I furbetti delle targhe: ecco perché ci arrivano multe "strane"

Boom di alterazioni anti-multa ogni anno. Un modo per evitare i verbali. Che però fa arrivare la contravvenzione a persone sconosciute

Quando riceviamo una multa che siamo sicuri di non aver mai preso, in un posto in cui non siamo mai stati, c'è un motivo. Qualcuno può aver modificato la sua targa con un trucchetto, tanto quanto basta da trasformare quella targa nella nostra. Che però in quella città dove è scattata la multa non siamo mai stati.

"Chiedete sempre la foto che documenta l’infrazione" - raccomanda alla Stampa Gianluca Di Ascenzo, presidente del Codacons - perché gli errori di lettura sono numerosi, e anche le contraffazioni di targhe". Ogni anno, secondo l'associazione a difesa dei consumatori, ci sono tra gli 80 e i 100mila casi di alterazione delle targhe con nastro adesivo e bianchetto. Ma non sono solo questi gli stratagemmi dei furbetti: spesso le targhe vengono clonate con strumenti professionali.

La Stampa racconta questo pericolo partendo dalla denuncia di un cittadino, che ha ricevuto una multa (da una città diversa dalla sua residenza) corredata da una foto consegnata dalla polizia ma di bassa qualità. A quel punto fa ricorso. La polizia ammette l'errore: nella targa la G sembrava una C (forse per colpa del bianchetto). L'uomo, poi, assicura che la sua macchina non è la Fiat Panda che si vede nella foto, ma una Lancia Y.

Ma questo non ha risparmiato il calvario burocratico al povero automobilista. Ha dovuto fare denuncia ai carabinieri, affermando che in Italia c'era una targa in circolazione contraffatta o clonata. E ha dovuto anche fare un esposto al Prefetto per ottnere la cancellazione della multa. E pensare che il tutto sarebbe stato possibile evitarlo se i vigili avessero controllato che la Fiat 500 della foto non era la Lancia Y cui era collegata la targa. "Questi controlli non si fanno", hanno chiosato i vigili. Ma confermano: "Anche quando c’è la procedura semiautomatica, che parte dalla foto e arriva alla banca dati della Motorizzazione, noi verifichiamo se c’è corrispondenza fra l’auto della foto e quella dell’intestatario. E quest’attività ci porta a scoprire molte manomissioni".

Le alterazioni più facili sono quelle che trasformano le C in G, le F in E. Ma se compaiono la I, la O e la Q si capisce facilmente che c'è il trucco. Queste, infatti, non esistono nelle targhe. Attenzione però, se leggendo l'articolo avete pensato di falsificare la vostra targa: se vi scoprono, il fascicolo passa alla magistratura. E il rischio è una condanna penale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Zione

Zione

Mar, 13/10/2015 - 12:01

Basterebbe che il Comando che ha inviato la multa, accettasse il Reclamo del Cittadino, dopo averne verificato "lo Sbaglio".

maurizio50

Mar, 13/10/2015 - 12:28

Un'altra prova che siamo diventati ad ogni effetto il paese di Pulcinella, dove ai farabutti tutto è consentito, mentre il cittadino onesto deve pure combattere contro le iniquità delle Pubbliche Amministrazioni!!!

Giampaolo Ferrari

Mar, 13/10/2015 - 12:51

In questo stupido paese cosa rischia uno che falsifica la targa??? niente avanti popolo.

Ettore41

Mar, 13/10/2015 - 13:19

Nel Regno Unito tutte le telecamere di controllo e sicurezza sono collegate ad un Data Base centrale. Nei Parcheggi a pagamento esce lo scontrino con Numero di targa, tipo e colore del veicolo sono anche presenti nel Data Base. Non c'e' bisogno di un prefettto per annullare una contravvenzione ma solo di gente con voglia di lavorare. Per evitare commenti idiotic aggiungo che non e' difficile cambiare o modificare le regole di attuazione di una legge, basta volerlo e cosi' snellire un po' di democrazia, ma I nostril governanti, ad ogni livello, sono piu' impegnati in pranzi e cene che a pensare ai very problem del paese.

foxy71

Mar, 13/10/2015 - 13:33

Il trucco della targa alterata è vecchia. Oggi chi ha la possibilità si crea la targa e pure l'auto uguale. Quando si ferma un possibile clone bisogna solo andare a vedere il numero di telaio del veicolo. Sempre se, anche quello non risulta alterato. Comunque, quelli che vanno con il fango sulla targa d'estate a 40 gradi, cosa gli fareste? Il cinese con la spruzzatina di vernice nera su tutta la targa? Il marocchino che viaggia senza assicurazione, e vi da la "bottarella" al supermercato?

seamaster76

Mar, 13/10/2015 - 13:55

è capitato anche a me con un divieto di sosta preso in una città in cui non ero mai stato. La contravvenzione riportava il mio modello di auto (dati presi in Motorizzazione) ma chiamando il comendo dei Vigili che ha comminato la multa mi hanno detto che io ero possessore di un altra auto...

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mar, 13/10/2015 - 14:01

Parecchi anni fa arrivò a mio padre una multa del genere. Avevano per l'appunto falsificato la targa e ricordo che lui scrisse specificando per filo, per segno la sua situazione e non pagò la multa (targa con progressione numerica oltre il limite delle auto della provincia di Ud). Nulla accadde in seguito. Oggi e al contrario bisogna perdere tempo in queste che non esito definire vere e proprie carognate!

blackbird

Mar, 13/10/2015 - 14:20

Calvario assurdo. Perché non hanno applicato l'autotutela? A questo punto può chiedere i danni a chi non ha fatto tutti i controlli prima di elevare la sanzione e che poi non ha operato per ridurre i danni al cittadino erroneamente coinvolto per un errore od omissione in fase di istruttoria.

Ettore41

Mar, 13/10/2015 - 15:43

@blackbird.....ed aggiungo anche omissione in atti di ufficio perche' non vedo la logica che debba essere il cittadino ad andare dai Carabinieri a denunciare che c'e' in giro una targa falsificata e non l'ente istituzionale che ha comminato una sanzione errata. Quale e' il problema? Aggravio di lavoro per il Comando Vigili Urbani? I Sindacati non approvano perche' il vigile non e' qualificato per parlare con i Carabinieri?..... No i nostri problemi sono la regolamentazione delle unioni tra omesessuali e lo Ius Solis...... e mi fermo qui.

Tuthankamon

Mar, 13/10/2015 - 15:59

Gli errori possono esserci, però se si semplificassero le procedure sarebbe un gran bene. Si eviterebbero perdite di tempo quando è ovvio che si tratta di errore materiale o derivante da malaffare.

sbrigati

Mar, 13/10/2015 - 16:04

Tempo fa' ho ricevuto un verbale della stradale per un'infrazione commessa da un'auto targata come la mia, è bastata una telefonata al quel comando della polizia per chiarire l'equivoco ed hanno subito provveduto ad annullare la multa scusandosi per il disguido. A volte serve solo la volontà per risolvere i problemi.

Ritratto di semovente

semovente

Mar, 13/10/2015 - 16:10

Viva l0itaglia dove ognuno fa quel katzo che gli pare con il beneplacito dei sgovernanti lautamente pagati per fankatzo (anzi per fare katzi propri).

Rossana Rossi

Mar, 13/10/2015 - 16:25

Ma perchè i marocchini e tutti i clandestini senza assicurazione, senza patente, e tutti gli ubriaconi non li mettono in galera? Possibile che ci si agita solo dove c'è da pigliare soldi?......

vince50

Mar, 13/10/2015 - 16:27

Questa è la riprova che chi dovrebbe rispettare e far rispettare le leggi,le usa per martorizzare i cittadini rendendoli sottomessi in tutto.Per dimostrare di essere estranei bisogna muovere mezzo mondo e tempi faraonici,per renderci colpevoli fanno molto in fretta e non ci sono santi che tengano.

pinosan

Mar, 13/10/2015 - 17:58

questo mi è capitato qualche anno fà.Mi è arrivata una multa dal comando VVU di brescia per sosta vietata.Non ero stato a Brescia e la macchina era diversa.Ho contestato a mezzo lettera allegando copia del libretto.Dopo alcuni giorni ho ricevuto una lettera dal comando dei VVU, che mi comunicava la cancellazione della contravvenzione.Non ho saputo più nulla.Ho apprezzato l'efficienza e la correttezza.

scorpione2

Mar, 13/10/2015 - 18:28

in questo paese si dicono tanti strafalcioni,l'esempio e' questo giornale e voi pisquani che ci cascate come dei polli, per una semplice ragione,un paio di anni fa' ricevo una multa,la leggo e noto che la targa era la mia ma cambiava il tipo di macchina in pratica era un'altra,vado in via friuli al comando dei vigili espongo il caso e firmando due riga consegno la multa ai vigili e vado,un paio di mesi dopo ancora un'altra multa,solita tiritera di prima, consegno la multa ai vigili e chiuso il discorso e senza patemi d'animo.non fate i pappagalli e non credete ai ciarlatani.

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 13/10/2015 - 18:31

sbrigati: anche a me è successo come a lei. Una multa presa per essere entrato in senso vietato in un comune della provincia di Napoli. Ho telefonato e mi è stato chiesto, molto gentilmente, di mandare un fax con copia del libretto. La risposta è stata un fax con tante scuse. Questo è successo nel 2008.

pinolino

Mer, 14/10/2015 - 08:19

Sono stato vittima di errore di lettura della targa per due volte a distanza di anni, la prima volta risolto con telefonata e fax, la seconda con telefonata e una email. A chi interessa consiglio di cercare su internet la parola autotutela.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Mer, 14/10/2015 - 09:06

E cosa dovrei dire io? L'anno scorso mi è arrivata a casa una multa per eccesso di velocità, in una strada che in moto percorro ogni week-end... Nella foto si vedeva chiaramente la targa uguale alla mia, la mia stessa moto (Aprilia bianca) e uno cha addirittura aveva la mia stessa tuta in pelle ed il mio stesso casco. Sono diventati bravissimi, 'sti truffatori

Gaetanogiacomo

Mer, 14/10/2015 - 09:36

Ho ricevuto una multa per aver parcheggiato sul marciapiede a Roma con indicazione del tipo di vettura diversa dalla mia. Denuncia ai CC per clonazione targa fotocopia libretto circolazione e foto auto il tutto inviato alla poliz. locale di Roma. Nessuna risposta e nessuna multa.

scorpione2

Mer, 14/10/2015 - 09:46

a milano basta andare al comando dei vigili in via friuli,se la tua lamentela sulla multa e' giusta,stai tranquillo che te l'annullano senza troppi sbattimenti e senza andare in prefettura,se invece vuoi fare il classicco furbetto all'italiano per non pagare una multa,be caro furbetto da strapazzo lo prendi nell'isca, capito pisquano le leggi ci sono in italia ma sono gli italiano che mancano di rispettarle.

Gaetanogiacomo

Mer, 14/10/2015 - 19:08

Ma io sono di Milano, mica potevo andare a Roma a contestarla, oltre tutto in quel periodo ero in ospedale per accertamenti.

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 28/11/2015 - 17:57

Sbrigati: la stessa cosa è capitata a me, una fantomatica multa per un senso vietato in un paesino vicino Napoli. Una telefonata ai vigili del luogo, un fax con copia della sanzione è tutto è finito con tante scuse.