"I p... vanno sempre di moda": il post choc del consigliere grillino

Bufera su Marzia Paita, consigliere grillino del Comune di Carrara, dopo un post condiviso su Facebook, immediatamente cancellato

"I p... vanno sempre di moda": il post choc del consigliere grillino

Donne, lavoro e sesso orale. Si può riassumere così il post di un consigliere donna in quota Movimento 5 stelle del Comune di Carrara. Marzia Paita, in quello che poi ha definito uno sfogo si è lasciata andare a un'esternazione piuttosto forte sulla sua pagina Facebook. Un post durato online solo pochi minuti, che è stato però screenshottato da molti utenti che hanno contribuito a renderlo rapidamente virale.

"Per fare carriera o mantenersela i pompini vanno sempre di moda", così ha scritto Marzia Paita, lasciando molti senza parole per tanta schiettezza. Inevitabile la bufera che si è rapidamente abbattuta si di lei, costretta alle scuse a stretto giro per provare a placare l'ira di quanti (o, meglio, quante) si sono sentite offese dalle sue parole. Purtroppo il web è implacabile e quando si innesca la miccia è molto facile che divampi l'incendio ma è molto più difficile spegnerlo.

Così è stato per le parole di Marzia Paita, che hanno generato una bufera di critiche già pochi minuti dopo la pubblicazione. Vano è stato il post successivo in tal senso, dovuto per quanto scritto in precedenza ma decisamente inutile per spegnerle polemiche. "In riferimento al post pubblicato sul mio profilo Facebook devo fare le mie pubbliche scuse a tutti quelli che l'hanno letto, è stato uno sfogo sbagliato conseguenza di una brutta esperienza capitata in collegamento alle precarie condizioni di salute di mia madre", ha scritto Marzia Paita.

Il post è molto lungo e l'esponente del Movimento 5 stelle continua: "Le mie parole non hanno nulla a che vedere con la mia esperienza politica né con il mio incarico di consigliera comunale. Ero sconvolta e ho scritto una gran stupidaggine, riferita a una questione esclusivamente personale e privata, dopo pochi minuti mi sono resa conto del grave errore commesso e ho eliminato il post". Quindi, Marzia Paita conclude: "Capisco che il ruolo che ricopro non mi permette certi comportamenti e posso garantire a tutti che non si ripeterà di nuovo".

Ma ora sono in tanti a chiedere le dimissioni del consigliere pentastellato, che non è la prima volta che si lascia andare a esternazioni in grado di imbarazzare l'amministrazione comunale della quale fa parte. Al momento il sindaco non si è espresso in merito alla vicenda ma la rabbia dei cittadini è forte per lo scivolone di Marzia Paita, considerata inadeguata a ricoprire un ruolo istituzionale.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti