"L'Apocalisse" sui binari: così i ladri di rame fermano i treni

I ladri di rame di nuovo in azione, una piaga che negli ultimi 10 anni è costata ben 26 milioni di euro. Ritardi e disagi per i pendolari

"L'Apocalisse" sui binari: così i ladri di rame fermano i treni

Circolazione dei treni interrotta a causa dei ladri di rame in azione. È successo nel corso della mattinata di ieri a Treviglio, dove numerosi pendolari si sono ritrovati bloccati durante il percorso per via di seri problemi alla viabilità. Un vero e proprio incubo per numerose persone che lunedì stavano cercando di raggiungere Cremona e le altre fermate presenti sulla tratta.

Secondo quanto riportato dai quotidiani locali, l'interruzione si è resa necessaria intorno alle 9 del mattino, quando i tecnici non hanno potuto fare altro che bloccare il transito per poter consentire la riparazione del tratto danneggiato. Gli operai si sono subito attivati, ma è stato comunque necessario un certo periodo di tempo per poter ripristinare la circolazione.

A riportare dei danni è stato il tratto di circolazione fra Treviglio e Caravaggio, proprio lì, durante la notte, sarebbero entrati in azione i ladri del cosiddetto oro rosso, che hanno sottratto alcuni dei cavi che alimentano la ferrovia. I pendolari sono stati dunque costretti a proseguire il loro viaggio in autobus, laddove possibile, mentre i tecnici del Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) si sono messi a lavoro per sostituire i cavi sottratti e ripristinare così la piena funzionalità della linea. L'intervento è durato qualche ora, e soltanto dopo le 11 il traffico ferroviario è potuto riprendere con regolarità.

Il fenomeno dei ladri di rame è un vero problema per le ferrovie, che è già costato negli ultimi dieci anni ben 26 milioni di euro. Di questi, ben 12 milioni sono stati proprio destinati alle operazioni di ripristino e riparazione delle linee ferroviarie. Questo per far capire quanto la situazione sia grave. Si tratta infatti di soldi pubblici. Ed a ciò va aggiunto pure il fatto che per consentire ai tecnici di fare il proprio lavoro e sistemare il tratto viene arrecato disturbo ai viaggiatori, fra ritardi e difficoltà di spostamento.

Soltanto l'episodio di ieri, come riporta il portale online Bergamonews, ha provocato ritardi a 8 treni regionali, limitazioni ad altri 4 e 2 cancellazioni.

Commenti