Cronache

Insigne si scatta un selfie con Salvini e i tifosi del Napoli lo insultano

Valanga di insulti contro Insigne e Callejon per un selfie scattatato col segretario della Lega: "Salvini fino all'altro giorno ci chiamava colerosi e terremotati"

Insigne si scatta un selfie con Salvini e i tifosi del Napoli lo insultano

Galeotto fu il selfie e chi lo scattò. Soprattutto se nella foto compaiono fianco a fianco i giocatori e il vicepresidente del Napoli calcio insieme al segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini. Un accostamento che non è affatto piaciuto ai tifosi partenopei, che non si sono mai scordati dei cori razzisti che l'attuale leader del Carroccio non molti anni fa intonò proprio all'indirizzo degli abitanti del capoluogo campano.

Ma andiamo con ordine. Tutto inizia proprio sul profilo Facebook di Salvini, dove ieri sera è comparsa una foto postata dallo staff del politico leghista: oltre all'europarlamentare, vi appaiono i giocatori Lorenzo Insigne e José Callejon, insiema al vicepresidente della società azzurra Edoardo De Laurentiis. I quattro si sono incontrati per caso in un albergo di Castel Volturno, dove il segretario leghista si trovava per un'iniziativa politica e dove la capolista della serie A ha il proprio quartier generale.

Nonostante la didascalia distesa con cui è stata accompagnata la foto - Salvini ha scritto: "Insigne, Callejón e il vicepresidente del Napoli sono simpaticissimi! Viva il bel calcio." - il popolo della rete non l'ha presa troppo bene.

L'immagine proposta dal leghista è stata letteralmente subissata da una valanga di insulti, diretti per la verità soprattutto contro i giocatori azzurri e in particolar modo contro Insigne "Questa foto è un calcio in faccia alla nostra città, da napoletano che punta ad essere un simbolo per questi colori e questa città dovresti vergognarti! - scrive un tifoso - La Lega Nord ci ha chiamati "terroni e colerosi" per decenni ed ora si ricordano del Sud per racimolare qualche voto in più! La maglia si onora anche fuori dal campo

"Profonda vergogna per Insigne che da napoletano avrebbe dovuto rifiutare la richiesta di una foto da quest'uomo. Uno che mai ha rispettato la nostra identità e il nostro amore per Napoli", gli fa eco un compagno di tifo mentre molti altri protestano perché a Insigne non venga assegnata la maglia numero 10 che fu di Maradona. Chissà se il Pibe de Oro avrebbe accettato di fare quella foto.

Commenti