Cronache

"Un bacio", l'ivoriano molesta bimba e ferisce lo zio. "E la Lamorgese?"

Irregolare in Italia da 20 anni, un immigrato ha prima molestato una bimba di 9 anni e poi ferito gravemente lo zio accorso in suo aiuto

"Un bacio", l'ivoriano molesta bimba e ferisce lo zio. "E la Lamorgese?"

A Milano è stato arrestato un immigrato di origine ivoriana che qualche giorno fa ha molestato una bambina di 9 anni che si trovava in un'area verde a sud della città, a pochi passi da casa A riferire la notizia è stato Il Giorno, che ha spiegato come il 45enne, irregolare e con precedenti penali. sia già stato oggetto di svariati provvedimenti di espulsione ai quali non è mai stato dato seguito. Tutto è accaduto in pochi secondi. La bimba era nel parco quando l'uomo, con fare le insistente, le si è avvicinato e a più riprese le avrebbe detto: "Dammi un bacio, dammi un bacio". Spaventata da quell'atteggiamento, la bambina è corsa in lacrime a casa ad avvertire lo zio 30enne. Grande lo sdegno per questo fatto, che sarebbe potuto sfociare in qualcosa di ancora più grave.

Grazie all'allarme lanciato dalla bambina, lo zio è potuto correre in strada per raggiungere l'ivoriano, intimandogli di non toccare più la piccola. Di certo l'uomo non si aspettava una reazione violenta dell'immigrato, che invece di allontanarsi si sarebbe avvicinato a uno dei bidoni della spazzatura lungo la strada dal quale avrebbe estratto una bottiglia di vetro. Dopo averne rotto il collo, trasformandola in un'arma, l'ivoriano l'avrebbe puntata contro lo zia della bambina, colpendolo a più riprese al braccio destro. Gravi le ferite per l'uomo, al quale i sanitari hanno riscontrato la lacerazione del bicipite e la lesione di un'arteria.

I tagli profondi hanno causato un'ampia emorragia, tanto che lo zio della bambina a quel punto si è accasciato al suolo in un lago di sangue, mentre i testimoni presenti provvedevano a chiamare i soccorsi e il 112. Il 30enne è stato trasportato d'urgenza all'ospedale San Paolo, dove è stato ricoverato in ortopedia con una prognosi di oltre 30 giorni. Qui è stato necessario effettuare una trasfusione a causa dell'emorragia massiva derivante dalla ferita al braccio.

L'ivoriano è stato bloccato dai carabinieri poco distante dal luogo della rissa, mentre si apprestava a salire sul tram. Dai controlli svolti in caserma, è risultato che l'uomo si trova a Milano irregolarmente da 20 anni. Ora si trova nel carcere di San Vittore. Il gravissimo fatto è stato ripreso da Matteo Salvini, che in un lungo post in cui riassume la vicenda si chiede: "Lamorgese, chi l'ha vista?".

Commenti