Incide il proprio nome sul Colosseo, denunciata una 17enne inglese

Una ragazza minorenne britannica è stata fermata dai carabinieri dopo che la vigilanza l'aveva pizzicata a scolpire il proprio nome sull'Anfiteatro Flavio

Una ragazza inglese di appena 17 anni è stata denunciata dai carabinieri di Roma dopo essere stata pizzicata ad incidere il proprio nome sul Colosseo.

La giovane, che si trovava nella Città eterna in viaggio con la propria famiglia, si era allontanata per un momento dalla sorveglianza dei genitori ed appartata in un angolo che credeva nascosto. Qui, nella giornata di sabato, ha pensato bene di raccogliere il frammento di un laterizio e scolpire la scritta "Geo" su un fornice dell'Anfiteatro Flavio.

La giovane turista inglese però non ha nemmeno fatto a tempo a finire di incidere il proprio nome sul monumento che subito è intervenuto il personale del servizio di vigilanza. La ragazza è stata fermata e sono stati chiamati i carabinieri. Condotta nella caserma del Comando carabinieri di Piazza Venezia, a breve distanza dal Colosseo, la 17enne straniera è stata identificata e denunciata per danneggiamento aggravato.

Ora la ragazza si trova in stato di libertà ed è stata riaffidata alla madre ma dovrà presto rispondere alla giustizia del proprio gesto. Sull'accaduto è infatti stata già trasmessa un'informativa alla Procura della Repubblica presso il Tribunale minorile di Roma.

Non si tratta purtroppo del primo caso del genere durante l'anno: già a luglio un turista era stato denunciato per lo stesso tipo di vandalismo. Nonostante l'impegno dei vigilantes e delle forze dell'ordine gli imbecilli continuano a sfregiare i monumenti della capitale.

Commenti

dagoleo

Mar, 13/11/2018 - 11:38

Era una vera inglese o una inglese risorsa importata?

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 13/11/2018 - 12:33

"i veri inglesi" queste cose non le conoscono per che loro non hanno una vera storia, la loro storia sta tutta nel colonialismo ed imperialismo!

Macrone

Mar, 13/11/2018 - 13:58

La loro storia è quella che abbiamo scritto noi per 500 anni.

petra

Mar, 13/11/2018 - 15:04

Quante cerimonie! Fatele pagare una multa salata, dopo una lezione di buona educazione civica e finita lì.