d’appoggio” per le loro “prestazioni” . I camper. Ottima idea per avere un letto al riparo da sguardi indiscreti e la possibilità di sfuggire alle multe e ai controlli di polizia e carabinieri.

A clienti e prostitute piace questa storia delle roulotte del sesso a pagamento. Nell’intimità della cabina, hanno a disposizione un letto a una piazza e mezza confortevole senza pericolose leve del cambio tra i piedi. Il prezzo? 30 euro per una prestazione standard, anche se è facile trovare chi si accontenta di 15 dopo una breve trattativa.

Parliamo con una di loro, Tiziana che però non ci dice l'età. Non è straniera come era facile immaginare, ma originaria di un paesino vicino Frosinone. A rotazione, ci spiega, utilizza questa roulotte come le sue altre “colleghe” e si sente più sicura di quando doveva montare in macchina con i suoi clienti, ovviamente tutti sconosciuti.
“Molti degli uomini che ora vengono da me, mi confidano che sono molto soddisfatti di farlo qui, nel camper. Evitano infatti situazioni imbarazzanti, multe e controlli della polizia e dei vigili urbani. Anche le rapine che magari avvenivano in luoghi appartati in macchina, in questo modo sono state debellate. Qui dentro il mio cliente esce, fa quello che deve fare, paga e va via tranquillo. Quello che accade qui dentro non si vede, al massimo si sente” conclude ironizzando Tiziana.

Altri due camper sono fermi a due passi dalla roulotte di Tiziana. Nelle vicinanze c’è una caserma dei carabinieri. Ci sono altre due donne, uno sembra un transessuale. I clineti sembrano esserci per tutti e infatti si fermano, uomini di tutti i tipi, eleganti alla guida di macchine imponenti e operai su furgoni dell’azienda per cui lavorano.
Tutte persone alla ricerca di un’avventura veloce e a buon mercato. Addirittura, tempo fa su un sito “particolare” Escortforum.net era nata una discussione fra gli utenti, dedicata proprio alle “camperiste” di Roma. C’erano scambi di informazioni fra chi c’era già andato e chi, incuriosito voleva provare questa nuova “avventura su strada”. Persino a quale camper bussare si faceva riferimento, in questo modo i nuovi appassionati evitavano di prendere delle fregature.
Insomma un vero e proprio successo tanto che non solo a Tor di Quinto si possono trovare queste attrezzatissime professioniste del sesso, ma anche sulla via Cassia, via di Tor San Giovanni e via di Settebagni.

Commenti