L'allarme dei professori: ​"I ragazzi scrivono male"

In un documento firmato, oltre 600 docenti universitari, accademici della Crusca si chiede l'intervento del governo

Un appello da parte della Crusca al governo. L'allarme è chiaro: i ragazzi italiani che arrivano all'università non sanno scrivere bene in italiano e hanno difficoltà ad esprimersi. In un documento firmato, oltre 600 docenti universitari, accademici della Crusca, storici, filosofi, sociologi e economisti, tra cui Ilvo Diamanti, Massimo Cacciari, Carlo Fusaro, Paola Mastrocola viene chiesto un intervento all'esecutivo: "È chiaro ormai da molti anni che alla fine del percorso scolastico troppi ragazzi scrivono male in italiano, leggono poco e faticano a esprimersi oralmente", si legge nel documento. "Da tempo - continua la lettera - i docenti universitari denunciano le carenze linguistiche dei loro studenti (grammatica, sintassi, lessico), con errori appena tollerabili in terza elementare. Nel tentativo di porvi rimedio, alcune facoltà hanno persino attivato corsi di recupero di lingua italiana".

"Ci sono alcune importanti iniziative rivolte all'aggiornamento degli insegnanti, ma - si fa notare - non si vede una volontà politica adeguata alla gravità del problema. Abbiamo invece bisogno di una scuola davvero esigente nel controllo degli apprendimenti, oltre che più efficace nella didattica, altrimenti né l'impegno degli insegnanti, né l'acquisizione di nuove metodologie saranno sufficienti".

Commenti

steacanessa

Sab, 04/02/2017 - 23:41

Lo scoprono sono lo adesso? Non li ascoltano quando parlano? Sono in genere privi di un decoroso bagaglio di vocaboli. Sono figli della loro buona scuola.

fifaus

Sab, 04/02/2017 - 23:45

Non capisco a che titolo ormai parli l'Accademia della Crusca, che ultimamente si è prostituita ai desideri, linguisticamente osceni, di tal Laura Boldrini. Per quanto riguarda poi la scarsa capacità dei nostri ragazzi di scrivere e di esprimersi anche oralmente, mi sembra si stia scoprendo l'acqua calda. Del resto, va da sé che un popolo di ignoranti sia più facilmente manipolabile.

leserin

Sab, 04/02/2017 - 23:53

Fin dalla primaria più scrittura manuale, corsiva, e meno tastiera, che intorpidisce il cervello. Più grammatica, analisi logica e del periodo. E poi leggere e curare l'esposizione scritta. E allora le cose miglioreranno.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 05/02/2017 - 00:52

Eh si, se si interpretano le superiori come un inutile diplomificio, succede questo ma anche di molto peggio, anche perchè non sanno "far di conto".

Silvio B Parodi

Dom, 05/02/2017 - 01:36

grazie 68 grazie buona scuola di Renzi, grazie ai sindacati della scuola e grazie ai prof di sinistra, complimenti, non solo avete rovinato l'Italia ma anche gli studenti.

manfredog

Dom, 05/02/2017 - 01:37

..'I ragazzi italiani che arrivano all'università non sanno scrivere bene in italiano e..' Il guaio è, cari docenti e cari 'cruscotti', che tutto ciò accade anche quando escono dall'università, magari con una bella laurea in mano..!! mg.

Popi46

Dom, 05/02/2017 - 06:25

Ho tanto timore che si siano svegliati tardi,il problema è nato da almeno 30 anni e recuperare la mancanza di cultura di almeno un'intera generazione sarà fatica di Sisifo.A quali docenti affidare il recupero culturale dei giovani? A coloro che,a loro volta,sono diventati tali con il 6 politico? Buonanotteeeeeeee...

claudioarmc

Dom, 05/02/2017 - 07:18

Con un ministro come la Fedeli è già tanto che sappiano scrivere

blackbird

Dom, 05/02/2017 - 07:44

Ma se la maestra dice ai genitori che il pargolo non sa la grammatica, questi corrono dal dirigente minacciando ricorsi! La scuola italiana è un promuovificio. Insegnanti frustrati che non possono valutare correttamente i ragazzi senza rischiare cause al TAR o peggio. Ai miei tempi, il professore di Elettronica Industriale correggeva anche grammatica, ortografia e sintassi delle relazioni e dei compiti. Quando un mio compagno contestò l'interferenza con l'Italiano, questi rispose: O correggo la lingua e ti valuto anche per questo o non capisco quello che scrivi e non ti valuto l'elaborato, scegli tu.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 05/02/2017 - 07:56

Sembra strano che professori, "CRITICHINO", il loro operato che hanno espanso in tutte le scuole del paese??? """LA SCUOLA, È LUOGO DI INSEGNAMENTO, INSEGNAMENTO, SU TUTTI I FRONTI, MA QUANDO VENGONO DIMENTICATI I PIÙ ESENZIALI,(DISCIPLINA E I VALORI DELLA VITA), E COME COSTRUIRE UN PALAZZO DI CARTA IN UN PAESE MOLTO PIOVOSO"""!!! "CONSTATARE", tutti lo sanno fare, Ma PREVENIRE è ciò per cui queste grandi menti eccelse "SONO PAGATE" E NON SONO CAPACI DI FARE!!! 

8

Dom, 05/02/2017 - 08:00

Il Ministro Fedeli, senza la Maturità, potrà accedere ai corsi di recupero di lingua italiana attivati dall'Università ? Altrimenti chi lo legge il documento firmato da 600 docenti universitari, accademici della Crusca, storici, filosofi, sociologi ed economisti ?

rossini

Dom, 05/02/2017 - 08:04

Scrivono male? E che importa? Con le conoscenze giuste, faranno una carriera luminosa come Tonino Di Pietro o come Valeria Fedeli.

quell'io

Dom, 05/02/2017 - 08:16

In realtà anche la maggioranza degli insegnanti e' incapace di un uso corretto dell'italiano, la scuola italiana è solo un lontano ricordo di ciò che pure è stata. Questo è il risultato della assoluta assenza della "meritocrazia"che per sindacati e politici di sinistra è comunque una parolaccia. Del resto non sarebbe interessante leggere un commento (scritto di suo pugno!) del nuovo ministro della pubblica istruzione?

il sorpasso

Dom, 05/02/2017 - 08:17

Ci pensa la bella ministra dell'istruzione.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 05/02/2017 - 08:49

Finchè i professori insegneranno politica e politica nelle scuole i ragazzi scriveranno sempre molto male.

marinaio

Dom, 05/02/2017 - 09:34

Toh, guarda un po'!! Anche l'Accademia della Crusca! Ma non è quella che ha accettato la parola PRESIDENTA? Da quale pulpito viene la predica. La grammatica italiana semmai ci parla di presidentessa, ma quelli della Crusca fanno parte degli ignoranti che necessitano di corsi di recupero della lingua italiana.

elgar

Dom, 05/02/2017 - 09:39

Questi sono i risultati di come la sinistra ha ridotto la scuola a partire dal sessantotto. Adesso addirittura vogliono far passare la media del sei per essere ammessi alla maturità... ti credo che poi i risultati sono quello che sono. Ragazzi che non sanno parlare e scrivere con proprietà di linguaggio, che fanno discorsi senza capo nè coda e vanno pure all'Università. Figuriamoci se poi andranno a far parte della classe dirigente...

diesonne

Dom, 05/02/2017 - 09:42

DIESONNE LEGGERE SCRIVERESTA E PARLARE E FAR DI CONTO QUESTAUOIL E' LA VERA SCUOLA-ORA E' FATTA DI CHIACCHIERE-SONO DECENNI CHE LA SCUOLA E' NULLA-INSEGNANTI VUOTI FIGLI DEL RI68 E QUESTI SONO I FRUTTI-ABBIAMO MINISTRI DELLa pubblica distruzionr scolastica

frapito

Dom, 05/02/2017 - 10:00

Ma avendo uno/a ministro/a e vari insegnanti a cui interessa solo la teoria gender, cosa volete che possa interessare se scrivano bene o male? A costoro importa soltanto che i ragazzi non sappiano distinguere il maschile dal femminile. Ai miei tempi, non troppo lontani, la parola d'ordine a scuola era "Ricordati che scrivi per gli altri e non per te stesso". Scrivere bene è (era??) una questione di rispetto sia per gli altri che per se stessi.

Linucs

Dom, 05/02/2017 - 10:03

Scuola dell'obbligo, scuola statale: tanto gender e attività di socializzazione.

alfa553

Dom, 05/02/2017 - 10:14

Se ne accorgono ora? perché non leggono gli strafalcioni che vengono scritti su queste pagine........chi scrive qui sopra ,viene dalle loro scuole......geni.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Dom, 05/02/2017 - 10:23

il problema nasce fin dalle elementari. dettato riassunto e scruttura in corsivo sono indispensabili e l'uso del pc va vietato almeno fino alle medie. alle superiori il danno è già fatto ma, agli sctutini di giugno, come per miracolo, non ci sono insufficienze nè a italiano nè a storia. i "cattivi" sono sempre i professori di matematica.....

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 05/02/2017 - 10:27

Dopo decenni in cui la sinistra si è adoperata, senza risparmio di forze, per demolire la scuola...ora si scopre l'acqua calda. La distruzione della scuola "elitaria" (a partire dall'abolizione del Latino alle medie) ha partorito asini. A cominciare da qualche autorità istituzionale che la scuola dovrebbe rappresentare ai massimi livelli. W la "squola" democratica ed antifascista!

Giorgio Colomba

Dom, 05/02/2017 - 10:40

Peccato che tra gli eminenti firmatari che oggi si stracciano le vesti e lanciano appelli per tutelare la lingua italiana vi siano anche diversi gauchisti che in illo tempore propugnavano il "6 politico" e "l'immaginazione al potere".

snips

Dom, 05/02/2017 - 10:51

Nel 1958 il mio maestro era da SOLO ad insegnare a 34 bimbi nel triennio 3-4-5 elementare, tutti lo rispettavamo e siamo usciti parlando,scrivendo, e facendoci capire abbastanza bene.Stessa scuola, nel 1990, frequentata da mio figlio con 18 compagni di classe, c'erano ben 4 insegnanti+1 di sostegno.Problemi a non finire..dico solo questo: Se confronto i quaderni,per la scrittura,delle due generazioni non esiste paragone, in peggio naturalmente! Grazie PC/PD/Ulivo,sindacati etc.etc.grazie veramente di tutto.Io e mio figlio ce ne ricordiamo infatti quando si vota(Insieme alle altre cose)....

Trinky

Dom, 05/02/2017 - 10:52

A cosa serve scrivere bene, tanto tutti promossi....... E fa niente se in TV e in giro non si sente più un congiuntivo in modo esatto!

VittorioMar

Dom, 05/02/2017 - 10:55

...per valutare la preparazione di uno studente di Scuola Media Superiore,basterebbe si cimentasse in una ANALISI GRAMMATICALE E LOGICA DI UNA SEMPLICE FRASE...non un periodo..!!...SI DOVREBBE ABOLIRE TUTTO DAL '68 IN POI..!!!

umberto nordio

Dom, 05/02/2017 - 11:25

Ormai scrivono solo messaggini illetterati

antonio54

Dom, 05/02/2017 - 11:25

In un paese in caduta libera come l'Italia, dove non c'è un solo settore dell'amministrazione pubblica che funzioni, non vedo come la scuola potesse uscirne indenne. Questo disastro ha inizio dal famoso sessantotto fino ai nostri giorni... promossi tutti e vai. Adesso raccogliamo i frutti. E' risaputo, che, un popolo d'ignoranti è più facilmente manovrabile...

umberto nordio

Dom, 05/02/2017 - 11:26

In molti casi bisogna cominciare dai "docenti".

Ritratto di Lissa

Lissa

Dom, 05/02/2017 - 11:32

Moltissimi anni addietro, da come avvenivano le riforma della scuola qualcuno ipotizzò che grazie alla sinistra e i loro utili idioti, ci sarebbe stato l'avvento dell'asinocrazia, Come dargli torto?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 05/02/2017 - 11:35

@fifaus,@Silvio B Parodi@blackbird,....beh,faccio prima ad essere d'accordo con tutti!!La scuola "moderna","progressista",si proccupa di altri "valori",e sopra tutto, non deve essere "discriminante",nei confronti delle "risorse",per cui ci si deve adeguare al "passo"....I "telefonini" i messaggi SMS,che si scambiano(senza parlare),fanno il resto!....Avete mai visto,osservato,tre ragazzi,tre amici,seduti in treno per un'ora??....Non parlano tra di loro,non leggono,....continuano a "smanettare" con i pollici!!!!!

Duka

Dom, 05/02/2017 - 11:44

QUANDO SCOPRIRETE CHE 8 LAUREATI SU 10 NON VALGONO UN FICO SECCO? QUANDO IMPARERETE CHE L'UNIVERSITA' E' UNA SCUOLA NON UN BUSINESS - PROVATE A CALCOLARE QUANTI SOMARI SONO USCITI DALLE "NUOVE UNIVERSITA'" DI PROVINCIA SORTE COME FUNGHI NEGLI ULTIMI 15 ANNI SEMPLICEMENTE PER FARE CASSA, LAUREANDO CHIUNQUE PURCHE' RACCOMANDATO E GENEROSO-

mifra77

Dom, 05/02/2017 - 11:46

La buona scuola insegnata da gente che come unica qualifica ha un diploma o una laurea e tante raccomandazioni. A questo aggiungiamo che sono stati assunti una marea di precari che persino la pastorizia aveva scartato... ed ecco la buona scuola! Non che tutti i firmatari del documento, possano vantare un linguaggio forbito! Sentire parlare alcuni di loro in TV, c'è da rendersi conto del perché i nostri figli non sanno parlare in Italiano. Vorrei ricordare che tanti di questi lamentoni, sono responsabili del disastro linguistico dei nostri studenti; essi sono la generazione del sei politico rosso.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 05/02/2017 - 11:55

Ovvio, la missione delle scuola italiana non è insegnare, è assumere ignoranti per garantire il voto al pd. Basta vedere chi è il ministro dell'istruzione, meglio della distruzione.

baronemanfredri...

Dom, 05/02/2017 - 11:58

ILLUSTRISSIMI PROFESSORI, AVETE RAGIONE, MA SE IN ITALIA C'E' UN MINISTRO O MINISTRA CHE HA DICHIARATO IL FALSO ED E' REATO PENALE? NON HA LAUREA CHE VOLETE DI PIU'? UN AMARO? SI AMARO PER L'ITALIA.

frabelli1

Dom, 05/02/2017 - 12:21

Questo perché dalle scuole elementari da circa trent'anni si è voluta fare una riforma con tripli maestri, che creano solo confusione e NON insegnano nulla in più, se non in meno, agli alunni. Le tabelline non si imparano più a memoria, dicono che bisogna "arrivarci", aste e puntini, sparite, così scriviamo male con una pessima calligrafia. Italiano, storia ed altre materie semplicemente trascurate in favore di altre che nulla insegnato ma creano confusione nei bambini. Insomma la scuola è in crisi NON per mancanza di fondi, ma per mancanza di insegnanti che insegnino le vere materie

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Dom, 05/02/2017 - 12:29

Le conseguenze dello stramaledetto '68 si stanno manifestando in tutta la loro portata in tutti i settori della società e a tutti i livelli. La formazione di un gregge acefalo ed ignorante da mandare dove vuole il padrone è completata. Confido nella venuta dei Cinesi, persone serie, pochi fronzoli e tutta sostanza.

Una-mattina-mi-...

Dom, 05/02/2017 - 12:38

CE NE SIAMO ACCORTI:il rincoglionimento di massa è purtroppo lo scopo principe del sistema educativo, e pare funzioni alla grande.

Ritratto di Zizzigo

Anonimo (non verificato)

Ritratto di adl

adl

Dom, 05/02/2017 - 13:10

Non oso pensare cosa avrebbe detto il grande PAPINI che ai tempi della scuola di Croce e Gentile, scrisse"CHIUDIAMO LE SCUOLE", nell'era della BUONAGENDERSCUOLA al cui vertice siede una semidiplomata triennale ?????!!

Antenna54

Dom, 05/02/2017 - 13:18

Fiché pure le istituzioni ci si metotno a distorcere la lingua italiana, non dobbiamo lamentarci! W la sindaca, la ministra ... la medica ... a voi il resto!

baronemanfredri...

Dom, 05/02/2017 - 14:31

I PROFESSORI DELLA CRUSCTA SONO INTELLIGENTI. DIFATTI NON HANNO SCRITTO ALLA LAUREATA MINISTRA DELLA PUBBLICA (D)ISTRUZIONE, MA BENSI' AI POLITICI. SONO MOLTI I VERI LAUREATI TRA I POLITICI. PARLO DI COLORO CHE NON CONOSCO IL VOTO 6 POLITICO. CERTAMENTE LA MINISTRA D.SA FEDELI, SARA' FEDELE AL SUO NOME, SI GUARDERA' BENE NEL RISPONDERE ALL'ESSENZA DELLA VERA LINGUA, DELLA GRAMMATICA, DELLA SINTASSI, DELL'ANALISI LOGICA E GRAMMATICALE. CERTO LORO SANNO, I PROFESSORI DELLA CRUSCA, CHE RICEVEREBBERO UNA RISPOSTA DALLA D.SA FEDELI MINISTRO CON UNA LETTERA COPIATA DALLO SCRIVANO PEPPINO DE FILIPPO, DETTATA DA TOTO'. ALLO SCHIFO C'E' LIMITE E DIGNITA'

baronemanfredri...

Dom, 05/02/2017 - 14:36

A DIR IL VERO NELL'ANNO SCOLASTICO 1972 HO AVUTO PER DISGRAZIA UNA CD PROFESSORESSA DI FRANCESE CHE MI INTERROGAVA LEGGENDO UN LIBRICINO NERO, TIPO QUELLI USATI IN CONVENTI, PARLANDO SEMPRE DEGLI STESSI ARGOMENTI. IN PRATICA ERA UNA PERFETTA IGNORANTE. SI VOCIFERAVA, SECONDO UNA INFORMATIVA DI UNA MIA COMPAGNA SUPER RACCOMANDATA IN ENTE PUBBLICO DOPO ALCUNI ANNI, CHE QUESTA ERA MONACA CHE SIE E' "SPOGLIATA". UNA PERFETTA IGNORANTE NON SAPEVA NULLA. MODESTAMENTE A VOLTE INTERVENIVO E MI TRATTAVA CON ODIO. E' STATA TRASFERITA A CATANIA PRESENTANDOSI CON LA STESSA SUA PREPARAZIONE DI PROFESSORESSA, OVVERO IGNORANZA ABISSALE.

agosvac

Dom, 05/02/2017 - 14:39

E' strano che a parlare( o "sparlare") sia l'accademia della Crusca che ha avallato l'ignoranza della signora boldrini riguardo a "presidenta" invece di presidente o "sindaca" invece di sindaco ed altre piacevolezze che con la vera lingua italiana hanno poco a che vedere! In ogni caso se i ragazzi arrivano all'Università senza conoscere bene l'italiano la colpa è solo ed esclusivamente dei professori che anche loro l'italiano non lo "masticano" bene!!!

baronemanfredri...

Dom, 05/02/2017 - 14:42

OGNI SERA MIA MADRE SEGUE I GIOCHI DI RAI 1 E CANALE 5 SEGUE E RISPONDE ALLE DOMANDE. MIA MADRE CLASSE 1932 DURANTE LA GUERRA ERA IN 3 ELEMENTARE, HA INSULTATO COLUI CHE HA RISPOSTO CHE HITLER ERA NEL 1964 E LA RISPOSTA SBAGLIATA RELATIVA ALLA REGIONE SARDEGNA. SE QUESTA E' SCUOLA. INOLTRE, UN MIO AMICO PROFESSORE DI FRANCESE, VERO PROFESSORE PREPARATISSIMO E DURO, SOSTIENE CHI SI E' DIPLOMA CON CAPACITA' ANCHE COL 36 E' SUPERIORE A COLOR CHE SI DIPLOMANO COL 70. SE LO DICE LUI CHE BOCCIAVA SENZA LIMITI......... MEMPHOS 35 SE NON SBAGLIO DURANTE L'ERA FASSSSSSISTA O FASCISTA C'ERA UNO DEI MIGLIORI MINISTRI ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE O ISTRUZIONE PUBBLICA. MEMPHIS CONCORDO

pastello

Dom, 05/02/2017 - 16:16

I ragazzi scrivono male? Beh, per una volta voglio complimentarmi con i cattocomunisti, prontamente intervenuti con la nomina di tale fedeli ministro della pubblica istruzione.