Infermiera ricoverata per paresi facciale dopo il vaccino: ecco perché stare tranquilli

Un'infermiera è stata ricoverata a Teramo dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer con una manifesta sindrome di Bell ma i medici rassicurano: "Il vaccino è sicuro"

Sta destando clamore il caso dell'infermiera abruzzese colpita dalla sindrome di Bell dopo aver ricevuto la dose di vaccino anti-Covid Pfizer-BioNTech, anche se sono ancora in corso le indagini per valutare se ci possa essere correlazione. Il suo sarebbe il secondo episodio di questo tipo che si verifica in Abruzzo, dove a ora sono state somministrate poco meno di 10mila dosi di vaccino. Nonostante il polverone sollevato dalla notizia, i medici fanno sapere che non c'è niente di cui preoccuparsi nel caso in cui venga confermato che si tratta di una reazione avversa alla somministrazione del vaccino, già segnalata dalle agenzie del farmaco nazionali.

La sindrome di Bell causa una lieve paresi facciale nel soggetto colpito, nulla di compromettente o di permanente. L'infermiera di Teramo si trova ora ricoverata in ospedale ma, fanno sapere i medici che l'hanno presa in cura, si tratta principalmente di una precauzione ma, soprattutto, di una necessità scientifica. L'obiettivo è proprio quello di stabile se possa essere considerata una controindicazione della somministrazione del vaccino Pfizer-BioNTech. L'infermiera sta bene ed è Maurizio Brucchi, direttore sanitario della Asl di Teramo, a dare maggiori dettagli della vicenda a Il Messaggero: "C’è stata una reazione avversa ma le sue condizioni sono buone. L’ infermiera sta bene. Al momento è ricoverata nel reparto di neurologia per fare degli accertamenti e una Tac. Il ricovero, pur se non necessario, è stato deciso solo a cercare di capire se la paresi è collegata al vaccino o solo una casualità e le cause fanno certe altrove".

È Maurizio Bucchi a rivelare che si tratterebbe del secondo caso di sindrome di Bell in Abruzzo, che si sarebbe verificato in un operatore sanitario a L'Aquila: "Non è nulla di importante e si risolve completamente con una cura nel giro di pochi giorni". Il medico ribadisce la necessità di non creare allarmismi attorno a questa vicenda, perché "tutti i vaccini e i medicinali possono avere degli effetti collaterali. Che questo vaccino è sicuro a dirlo sono i numeri: su quasi 10mila persone sono due reazioni avverse e di leggerissima entità". La sindrome di Bell è tra le reazioni avverse segnalate anche dalla Fda, la Food and Drug Administration. L'ente corrispettivo dell'Aifa italiana, infatti, nel documento di approvazione del vaccino del 10 dicembre, ha riportato 4 casi tra gli oltre 43mila che hanno ricevuto il vaccino.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 10/01/2021 - 17:25

Nessun problema,bisogna stare tranquilli,l'infermiera, causa paresi facciale, ha solo assunto le sembianze di uno zombie,nulla di grave,vaccinatevi tranquillamente.....

QuasarX

Dom, 10/01/2021 - 17:30

paresi facciale = PARALISI (che puo' essere temporanea o anche PERMANENTE); pero' non ci preoccupiamo se una parte della faccia va in paralisi va tutto bene

Ritratto di old_nickname

old_nickname

Dom, 10/01/2021 - 17:54

Niente. É sicuro. Chi non ha mai sperimentato una lieve paralisi facciale dopo una vaccinazione? Tranquilli, tutto in regola. Se diventate lievemente fosforescenti non dovete preoccuparvi, il pericolo scatta solo se fate luce abbastanza da leggere il quotidiano. Continuate pure a pascolare che l'immunità di gregge può raggiungerla solo... un gregge.

Boxster65

Dom, 10/01/2021 - 17:58

Tranquilli cosa sarà mai una paresi!! Ahahahah

Dordolio

Dom, 10/01/2021 - 18:00

E’ un caso da seguire nel tempo per vedere se c’è una restituito ad integrum o no (e se non ci fosse DUBITO che il fatto verrebbe reso pubblico....). Ma i trionfalismi per il tranquillo svolgersi delle vaccinazioni con pochi o nulli effetti collaterali nell’immediato sono fuorvianti. E’ per quello che potrebbe accadere più oltre che si dovrebbe stare in allerta. Farmaci e vaccini è sulle lunghe distanze che hanno evidenziato i problemi e i loro effetti avversi. Il problema di questo vaccino è la tecnologia innovativa alla base della sua creazione. E alla sperimentazione di pochi mesi e non di molti anni. La tecnologia è nota da decenni per carità...ma solo DUE farmaci erano finora stati ammessi... e per uso oncologico COMPASSIONEVOLE...

Giorgio Colomba

Lun, 11/01/2021 - 10:19

Il grave non è la notizia della reazione avversa, ma le reazioni avverse senza notizia.

okorop1

Lun, 11/01/2021 - 10:25

Spiegatemi sulla base di che cosa voi giornalai scrivete che il vacino è sicuro:1) i dati sulla sicurezza e efficacia saranno elaborati sulla base della sperimentazione nel 2023; 2) attualmente il vaccino è stato approvato solo per la sperimentazione di massa, tutti coloro che lo fanno devono essere seguiti dalla farmacosorveglianza segnalando tutti gli effetti collaterali.....e ahime tra questi la paresi facciale...ma si dai ti copri con la maschierina che sarà mai.....

baio57

Lun, 11/01/2021 - 10:27

Per la fortuna di chi vorrà vaccinarsi ,fra non molto troveremo più soluzioni e diversi marchi a scelta per il "fai da te". Si potranno trovare pure nel reparto surgelati del super ,a fianco della cassata siciliana o del merluzzo delle Lofoten,ovviamente dietro presentazione di ricetta medica.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 11/01/2021 - 10:49

Ma si,cosa sarà mai una faccia storpiata dalla paresi,simile a quella degli zombie? Vuoi mettere? Meglio il covid19? Ahahahahah

baio57

Lun, 11/01/2021 - 10:54

Nessuna nota sui DIVERSI casi di decessi dopo la somministrazione del vaccino ,almeno un caso anche in Italia ? Troppo scomodo magari indagare, oppure sono liquidati come affetti da patologie regresse ,che vale in questo caso ma non nella conta dei morti Covid ?

baio57

Lun, 11/01/2021 - 11:07

(segue..) per esempio la signora genovese di 89 anni ,deceduta nell'Rsa per emorragia cerebrale e rush cutaneo, dopo la somministrazione del vaccino...Almeno un altro caso nel Canton Ticino.... Ok..patologie regresse...

Ritratto di Smax

Smax

Lun, 11/01/2021 - 11:08

In Australia non lo somministrano perché non è sperimentato. Ovvio. In Svezia nessuna campagna vaccinale, chi vuole se lo fa. Può darsi che siano meno furbi del nostro governo.

jaguar

Lun, 11/01/2021 - 11:09

È colpa dell'infermiera, il vaccino è super sicuro e ci regalerà molti anni di tranquillità e benessere. Personalmente però attenderò tempi migliori per iniettarmi un non so che cosa.

ziobeppe1951

Lun, 11/01/2021 - 11:10

Andate avanti voi che a me mi scappa da ridere