L'audio choc di Igor il russo: "Li ho uccisi, dovevo sdraiarli"

Dalla Spagna, Igor il russo parla in video-conferenza durante il processo che si sta tenendo a Bologna e fa le sue prime dichiarazioni sugli omicidi compiuti in Italia

L'audio choc di Igor il russo: "Li ho uccisi, dovevo sdraiarli"

Norbert Feher, alias Igor il Russo, parla in video conferenza dalla Spagna durante il processo con rito abbreviato che si sta celebrando a Bologna. Dal carcere spagnolo in cui è detenuto per tre omicidi, Igor il russo spiega perché ha ucciso le sue vittime: "Ho sparato a Ravaglia perché aveva una pistola in mano. Poi ho sparato a Verri senza guardare se era armato perché per me era un poliziotto pure lui e dovevo sdraiare tutti e due".

Come ricorda Il Corriere della Sera, mentre in Spagna è condannato per tre omicidi, "il processo italiano riguarda invece gli omicidi di Valerio Verri, la guardia ecologica che lui dice di aver scambiato per un poliziotto e Davide Fabbri il barista affrontato durante una rapina a Budrio. I figli di Verri lo ascoltano mentre lui dice che di aver premuto il grilletto perché 'dovevo sdraiare tutti e due'".

Verri si trovava insieme a Ravaglia, rimasto fortunatamente solo ferito nella sparatoria. Igor il russo, non sembra provare alcuna emozione mentre viene interrogato dal pubblico ministero Marco Forte e dagli avvocati. E ha affermato di aver colpito il bar di Budrio per "recuperare da Fabbri un credito di 10 mila euro". Ma non risulta che i due si conoscessero. La prossima udienza sarà il 25 marzo, giorno in cui sarà emanata la sentenza.

Commenti