A Piacenza la "caserma degli orrori" tra torture, estorsioni e spaccio

Ancora pochi i dettagli sulla vicenda: la procura della Repubblica di Piacenza indaga dal 2017 dopo le informazioni ricevute da un militare. Contestati i reati di spaccio di droga, lesioni, estorsione e tortura

Un'inchiesta a dir poco sconcertante quella che riguarda una caserma dei carabinieri di Piacenza, finita sotto sequestro a seguito dell'indagine condotta dalla procura della Repubblica, che contesta i reati di spaccio di droga, lesioni, estorsione e tortura.

Le attività illecite, come riportato dal "Corriere", andavano avanti dal 2017, ed a finire nel mirino è la caserma Levante di via Caccialupo. Sei militari si trovano già in stato di fermo, come disposto dall'autorità giudiziaria competente. Si tratta della prima volta che in Italia si verifica un fatto silime, con una sede delle forze dell'ordine sottopposta a sequestro. Le indagini degli inquirenti, proseguite sino ad oggi, hanno portato allo scoperto numerose attività illecite condotte all'interno di quella che viene definita come una vera e propria "caserma degli orrori".

Un autentico scandalo, che mette in imbarazzo le autorità, e che pare irreale, come riferisce anche il dott. Milani, giudice per le indagini preliminari dal quale sono partite le ordinanze di custodia cautelare. Nell'inchiesta si parla di arresti compiuti nella totale illegalità, oltre ad aggressioni e vere e proprie torture. In un'intercettazione si parla di violenze paragonate alla serie Tv "Gomorra". Vittime non soltanto pusher e stranieri, ma anche nostri connazionali, innocenti ma finiti comunque nel mirino dei soggetti arrestati (emblematico il caso di un cittadino incastrato con prove false, ridotto in manette e pestato a sangue all'interno dei locali della caserma). Fra i reati anche quelli di estorsione, spaccio ed appropriazione di sostanze stupefacenti. Ci sarebbero inoltre delle certificazioni compilate da uno dei militari e poi impiegate dagli spacciatori per andare ad acquistare droga a Milano in piena emergenza sanitaria, quando il Paese si trovava in lockdown.

A denunciare quanto avvenuto all'interno della caserma proprio un carabiniere, che avava prestato servizio a Piacenza. Le dichiarazioni del militare hanno permesso di avviare le indagini, condotte dagli uomini della guardia di finanza con la collaborazione con i colleghi di Fiorenzuola d'Ardade e gli agenti della polizia locale.

Le intercettazioni

Sconvolgenti i contenuti delle prime intercettazioni rilasciate dalla procura di Piacenza. In una di queste si sente chiaramente uno dei carabinieri dichiarare: "Minchia adesso ti devo racconta quello che ho combinato...ho fatto un'associazione a delinquere ragazzi! Che se va bene...ti butto dentro, nel senso a livello di guadagno".

"In poche parole abbiamo fatto una piramide: sopra ci siamo irraggiungibili, ok? A noi non ci deve cagare nessuno", viene poi candidamente ammesso. "Però Davide i contatti ce li ha tutti lui, quelli grossi!", continua il carabiniere intercettato, come riportato da "AdnKronos"."Lui siccome è stato nella merda, e a Piacenza comunque conosce tutti gli spacciatori, abbiamo trovato un'altra persona che sta sotto di noi. Questa persona qua va tutti da questi gli spacciatori".

E ancora: "Guarda, da oggi in poi, se vuoi vendere la roba… vendi questa qua, altrimenti non lavori!", "La roba gliela diamo noi! Poi lui… loro a su… a loro volta avranno i loro spacciatori… quindi è una catena che a noi arriveranno mai".

"A me interessa l'erba, a me l'im…io l'importante è che ho l'erba (...) a me mi interessa l'erba di averla sempre", prosegue uno degli arrestati.".. Io dell'erba non posso fare a meno, in settimana così faccio il viaggio... mi faccio un unico perché così se riesco vengo a prendere sia l'erba che la coca…vengo a prendere tutti e due. Una già l'ho venduta e già c'ho pure i soldi".

Dei militari fermati, 5 si troverebbero in carcere, uno è ristretto agli arresti domiciliari, 3 hanno l'obbligo di firma, ed uno l'obbligo di dimora.

La reazione dell'Arma

Dolore e sconcerto da parte dell'Arma dei carabiniari. Il primo a commentare è stato il comandante provinciale di Piacenza Massimo Savo, che ha dichiarato al quotidiano 'Libertà': "Per noi è come un colpo al cuore. Da parte nostra c'è totale disponibilità a collaborare per fare piena luce sui fatti".

Piena collaborazione espressa dal Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri, che conferma di aver già provveduto alla"sospensione dall'impiego nei confronti dei destinatari del provvedimento giudiziario, nonché la contestuale valutazione amministrativa dei fatti per adottare, con urgenza, rigorosi provvedimenti disciplinari a loro carico". Oltre ai gravi episodi di cui si sono resi protagonisti, gli arrestati sono anche ritenuti responsabili "dell'incommensurabile discredito che gettano sull'impegno quotidianamente assicurato dai carabinieri al servizio dei cittadini e a tutela della legalità".

"I reati ipotizzati sono gravissimi e per questo motivo procederemo con il massimo rigore, avendo sospeso tutto il personale coinvolto, proseguiremo sempre con la massima severità per l'accertamento in via autonoma disciplinare della posizione dei singoli", ha dichiarato con grande amarezza il comandante generale dell'Arma dei carabinieri Giovanni Nistri nel corso di un'intervista rilasciata al "Tg1". "Episodi come questi possono intaccare la fiducia nell'Arma, ma io devo parlare a tutela dei 100mila carabinieri che ogni giorno e ogni notte sul territorio espletano il loro dovere al meglio delle loro possibilità. Solo quest'anno abbiamo avuto oltre mille feriti, durante i momenti peggiori del lockdown non abbiamo chiuso caserme, abbiamo avuto 800 contagiati e dieci vittime, il numero in assoluto più alto di tutte le forze dell'ordine e delle forze armate. Speriamo dunque che quello che viene fatto dai più possa cancellare nella memoria quello che di male è stato fatto, o sarà accertato se sia stato fatto, da chi non è degno di indossare questa divisa".

Il senso del dovere dell'Arma non è venuto meno neppure in questa giornata terribile. Per garantire la sicurezza della popolazione, dal momento che la caserma di via Caccialupo è stata sequestrata, sono stati immediatamente inviati 8 carabinieri e 2 stazioni mobili e per continuare a tutelare la comunità.

Le dichiarazioni della procura di Piacenza

In mattinata si è tenuta la conferenza stampa del procuratore capo Grazia Pradella, che ha riportato con chiarezza i fatti, soffermandosi sulle indagini. Sono 22 in totale i soggetti fermati, del quali fanno parte 10 carabinieri ed un militare del Corpo. Le accuse mosse a vario titolo sono quelle di reato di peculato, abuso d'ufficio, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, rivelazione e utilizzazione di segreti d'ufficio, lesioni personali aggravate, arresto illegale, perquisizioni ed ispezioni personali arbitrarie, violenza privata aggravata, tortura, estorsione, truffa ai danni dello Stato, ricettazione, traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. L'indagine, denominata "Odysseus", è durata circa 6 mesi. Oltre alla caserma, sono stati sottoposti a sequestro anche diversi conti correnti, alcune vetture ed una villa con piscina.

"Faccio un po' fatica a definire questi soggetti dei carabinieri. Non c'è stato nulla o quasi nulla di lecito, per quello che abbiamo potuto percepire", ha esordito il procuratore Pradella."Gli attuali imputati sono stati monitorati minuto per minuto attraverso intercettazioni telefoniche e soprattutto telematiche. Tutti gli illeciti più gravi contestati sono stati commessi in epoca Covid, in piena epoca lockdown e con disprezzo delle più elementari regole di cautela imposte dalla presidenza del Consiglio attraverso i vari decreti via, via emanati", ha aggiunto, come riportato da "AdnKronos", spiegando come un solo carabiniere facente parte della caserma non sarebbe risultato coinvolto.

"I fatti sono di estrema gravità, ma non intaccano la fiducia che la procura della Repubblica di Piacenza ha nei confronti dell'Arma dei carabinieri", ha proseguito Pradella. "Abbiamo poi il rilascio di false attestazioni da parte del pubblico ufficiale finalizzata al trasporto dello stupefacente in periodo covid. Non se lo merita l'Arma ma non se lo merita neanche la città di Piacenza, la città stava contando i suoi morti e questo signore firma e controfirma un'autocertificazione per permettere allo spacciatore di muoversi verso la Lombardia per procacciarsi lo stupefacente dicendo: 'Se ti fermano fai vedere che sei stato già controllato dai carabinieri della caserma' e ci mette il timbro".

Non solo le violenze in caserma. Secondo quanto emerso dall'ordinanza firmata dal gip Luca Milani, il clima di terrore instaurato dai soggetti si estendeva anche al di fuori della loro sede. Si parla di intimidazioni ed aggressioni anche all'interno di una concessionaria, datate 4 febbraio. Deciso ad acquistare un'Audi A4 alla cifra da lui stabilita, ossia 10mila euro, uno dei carabinieri si era presentato con la propria arma di ordinanza, usata per minacciare i dipendenti. Con lui un altro degli arrestati, ed altre persone.

Le reazioni politiche

Sul caso è intervenuto il ministro della Difesa Lorenzo Guerini, che ha definito gli episodi come fatti "inauditi ed inqualificabili", che rischiano di infangare l'immagine dell'Arma, composta da 110.000 mila uomini e donne che lavorano con altissimo senso delle Istituzioni. "Da subito sia l'Arma dei carabinieri che il Ministero della Difesa hanno dato la massima disponibilità a collaborare con la magistratura affinchè si faccia completa luce sulla vicenda", ha dichiarato Guerini, come riportato da "Agi"."Il Comandante Generale Nistri mi ha confermato di aver immediatamente assunto tutti i provvedimenti possibili e consentiti dalla normativa vigente nei confronti del personale coinvolto".

Duro l'intervento del leader della Lega Matteo Salvini, da sempre schierato dalla parte delle forze dell'ordine. "Chi sbaglia, paga: vale per tutti e ovviamente anche per chi indossa una divisa", ha dichiarato l'ex vicepremier, come riportato da "LaPresse". "L'eventuale errore di pochi non sia la scusa per infangare donne e uomini in divisa che rappresentano una delle parti migliori del Paese. Troppo spesso abbiamo visto indagati con l'accusa di essere torturatori, poi assolti senza nemmeno una scusa", ha proseguito.

Massima fiducia nella magistratura e solidarietà agli uomini ed alle donne in divisa che lavorano ogni giorno con grande professionalità sono state espresse da Matteo Rancan e da Luigi Merli, rispettivamente capogruppo regionale della Lega in Emilia-Romagna e responsabile provinciale piacentino della Lega. "Se qualcuno ha sbagliato, giusto che paghi", hanno dichiarato i due rappresentanti del Carroccio."L'impegno e l'abnegazione dell'Arma dei carabinieri e delle forze dell'ordine tutte assumono una valenza ancor più rilevante se valutate nel difficile contesto del periodo storico che stiamo attraversando e nel quale esse stesse si trovano ad operare".

Sostegno alla magistratura anche da parte di Fratelli d'Italia, anche se la leader Giorgia Meloni ritiene "incomprensibile" il sequestro della caserma. "È una misura senza precedenti, che ci auguriamo possa essere al più presto revocata. L'Arma è e rimane un punto di riferimento insostituibile degli italiani e non permetteremo che qualcuno utilizzi l'inchiesta di Piacenza per infangare il lavoro quotidiano di oltre 110mila uomini e donne che con abnegazione fanno il proprio dovere", ha dichiarato la Meloni, come riportato da "AdnKronos".

Durissimi anche i CinqueStelle: "Se ci sono dei colpevoli è giusto che paghino fino in fondo per quanto hanno fatto", hanno affermato i rappresentanti grillini in Commissione giustizia alla Camera. "La nostra solidarietà va alle vittime dei presunti abusi e all'Arma dei Carabinieri che da sempre è al servizio dei cittadini ed è composta da persone per bene, professionisti sempre al lavoro per la nostra sicurezza".

Sconcerto da parte del governatore dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini."Accuse gravissime, che ledono l'Arma dei Carabinieri e colpiscono una città, Piacenza, che più di tutte ha sofferto durante la pandemia", ha commentato il presidente della Regione. "Auspico sia fatta la massima chiarezza su quanto accaduto".

Grande amarezza manifestata dal sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri: "Non dobbiamo permettere che l'azione illegale di un nucleo ristretto getti discredito sull'onestà, sulla dedizione e sulla generosità con cui i carabinieri si spendono ogni giorno, con coraggio e spirito di sacrificio, in nome del bene comune. Ora più che mai, con piena fiducia nella magistratura, dalle istituzioni deve giungere un appello forte e unitario al rispetto della legge, ma anche un messaggio di riconoscenza nei confronti delle donne e degli uomini che indossano la divisa dell'Arma", ha dichiarato, dopo aver espresso il proprio sgomento per la vicenda.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 22/07/2020 - 12:13

puzza lontano km di imbroglio e di manipolazione dei fatti....

Nes

Mer, 22/07/2020 - 12:30

SE fosse vero bisogna accertare se ci sono delle responsabilità per l'accaduto... e il motivo perché oggi si verificano.

lorenzovan

Mer, 22/07/2020 - 13:43

Nes .".OGGI" ?..da sempre.!!!!.in ogni fatto rimasto segreto e irrisolto..compare sempre l'arma dei carabinieri...I carabineri di oggi sono sono SAlvo d'Acquisto per intenderci..o il bonario maresciallo di pane amore e fantasia...lolololololo

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Mer, 22/07/2020 - 13:43

Quando un Paese e` in mano alle sinistre, giusto?

obiettivo75

Mer, 22/07/2020 - 13:48

@mortimermouse - Scusi è secondo Lei si arriva addirittura al sequestro di una caserma (mai avvenuto prima), per un imbroglio o manipolazione ? per arrivare ad un simile provvedimento occorre avere delle basi di prova solidissime. E secondo me, visto che le indagini duravano da tre anni, le prove il pm ce le avrà.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 22/07/2020 - 13:49

Mamma mia,vengono i brividi. Mi auguro non sia vero.

bistecca

Mer, 22/07/2020 - 13:53

Tre anni di investigazioni! E ancora non sono concluse. In Svizzera sarebbe bastata una settimana.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Mer, 22/07/2020 - 14:05

Puzza di imbroglio?? Ci sono circa 75 mila conversazioni telefoniche, ambientali e flussi di comunicazioni telematiche captati e analizzati dagli inquirenti. Altro che manipolazione!

vinvince

Mer, 22/07/2020 - 14:08

Se non ci si può più fidare anche dell’arma dei carabinieri, allora è finita !!!

Singismythe

Mer, 22/07/2020 - 14:11

Ahahah scoperta l'acqua calda ! Qualche anno fa sempre a Piacenza hanno arrestato tutta la squadra narcotici della questura ... ora i carabinieri .... mancano tutte le altre città d'Italia.... sveglia !

lorenzovan

Mer, 22/07/2020 - 14:12

ahhh mortimer ancora con la storia della santita' di chi indossa una divisa ??

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 22/07/2020 - 14:24

non fate finta di scandalizzarvi! in italia ce ne sono molte di queste caserme! è poi scusate, una parte della politica è corrotta, una parte della magistratura anche,la burocrazia neanche a parlarne, quello che fanno i preti è sotto gli occhi di tutti, gli avvocati si adeguano, i cittadini non sono da meno, per che le forze dell'ordine dovrebbero essere tutte oneste?

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Mer, 22/07/2020 - 14:31

Qualche mela marcia può esserci e se ha sbagliato pagherà. Comunque, sempre al fianco dei Carabinieri!

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Mer, 22/07/2020 - 14:34

mortimermouse - Un troll di nome Silvio B.

UnBresciano

Mer, 22/07/2020 - 14:38

Lorenzo van stai muto. Non bastano 6 mele marce a distruggere l operato di migliaia di leali servitori della patria

no_balls

Mer, 22/07/2020 - 14:48

Mortimouse. E chi sarebbero gli imbroglioni ? I finanzieri comunisti? Ma statti zitto per una volta. Non ne azzecchi mai una.

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Mer, 22/07/2020 - 14:50

Aaaahhh, l'avete fatto l'articoletto, che sparirà dalla prima pagina in men che non si dica, offuscato da fatti ben più gravi come il bacio di un immigrato ubriaco.

rossomaltese

Mer, 22/07/2020 - 14:50

Mortimermouse se hai prove schiaccianti che dimostrino che si tratta di "imbroglio e manipolazione dei fatti" es ile (come direbbero i giovani d'oggi!)

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 22/07/2020 - 14:52

correi sapere cosa ne pensa la Meloni e Salvini il ruffiano delle forse dell'ordine

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 22/07/2020 - 14:53

cosa ci dice la DellaChiesa?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 22/07/2020 - 14:54

lorenzovan, non sono Salvo d'Aquisto quello fu un vero eroe vero carabiniere non corrotto.

dagoleo

Mer, 22/07/2020 - 15:27

questi sono indubbiamente fatti gravi, ma non credo siano meno gravi i reati commessi dalla Magistratura nella vicenda Palamara e tutte le situazioni connesse. punire i CC criminali duramente ma mai e poi mai graziare i Magistrati corrotti.

Santorredisantarosa

Mer, 22/07/2020 - 15:30

E' DA DIVERSI ANNI CHE DICO CHE L'ARMA NON E' PIU' ARMA E NON SCRIVO ALTRO

BOSS

Mer, 22/07/2020 - 15:37

I VERTICI SONO DISPONIBILI A COLLABORARE? DEVONO COLLABORARE !!!!!!!!! PERCHè LO ORDINO IO CHE COME CITTADINO SONO INNANZITUTTO LO STATO (E LORO I DIPENDENTI DELLO STATO..) E QUINDI LORO PADRONE E DATORE DI LAVORO .

Reziario

Mer, 22/07/2020 - 15:42

Sudamericanizzazione e Messicanizzazione. Onore al carabiniere cha ha avuto il coraggio di denunciare. Per il resto, in questi mesi, purtroppo, ho aperto gli occhi su parecchie cose.

Una-mattina-mi-...

Mer, 22/07/2020 - 15:46

DUE CONSIDERAZIONI: 1-SCORRAZZAVANO BELLAMENTE E NON S'E' AMMALATO NESSUNO? POVERO VIRUS, ORMAI VALI MENO D'UN MOSCERINO. 2-DEI FATTI IN SE' NON MI STUPISCO PER NIENTE, E SE LO DICO SI VEDE CHE PIU' DI QUALCHE INCRESCIOSA ESPERIENZA DI VITA ME LO SUGGERISCE, ANCHE RECENTEMENTE

beccaria

Mer, 22/07/2020 - 15:47

Ormai troppi casi e da molto tempo, specialmente nel microcosmo delle stazioni. Peccato. Serve una profonda riforma dell’Arma

lorenzovan

Mer, 22/07/2020 - 15:50

un bresciano..e non bastano gli ululati dei troll decerebrati per nascondere le verita' sotto al tappeto...come fatto fin o ad ieri

lorenzovan

Mer, 22/07/2020 - 15:51

franco a trier ..esttaamente quello che volevo dire..forse a causa di un errore di battuta non si cap+iva bene

zetanautilus

Mer, 22/07/2020 - 15:52

La cosa lascia perplessi. A volte i Carabinieri possono avere degli informatori, ai quali lasci un po' di spazio, per ovvi motivi investigativi. Alla tortura non ci credo assolutamente. Quando hai un pusher che oppone resistenza, qualche schiaffo può' volare; ma accusarli di tortura è solo propaganda politica, fatta ad arte per denigrare i pochi buoni rimasti.

lorenzovan

Mer, 22/07/2020 - 15:53

e mi ricollego all'assassnio del povero Cercello..intervenuto in borghese per dirimere un business complicato di droga...ma queste situazioni che si ripetono..non vi suonano come campanelli d'allarme ===

anna.53

Mer, 22/07/2020 - 15:55

Posto che"il bacio dell ubriaco a una neonata " è fatto su cui non mi par il caso di ridacchiare (A. L.) , anche perché seguito da minacce e altro, la degenerazione sudamericana di istituzioni quali le forze dell ordine e la Magistratura è davvero allarmante!

maurizio50

Mer, 22/07/2020 - 15:58

Dopo i Giudici adesso pure i Carabinieri. Ma è possibile che questo Paese sia tutto marcio???E Mattarella, come d'abitudine, DORME!!!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 22/07/2020 - 15:59

Aspettate domani :-)

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mer, 22/07/2020 - 16:01

Le mele marce sono dappertuto! Fatto estremamente increscioso soprattutto per l'Arma verso cui ho sempre avuto grande stima ("Usi Obbedir Tacendo e Tacendo Morir"). Questi, stando ai fatti, l'hanno disonorata, anche se sarà la sentenza definitiva a stabilirne i "contorni veri". In casa ho il foglio di congedo di un parente della consorte che ha servito con onore l'Arma: datato 1910! Starà lì per sempre.

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Mer, 22/07/2020 - 16:02

Quello di cui dovreste rendervi conto è che i disonesti esistono in ogni categoria: politici, magistrati, forze dell'ordine, clero, immigrati, amministratori ed imbianchini. Non si può ragionare come molti sono soliti fare: destra bello, sinistra brutto; forze dell'ordine eroi, immigrati ladri e stupratori; poveri italiani sfruttati, poveri non italiani sfruttatori. Ogni caso andrebbe giudicato senza preconcetti. Quando arriverete a questo... non sarete più di destra... ah ah ah...

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 22/07/2020 - 16:07

qualcuno crede possibile che un sottoposto(in qualunque categoria)possa fare azioni indicibili, senza che il capo sappia nulla?... io non credo alla befana; voi ci credete?

lorenzovan

Mer, 22/07/2020 - 16:14

finalmente si inizia a sollevare il velo dell'ipocrisia nazionale..nata purtroppo con l'insindacabilita' doi Garibaldi..Cose che oggi incominciano a sapersi..non sono nuove..anzi ..vecchissime..solo che non si potevano dire ad un magistrato... ..pena denuncie e condanne di calunnia.. eE non solo tra i carabineiei,.,,,chiedete dei finanziaeri di ponte Tresa e dei valichi di confino..andati in pensione con ville meravigliose sui laghi...E ci sono decine di migliaia di persone o piu' che lo potrebbero testimoniare..fosse solo data loro l'immnunita dalla denuncia e dalla condanna

lorenzovan

Mer, 22/07/2020 - 16:17

vince ..1910...altrui tempi..altra gente ..altra omesta..ovggi il paese e' marcio dalle fondamenta..e chi non lo vede..dorme cullandosi nei sogni di biancaneve..O la gente ancora sana reagisce..senza farne questioni di partito o di parte politica ,,fattore sul quale i disonesti giocano alla grande o sara' benefica pure l'invasione dei musulmani !!!..e lo dico con la morte nel cuore...

lorenzovan

Mer, 22/07/2020 - 16:19

giovinap..se hai il nick mortimer ..solo per citarne uno..certamente si...

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Mer, 22/07/2020 - 16:20

X lorenzovan 13.43:a chi doveva vigilare, intento a spartirsi le poltrone, a dir poco dormiva....

zingozongo

Mer, 22/07/2020 - 16:26

propongo medaglia d oro per il carabiniere che ha denunciato e megaprocesso contro i colpevoli con grandi rischieste di danni, gli devono togliere pure le mutande

Ritratto di cuoreitaliano

cuoreitaliano

Mer, 22/07/2020 - 16:30

Disonore per l'arma...ma ricordiamoci che la maggioranza fa il proprio dovere e rischia la vita per un misero stipendio. Quindi pensiamo ad un eccezione non a una regola. Invece di pusher non è meglio spacciatore? Siamo italiani...

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 22/07/2020 - 16:32

Se è vero come sembra, ha ragione il comandante generale "dell'incommensurabile discredito che gettano sull'impegno quotidianamente assicurato dai carabinieri al servizio dei cittadini e a tutela della legalità". Poche mele marce non devono intossicare l'Arma

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 22/07/2020 - 16:33

Troppe mele marce in tutti i contesti; se ci sono fatti gravi ed imputabili alle forze dell'ordine o qualsiasi ente istituzionale,grazie alle intercettazioni,ausilio efficace,a volte contestualizzabile a volte vera arma per poter prendere con le mani nel sacco chi si macchia di ignobili reati come questi,bisogna fermarli e bloccarli civilmente e penalmente, come previsto dalla giustizia.Non dimentichiamoci dell'abuso d'ufficio di Palamara,così come il caso di Bibbiano e come la magistratura a volte stravolge fatti e realtà delle cose condannando innocenti solo perché si sono messi di traverso verso alcune correnti politiche,vedi il caso di Berlusconi ed il caso Salvini,innocenti,ma che andavano fermati ugualmente! Indipendentemente dalla propria ideologia,non barrichiamoci da nessuna parte,ma condanniamo apertamente siffatti ed ignobili atti di vile esistenza.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 22/07/2020 - 16:37

lorenzovan Mer, 22/07/2020 - 16:14 Lorewnzo van perg,a prescindere,non punti il dito verso nessuno,altrimenti sarò portato a dirle di guardare in casa propria come la vicenda Palamara(Le ricorda nulla Berlusconi e Salvini,da condannare seppur innocenti),ed il caso di Bibbiano. Non tenti di sollevare polemiche sterili.Se i carabinieri si sono macchiati di siffatti reati,gravi, la magistratura si farà onore nell'applicare la giustizia...cosa assai rara.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 22/07/2020 - 16:41

Questo fatto ricorda molto la banda della uno bianca. Altri tempi che si pensavano passati. Evidentemente non è così. Comunque mai fare di ogni erba un fascio,abbiamo,ogni giorno,molti esempi di eroismo e abnegazione da parte dell'arma,esempi che non saranno mai scalfiti da 4 mele marce.

Ritratto di faman

faman

Mer, 22/07/2020 - 16:44

PeccatoOriginale-Mer, 22/07/2020 - 13:43: quando qualcuno ha un tarlo rosso nel cervello....giusto?

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 22/07/2020 - 16:44

lorenzovan Mer, 22/07/2020 - 15:53 Non faccia una poltiglia dalla quale è difficile districarsi...lasci che le cose prendano il verso giusto ed avremo una risposta a tutto,non è d'accordo?

lorenzovan

Mer, 22/07/2020 - 16:49

scimmietta..io sto facendo un discorso non partitario..dato che questo aiuta solo i disonesti e i criminali..msa dato che mi ci tiri. alludevi alla sindaca di piacenza..dal 2017..eletta dalla destra?

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 22/07/2020 - 16:56

lorenzovan Mer, 22/07/2020 - 16:49 Anche se non mi risponde(non mi interessa,mi creda)sappia che lei fa dei discorsi di parte...eccome se li fa!

rossini

Mer, 22/07/2020 - 16:59

Da quello che si apprende dall'articolo e da quello che si vede nella foto (dove compare un colonnello della Guardia di Finanza) gli arresti sono stati effettuati proprio dalla GdF. Questo rappresenta uno schiaffo e un affronto nei confronti dell'Arma dei Carabinieri, che rimane pur sempre la Benemerita con 110.000 galantuomini e poche mele marce. In passato gli arresti, in casi del genere, sono stati fatti fare ai colleghi degli arrestati. Questa volta si è voluto può fare un'eccezione. Se fossi nei panni dei componenti dell'Arma non ne dimenticherei e direi: "a buon rendere".

nerinaneri

Mer, 22/07/2020 - 17:03

scimmietta: l'indagine è partita nel 2017 grazie a una soffiata...chi c'era allora? mettiamo sotto controllo anche le caserme dei carabinieri? e la polizia, no? finanza?...

Ritratto di Adespota

Adespota

Mer, 22/07/2020 - 17:04

ogni giorno una notizia che ci avvicina sempre più all'America latina.

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Mer, 22/07/2020 - 17:10

faman - Il mio era sarcasmo, esattamente contro quelli che commentano qui, per cui anche il maltempo e` colpa dei "sinistri". L'altro giorno, alla notizia che il Comando dei Carabinieri aveva dedotto un giorno di paga ad un carabiniere che, pur fuori servizio, aveva affrontato dei malviventi, i commenti erano stati che era colpa del governo di sinistra.

moichiodi

Mer, 22/07/2020 - 17:12

Le solite toghe rosse? O polizia che indaga su carabinieri perché li odia? Oppure può succedere anche in caserma? Ogni tanto può capitare. Non dovrebbe succedere mai. Ma può capitare.

roberto zanella

Mer, 22/07/2020 - 17:13

FORSE BISOGNEREBBE INIZIARE A TRASFORMARE IL CORPO DEI CARABINIERI NON IN UNO STIPENDIFICIO PER DARE LAVORO AI MERIDIONALI. MA ASSUMERE GENTE CHE ABBIA UNA SCOLARITA' ASSICURATA, ABBIA ANCHE UNA PREPARAZIONE CULTURALE E PSICOLOGICA SERIA. QUINDI ASSUNZIONI BASATE SU DIVERSE COSE PECULIARI OLTRE ALL'USO DELL'ARMA.

lorenzovan

Mer, 22/07/2020 - 17:16

giu al nortd..se non rispondo e' perche non mi pubblicano..e riconoscere onestamente certe stupidsaggini di questa destra troppo legatsa alle forme sautoritarie del passato..e non alla destra liberale europea..sarebbe wssere di parte? certo..dalla parte giusta..e +per chiarirci..preferivo la lega di bossi..del bosdsi di prima della malattia..evidentemnte...VIVA LA REPUBBLICA GENOVESE

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 22/07/2020 - 17:28

zanella e chi la darebbe la preparazione culturale, i polentoni semianalfabeta e mariuoli?

marinaio

Mer, 22/07/2020 - 17:36

Lorenzovan, riposati un po', su ogni articolo ci sono almeno una decina di tuoi commenti e questo accade tutti i giorni. Ma non puoi passare la tua vita davanti a uno schermo, è da alienati!

Santorredisantarosa

Mer, 22/07/2020 - 17:40

DA QUANDO E' ENTRATA LA POLITICA, RIPETO POLITICA SPECIE DI SINISTRA, MANCA ORMAI LA FERMEZA, LA SERIETA', IL DOVERE ABNEGAZIONE, SACRIFICIO, PE PER CONCLUDERE MANCA TUTTA. DIGNITA' MILITARE, PERSONALE E FEDELTA' ORA E' DIVENTATA UN TEATRINO DI SACRESTIA DOVE TUTTI POSSONO ENTRARE E TUTTE HANNO DEMOLITO CIO' CHE STORICAMENTE VI ERA IL NERBO DEL DOVERE.

munsal54

Mer, 22/07/2020 - 17:47

Se i reati verranno accertati, bisogna chiudere per sempre quella caserma ed i rei condannati all'ergastolo senza sconti .Per l'arma è una grave offesa e grande sciagura dopo secoli di fedele servizio al paese. Purtroppo è la conseguenza di decenni di malgoverno e di "abusivi" mai eletti dal popolo che stanno portando il ns. "bel paese" nel baratro,sempre più lontano dai valori etici e morali

Nes

Mer, 22/07/2020 - 17:58

Quelli che "Oggi" si scagliano contro L'Arma dei Carabinieri per il "malessere" di alcuni di essi si sbagliano di grosso. Malpagati, picchiati e offesi, rischiano la loro pelle per te, inquisiti per arresti violenti, quando privare per giusta causa la libertà a una persona é già un atto violento, in passato molti poliziotti sono stati anche incriminati per aver svolto il loro lavoro. Con questo non voglio dire che chi ha sbagliato non deve pagare, ma il contrario e lasciare in pace chi notte e giorno, nelle festività, negli stadi e in ogni luogo ove c'è bisogno, quest'uomini ti danno sicurezza la tua sicurezza e il più delle volte, nemmeno te ne accorgi. Chi sbaglia deve pagare ma infangare una intera Istituzione non esiste.Vi siete mai domandati perché l'arma dei Carabinieri ha il più elevato delle morti per suicidio, qualcosa di sicuro non torna

krgferr

Mer, 22/07/2020 - 18:07

Di cialtroni in Italia sembra ve ne siano parecchi; di questi, come i buoni cittadini qualcuno vende sul mercato, altri vanno ad avvitare bulloni alla FIAT o si inventano un qualche mestiere magari inutile o, ancora, si fanno dare il reddito di cittadinanza, alcuni poi fanno il concorso pubblico e diventano alti dirigenti dello stato oppuremagistrati (i più furbi) o entrano nelle F.d.O (i meno dotati) e questi ultimi sono i più pericolosi. Quelli poi che proprio non sanno far nulla e perciò si dedicano alla politica sono quelli che ci hanno rovinato. Ho dimenticato quelli che vanno in seminario che però sono sempre meno. Saluti. Piero

sparviero51

Mer, 22/07/2020 - 18:35

ORMAI CI STIAMO AVVIANDO VERSO UNA SOCIETÀ DI BALORDI ,A TUTTI I LIVELLI . MA CHI FA LE SELEZIONI PER L’ARMA ? E SOPRATUTTO LA “ INTELLIGENCE” INTERNA DOVE È ???

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mer, 22/07/2020 - 18:39

Le forze del potere. Non le forze dell'ordine.

Ritratto di ateius

ateius

Mer, 22/07/2020 - 18:43

@lrnzvn.. come gode a leggere queste notizie.. anni ed anni ad aspettare che accadano.. per eccitarvi e poterle commentarle.- così come da anni scrutate l’Orizzonte.. in attesa dei barconi che giungano a salvarvi.- come siete ridotti.. voi sinistri.- fobìe represse e desidèri disperati di rivalsa.- e poveretti.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Mer, 22/07/2020 - 19:53

Quando sono nato io, poco dopo la fine della guerra, l'Onestà era il più importante dei valori. Onestà, Lavoro e Sacrificio! Dopo le cose sono cambiate e quello che conta sono solo i soldi, i maledetti soldi per i quali tutto diventa lecito, anche tradire gli ideali, ma dubito che costoro ne avessero.

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Gio, 23/07/2020 - 10:14

mortimermouse La mole di dati e di prove, in possesso della magistratura e' impressionante , ed il contenuto e' da bridivi.Se avesse letto l'articolo lo saprebbe.La puzza che Lei sente da lontano , e' data dal fatto che vivendo su Plutone , si e' in effetti a qualche miliardo di km dalla terra.

Calmapiatta

Gio, 23/07/2020 - 10:22

I tre pilastri della Provincia italiana. Il Sindaco, il Parroco, la Stazione dei carabinieri. Il Sindaci sono spesso indagati, i parroci sono spesso accusati di reati su minori, ora anche i carabinieri. Forse c'è qualcosa che non va, in questo paese, nonostante le ciarle della sx così detta progressista.

Tip74Tap

Gio, 23/07/2020 - 10:32

E dopo gli angeli della Meloni aspetto luce sugli eroi con il camice bianco... (anche se su questi ultimi di porcate ne abbiamo piene le pagine di cronaca)

Enne58

Gio, 23/07/2020 - 10:56

Non è ne destra ne di sinistra. Scommetto sulla provenienza geografica di questi signori

lorenzovan

Gio, 23/07/2020 - 13:44

ateius..poverello..pero' sotto un certo punto di vista ..godo..e sai perche' ?? finche' ci sara' gente che aiuta a nascondere le porcherie sotto al tappeto...le porcherie non faranno come aumentare..Io nel 65 ..quando memigrei..gia' lo sapevo e lo vedevo..ma non si poteva dire..e la corruzione che a quei tempi era minima..divento' nel silenzio tombalw del conformismo e della falsa difesa delle istituzioni..generalizzata..E questo distrugge un paese..Io lo amo il mio paese a.cjhe se vivo all'estero..VOI NO

lorenzovan

Gio, 23/07/2020 - 14:42

nel 62 ero studente universitario in legge. ottimi voti..e lavoro di notte alla TETI ,,dale 22 alle 7..a volte uscivo alle 2 di mattina..alle 9 ero gia' in Via Balbi a seguire le lezioni..Guadagnavo benissimo.La mia unica passione le macchine sportive..Riusci' a comprare un Jaguar E rosso..interni bianchi.. con tante cambiali..Mal me ne incolse.. a 100 metri dalla Teti c'era una caserma dei cc..mi facevano la posta e quando uscivo . mi portavano a passare la notte nelle celle.."per accertamenti" ..alla terza o quarta volta mi ribellai..era l'ora di farla finita con il giochetto..Fini' male..pero' riusci' a sapeere il motivo...ero sospetto perche' da ragazzo figlio di statale..case popolari...avevo una macchina da milionari..ergo..dovevo essere implicato in cose losche..ergo dovevo essere "distrutto"..Nel 65 emigrei all'estero..e non me ne sono mai pentito

obiettore

Gio, 23/07/2020 - 15:11

È solamente una montatura, uno sceneggiato fatto ad hoc. Ne seguiranno altri. Statene certi.

Enne58

Gio, 23/07/2020 - 15:17

Lorenzovan uno che che ha avuto il coraggio di andarsene da questo sfascio comincia ad essermi simpatico

Ritratto di faman

faman

Gio, 23/07/2020 - 15:52

PeccatoOriginale-Mer, 22/07/2020 - 17:10: chiedo scusa, non avevo colto il sarcasmo, visto il clima che regna tra questi commenti.