L'avvocato Vinci: "I sanitari adesso portino in tribunale il governo"

Paolo Vinci, avvocato ed esperto di sanità da oltre trent'anni, ci racconta perché, quando la pandemia sarà stemperata, ci sarà un boom di cause intentate dai parenti dei medici caduti in servizio contro il coronavirus, che si sommeranno a quelle degli eredi dei comuni cittadini vittime del Covid-19

Sono settantatré i medici caduti sotto i colpi dei coronavirus. "Lo Stato ha spedito dottori e infermieri al fronte senza dare loro le adeguate protezioni", sostiene Paolo Vinci, avvocato ed esperto di sanità da oltre trent'anni. Ecco perché, racconta, molto probabilmente, quando a pandemia sarà stemperata, ci sarà un boom di cause intentate dai loro eredi, che si sommeranno a quelle dei parenti delle vittime del Covid-19.

Avvocato Vinci, i medici sono stati lasciati soli?
"Quello che ha fatto e sta facendo il governo nei loro confronti non basta affatto. Sono stati mandati allo sbaraglio, con mezzi inadeguati, a combattere il coronavirus. E purtroppo abbiamo già 73 medici ed una decina di infermieri morti. Insufficienti sono i dispositivi di protezione e anche insufficienti sono le tutele a livello legale: in questo momento, giustamente, gran parte del Paese nutre ammirazione e gratitudine per il sacrificio di medici ed infermieri, veri eroi, ma molte migliaia di decessi sono un bilancio troppo pesante che lascia sul campo rancori, amarezze, voglia di caccia al colpevole e di facili capri espiatori"

Ecco, a tal proposito veniamo al piano giuridico: cosa ne pensa del cosiddetto scudo penale per i medici?
"Dico che esisteva già, grazie a una giurisprudenza precedente, in evoluzione costantemente uniforme, una garanzia forte per il sanitario che, grazie alle Leggi Balduzzi prima e Gelli-Bianco poi, poteva sostanzialmente già dormire sonni tranquilli sotto il profilo penale. È sotto gli occhi di tutti che la classe medica, in questi giorni, oltre a far fronte a un impegno straordinario senza precedenti, corra, paradossalmente, il rischio di doversi difendere da coloro che invitano i cittadini a denunciare veri o presunti casi di malasanità. È in questo solco che allora arriva la notizia, da parte del governo, dell'approvazione di un emendamento al Cura Italia che introduce una sorta di scudo penale a difesa di medici e sanitari impegnati negli ospedali investiti dall'emergenza coronavirus"

Ma era già previsto…
"Sì, una sostanziale e profonda depenalizzazione è già prevista. Infatti, secondo l'articolo 54 c.p. 'Non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di salvare sé o altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona, pericolo da lui non volontariamente causato, né altrimenti evitabile, sempre che il fatto sia proporzionato al pericolo'. Non a caso, circa il 97% dei procedimenti penali nei confronti sanitari si conclude con un'archiviazione o un'assoluzione"

Quindi, in verità, il governo non ha fatto niente di concreto?
"Esatto, anzi: ha fatto tanto rumore per nulla. Nel decreto, il governo ha 'gattopardianamente' detto tutto per non dire nulla, per declinare affermazioni pleonastiche e sterili"

Ma che cosa succederà in caso di eventuali future azioni giudiziarie?
"Siamo in presenza di una pandemia, per cui le compagnie di assicurazioni degli ospedali potrebbero eccepire e contestare tutto e il contrario di tutto. Nel caso in cui io fossi chiamato a difendere un medico – e la cosa succederà – andrei senza mezzi termini a chiamare in causa chi lo ha mandato allo sbaraglio, ovvero lo Stato attraverso i Ministeri interessati"

Insomma, il governo è colpevole?
"Nel momento in cui tutto questo finirà, ci si domanderà chi è stato il colpevole di tutto questo. Quando si esaurirà la spinta propulsiva emotiva sociale, per qualcuno arriverà il giorno del redde rationem. Qualcuno che, al di là delle belle parole, ha fatto delle pessime, inadeguate e improvvide azioni…"

È stato chiarissimo. Per tirare le fila, secondo lei saranno più le cause intentate dai cittadini contro medici e ospedali o quelle dei medici stessi contro le istituzioni?
"Ecco, è esattamente questo il punto critico e la risposta paradossale è una sola: entrambe. Gli eredi dei cittadini che potevano essere salvati e non lo sono stati, per mancanza dei mezzi adeguati, agiranno contro le aziende pspedaliere e, specialmente se saranno operativi i decreti attuativi della Gelli-Bianco, contro le loro compagnie assicuratrici. Ma le aziende ospedaliere si dovranno strenuamente difendere, e invito loro a farlo, andando a tirare per la giacchetta lo Stato, che non le ha poste nelle condizioni di salvare tutte le vite che potevano essere salvate"

Idem gli eredi dei medici?
"È scontato che gli eredi di questi eroi agiranno giudizialmente nei confronti del ministero della Salute, non avendo adeguatamente provveduto a garantire la loro incolumità quando li hanno spediti al fronte. I medici ci sono andati e hanno lavorato e combattuto in prima linea con eroica abnegazione, peraltro consapevoli del rischio che correvano. Ciò nonostante, lo hanno fatto per amore e dedizione verso la loro nobile professione. I mariti, le mogli e i figli dei medici caduti hanno tutte le ragioni del mondo – e io sono pronto a stare al loro fianco – per chiedere un giusto risarcimento. E sfido chiunque a sostenere il contrario".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Giorgio5819

Sab, 04/04/2020 - 10:22

Mi auguro che siano TANTI, che siano decisi e ben assistiti. Sarà uno spettacolo vedere certi personaggi difendersi per le porcherie che hanno fatto e che stanno continuando a fare.

ItaliaSvegliati

Sab, 04/04/2020 - 10:36

Non vedo l'ora della sentenza, ma temo dalla dittatura delle zecche rozze!!!

Papilla47

Sab, 04/04/2020 - 10:43

Ma i politici ora correranno ai ripari per fottere tutti. Già parlano di deficienze Regionali e di poca attenzione dei cittadini sventolando le migliaia di denunce e multe irrorate. I leoni sono i re delle foreste e gli altri animali solo cibo.

Gattagrigia

Sab, 04/04/2020 - 10:46

Se la sanità è in mano alle regioni perché i governatori sarebbero esentati da tale colpa?

tosco1

Sab, 04/04/2020 - 11:04

Saranno proprio dolori per gli incapaci politici noti che hanno deriso il virus,non solo non prendendo le dovute misure, ma persino propagandando con grande esternazione di superiorita' morale ed intellettuale i comportamenti estremamente pericolosi per il contagio. Una marea di class action contro Conte,ed altri primari esponenti della maggioranza artificiosa che "guida"(si fa per dire) l'Italia in questa pandemia, sara' il finale inevitabile e doloroso.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 04/04/2020 - 11:12

sono d'accordo, il problema è che in Italia comandano le toghe rosse e quindi….

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 04/04/2020 - 11:24

@Gattagrigia - cominci già a giocare allo scaribarile? Dovevi dirlo prima quando le regioni erano governate (male) dal csx. Chissà come avrebber oaffrontato l'emergenza. In modo approssimativo come il governo centrale?

xgerico

Sab, 04/04/2020 - 11:27

La classica persona che cerca un po di ribalta!

Marcnic

Sab, 04/04/2020 - 11:35

Prima però portino in tribunale quell’incapace di Fontana.

honhil

Sab, 04/04/2020 - 11:37

Tempo al tempo. A rendere conto della loro incapacità (e bastano e avanzano da soli gli innumerevoli e contrastanti Dpcm) oltre al governo nella sua collegialità devono essere tuttavia chiamati anche i singoli ministri: e a cascata tutti quelli che ciò hanno contribuito a determinare con criminale sciatteria.

AjejeBrazow

Sab, 04/04/2020 - 11:38

Si sta avvicinando il momento di accoppare fisicamente le zecche rosse e cacciarle dai posti di comando.

maurizio-macold

Sab, 04/04/2020 - 11:48

Ricordo a GIORGIO5819 ed ITALIASVEGLIATI che ad essere eventualmente processati saranno anche Fontana, ZAIA, e gli altri governatori di regioni in quanto RESPONSABILI della sanita'. Ma come mai non vi entra in testa che la sanita' e' gestita dalle regioni ed e' di loro responsabilita'?

Giorgio5819

Sab, 04/04/2020 - 12:04

@AjejeBrazow - 11:38,...a grandi passi...

cir

Sab, 04/04/2020 - 12:19

Gattagrigia Sab, 04/04/2020 - 10:46 : giusta osservazione.

DRAGONI

Sab, 04/04/2020 - 12:20

UNA SOTTOSCRIZIONE NAZIONALE VOLONTARIA PER RACCOGLIERE I FONDI NECESSARI PER PAGARE LE PARCELLE AGLI AVVOCATI , QUALE SEGNO DI GRATITUDINE VERSO TUTTA LA SANITA' NAZIONALE!!

dallebandenere

Sab, 04/04/2020 - 12:29

E bravo l'avvocato,"quando la pandemia sarà stemperata"(che parolone!),proprio di questo ha bisogno il Paese. Denunce,indagini,processi ultradecennali,inchieste modello Espresso,scoop vari...E'da un mese,che l'aria infetta che si respirava in Italia da 30 anni non si respira più.E'ora di tornare alla giostra precedente,vero?Gente che denuncia i medici,medici che denunciano le autorità politiche,governo che denuncia le regioni,regioni che denunciano il governo.Senza contare i 100.000 denunciati finora per violazioni varie ai molteplici Decreti.E naturalmente,una fresca prateria sconfinata,tutta da pascolare per mandrie di azzeccagarbugli.Una domanda sola:lo avete capito cosa sta succedendo,o no?

lomi

Sab, 04/04/2020 - 12:32

Una parola: SCIACALLO

Gattagrigia

Sab, 04/04/2020 - 12:46

Leonida55, governo di cdx non è sinonimo di buon governo. Già dimenticati i danni fatti da Berlusconi/Bossi? Per ora si sa come sta gestendo la cosa Conte e il governo, prematuro fare un bilancio. Se ci fosse stato Salvini e il cdx? Magari avrebbero contrastato il virus con mojito e taglieri di speck e formaggi

DRAGONI

Sab, 04/04/2020 - 12:48

@lomi: PROPONI GIA' DA ORA UNA AMNISTIA GENERALIZZATA O PEGGIO L'IMPUNITA'?LA MANCANZA DEL SENSO DI RESPONSABILITA' , SENZA CONSEGUENZE ALCUNA, AD OGNI LIVELLO E' IL CANCRO DELL'ITALIA ED I CANCRI , DEMOCRATICAMENTE OVVERO A CURA DELLA MAGISTRATURA IN QUESTO CASO, VANNO DOVEROSAMENTE "ESTIRPATI"!

Rixga

Sab, 04/04/2020 - 13:11

Una volta finita l'epidemia (sperando che sia prima possibile) ci sarà solo da lavorare tantissimo e recuperare. Testa bassa e olio di gomito, il resto non conta...

DRAGONI

Sab, 04/04/2020 - 13:28

@Rixga:.....FINO ALLA PROSSIMA EMERGENZA!!

lavieenrose

Sab, 04/04/2020 - 13:34

Gli infermieri in primis e molti medici sono veramente da ammirare, ma bisogna avere il COIRAGGIOI, e lo dico per esperienza personale, che una volta finita questa dannazione l'ordine dei medici e le ast DEVONO avere il coraggio di fare un grosso esame di coscienza e un profondo repulisti al loro interno perchè ne ho visti troppi di medici e sopratutto primari al cui confronto il dott. Terlizzi del medico della miutua era un gioiello di compdetenza e etica.

lavieenrose

Sab, 04/04/2020 - 13:37

marcnic, gattagrigia e company vogliamo rimandare di un pò la campagnia elettorale? Mi sembra che adesso i problemi siano ben altri Poi basta con sta storia del mojto: mica ci dite che aperitivo ha bevuto zingaretti con sala sui navigli!!!!!!!!!!!!!!

kinganbo

Dom, 05/04/2020 - 17:55

Ma non si parla dell’emendamento (ritirato dopo le proteste dei medici) di Salvini che proponeva lo scudo penale per i direttori sanitari di ospedali e case di cura, scudo penale per amministratori pubblici, scudo penale per i datori di lavoro degli operatori sanitari, impedendo di fatto sia a cittadini ma anche ai medici ed infermieri, di fare causa nel caso di negligenze di chi ha il compito di gestire ed organizzare le strutture sanitarie e di tutelare i pazienti e i propri dipendenti?