Immigrazione, continua il pressing delle Ong: Sos Mediterranée chiede di sbarcare

La nave dell'Ong francese ha inoltrato una nuova richiesta di sbarco al governo italiano: a bordo ci sono 116 migranti, soccorsi negli ultimi giorni a largo della Libia

Immigrazione, continua il pressing delle Ong: Sos Mediterranée chiede di sbarcare

Un'altra Ong è pronta ad entrare in un porto italiano. Dopo l'approdo dello scorso 3 marzo della Sea Watch 3 ad Augusta, a premere per l'arrivo all'interno del nostro Paese è la Ocean Viking. Si tratta della nave dell'Ong francese Sos Mediterranée, la quale da alcuni giorni ha a bordo 116 migranti.

Si tratta di persone intercettate a largo della Libia, dalle cui coste negli ultimi giorni la frequenza delle partenze sembra essere in aumento. Gli attivisti dell'Ong hanno chiesto più volte al governo italiano di poter accedere in un porto sicuro: “La nave Ocean Viking – si legge in un tweet pubblicato questa domenica pomeriggio sul canale dell'organizzazione francese – è in attesa che le autorità assegnino un porto sicuro per lo sbarco dei 116 naufraghi a seguito di 4 richieste in 4 giorni”.

“Il meteo nel Mediterraneo centrale sta peggiorando – prosegue il tweet – e continuerà nei giorni a venire, influenzando lo stato di salute di molti naufraghi”. Almeno 106 dei 116 migranti attualmente a bordo, sono stati rintracciati dall'equipaggio di Ocean Viking nella giornata di sabato. Il barcone, in particolare, è stato avvistato in acque internazionali a largo della Libia.

Altre operazioni del genere sono state compiute nei giorni precedenti. La nave dell'Ong francese ha raggiunto il Mediterraneo centrale la scorsa settimana. L'Ocean Viking ha effettuato già altri approdi in Italia nel 2021. L'ultimo è avvenuto ad Augusta a inizio febbraio.

In quell'occasione, tra i 422 migranti sbarcati nel porto siracusano, 46 sono risultati positivi al coronavirus. Per il governo Draghi, sul fronte immigrazione, si tratta adesso di una nuova importante prova.

Da quando l'esecutivo si è insediato il 13 febbraio, sono state due le navi Ong entrate in Italia. L'ultima è stata la tedesca Sea Watch 3: in quell'occasione, dal Viminale è arrivato il via libera il 3 marzo dopo una prima richiesta di sbarco.

Adesso, stando a quanto riportato da Sos Mediterranée, sarebbero state almeno 4 le richieste da parte degli attivisti francesi. Il mare mosso ha indotto l'equipaggio di Ocean Viking ad inoltrare anche nelle scorse ore un'ulteriore domanda di ingresso. Da capire dunque la posizione che verrà presa tanto dal Viminale quanto da Palazzo Chigi sulla questione.

Anche perché in vista della primavera la vicenda riguardante le Ong potrebbe diventare centrale. Da inizio anno gli sbarchi a livello assoluto sono in aumento rispetto al 2020. Un andamento riferibile anche agli approdi avvenuti tramite le navi Ong. Ad oggi, dal primo gennaio, sono arrivati irregolarmente in Italia complessivamente 6.068 migranti, a fronte dei 2.738 dello stesso periodo dell'anno scorso.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento