Lanciano, rom non vuole indossare mascherina e pesta il vigilante

L'uomo, fin da subito nervoso per esser stato ripreso in quanto sprovvisto di mascherina, ha pestato l'addetto alla sicurezza interna, facendolo cadere a terra con un pugno e quindi infierendo su di lui

Invitato dall'addetto alla sicurezza di un supermercato di Lanciano (Chieti) ad indossare, come previsto del regolamento, la mascherina, lo ha aggredito con violenza, colpendolo con un pugno in pieno volto e continuando ad infierire su di lui anche dopo averlo fatto finire a terra.

Protagonista in negativo della vicenda F.D.R., individuo di etnia rom che, in compagnia del fratello, aveva raggiunto l'ipermercato Oasi di Lanciano durante il pomeriggio di ieri, lunedì 27 aprile. Sono all'incirca le ore 16, e fuori dal punto vendita ci sono numerosi clienti in fila, in paziente attesa del proprio turno per entrare e poter fare la spesa.

È a questo punto che il vigilante preposto ai controlli si avvicina ai fratelli, notando il fatto che uno dei due non indossa il dispositivo di protezione individuale richiesto all'ingresso. "Dovete mettervi la mascherina", puntualizza l'addetto alla sorveglianza interna del supermercato, provocando l'immediata reazione da parte dell'uomo, particolarmente nervoso per il rimprovero subito.

Dopo essersi rifiutato di eseguire quanto gli era stato richiesto, il rom ha iniziato a scaldarsi: ne è nato un acceso alterco che, purtroppo, non si è concluso con qualche parola di troppo o delle grida. Improvvisamente, infatti, F.D.R., è scattato contro l'addetto alla sicurezza e lo ha colpito con un pugno al volto, talmente forte e ben assestato da procurare la frattura del setto nasale.

Quando il ragazzo è finito a terra, tuttavia, il facinoroso non ha esitato ad avventarsi su di lui e ad infierire, tempestandolo di colpi e riducendolo ad una maschera di sangue. A causa delle botte subite, la vittima, il 26enne D.M., è dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso. Sul posto, infatti, è giunta un'ambulanza del 118 grazie alle segnalazioni inoltrate dai numerosi presenti al momento dell'aggressione: i sanitari, dopo aver assistito sul posto il ferito, lo hanno trasferito all'ospedale "Renzetti" di Lanciano.

Al centro commerciale "Oasi – La Fontana" si sono precipitati anche gli uomini del commissariato di via R. Perretti, unitamente ai carabinieri ed agli agenti della polizia locale. Fatti salire a bordo di una pantera, i due sono finiti negli uffici della centrale e, stando a quanto riportato da "Abruzzo Live", dovrebbero finire indagati con l'accusa di lesioni personali. A condurre le indagini, sotto la direzione della dirigente dott.ssa Lucia D'Agostino, sono gli uomini della polizia di Stato i quali, oltre ad interrogare i testimoni, stanno provvedendo ad acquisire le immagini estratte da alcune videocamere di sorveglianza installate nei pressi del luogo dell'aggressione.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Anonimo51

Mar, 28/04/2020 - 19:20

Spero che marcisca in galera, cosi imparerà a rispettare gli italiani.

paco51

Mar, 28/04/2020 - 19:56

Anonimo: sono risorseeeeee! ma tutto ha un fine!

Antibuonisti

Mer, 29/04/2020 - 10:07

loro non sono soggetti alle regole dello stato , il governo ha dato loro qualunque libertà di azione e impunita'. Ricordate quando Salvini voleva censirli... apriti cielo .

claudioarmc

Mer, 29/04/2020 - 10:21

Grande episodio della cultura Rom di cui, come giustamente dice Dijana Pavlovic, potremmo mai fare a meno? Io dico di si!

killkoms

Mer, 29/04/2020 - 10:52

i protetti delle sinistre!

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Mer, 29/04/2020 - 11:10

I vigliacchi come al solito 2 contro 1 ! ( minimo 2 a 1 )

arilibellula

Mer, 29/04/2020 - 11:10

come andrà a finire? Sospensione dal lavoro al vigilente e pagamento dei danni al povero rom che era venuto a fare la spesa. il vigilante doveva essere lesto a fornire mascherina a chi ne era sprovvisto e quindi multa al supermercato.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Mer, 29/04/2020 - 11:19

^(*@*)^ Soonoo tuuutiiii fraateeliii e sooreeleee

maxxena

Mer, 29/04/2020 - 11:33

era nervoso perchè era in ritardo..finita la spesa doveva andare ad occupare una casa ad un pensionato ricoverato in ospedale... risorsa insostituibile e icona del nuovo cittadino europeo.

ziobeppe1951

Mer, 29/04/2020 - 11:42

SEMPRE..INFINITAMENTE GRATO AL PD e 5*

maurizio50

Mer, 29/04/2020 - 11:48

Un altro che aveva ricevuto dal Parroco del Vaticano le scuse perchè perseguitato!!!!!!

mimmo1960

Mer, 29/04/2020 - 12:28

Si sentono tutti a casa loro, noi siamo carne da macello.

caren

Mer, 29/04/2020 - 13:11

mimmo1960, bisogna ribaltare il punto di vista e cioè, noi non siamo carne da macello, ci offriamo per diventarlo e loro ne approfittano. Perché? Tutti le persone presenti lì, hanno mosso un dito?

Albius50

Mer, 29/04/2020 - 13:23

La volante ed il suo equipaggio hanno solo perso tempo, sono convinto che hanno già una ricca lista di reati che come al solito rimarranno impuniti.

Antenna54

Mer, 29/04/2020 - 13:51

Lo staterello italico salvaguarda questa specie di delinquenti, noi invece siamo obbligati ai guanti, alle mascherine, a non poter frequentare nostri famigliari lontani, a non andare a lavorare .... Che ci volete fare, votateli ancora questi politicanti della domenica.