Lecce, medico aggredisce paziente di 87 anni

Il fatto è accaduto in provincia, a Calimera. Alla vittima il massimo sostegno della Regione Puglia

Un anziano con il suo bastone era davanti allo studio di un medico, probabilmente il suo. Quest'ultimo, con indosso il camice e la mascherina chirurgica, ha improvvisamente deciso di aggredire il paziente. La vittima, un uomo di 87 anni, è caduta per terra a causa degli schiaffi sulla testa. Il fatto è accaduto a Calimera, un Comune in provincia di Lecce. La scena è stata ripresa da un passante, probabilmente, e il video sta facendo il giro del web. L'uomo, come fa sapere lo stesso presidente della Regione, Michele Emiliano, è stato soccorso dal 118. "Ho preso contatto personalmente con la famiglia e assicurato alla vittima il massimo sostegno della Regione Puglia e della Asl di Lecce non solo per l'assistenza nelle cure, ma anche dal punto di vista legale perché saremo al suo fianco nell’azione penale contro l’aggressore. A lui va tutta la nostra vicinanza". L'87enne ha riportato evidenti tumefazioni al volto.

Intanto i carabinieri hanno denunciato per lesioni personali aggravate il medico di base di Calimera. L'aggressione è nata da un diverbio. Come si vede dalle immagini il medico era intento a parlare a voce alta con l'anziano e con una terza persona all'esterno dell'ambulatorio. La vittima dell'aggressione si reggeva su una stampella con la mano destra, mentre con l'altra mano teneva una cartella portadocumenti di colore blu. L'anziano parlava, ma all'improvviso viene preso a schiaffi dal medico che lo fa cadere per terra e poi lo colpisce con alcuni calci. L'aggressione, secondo quanto ricostruito dai militari, intervenuti sul posto insieme al 118, sarebbe scaturita per futili motivi.

Il governatore della Puglia, insieme al direttore generale della Asl di Lecce ha anche avviato la procedura di revoca della convenzione come medico di medicina generale all'aggressore. E, in un colloquio telefonico con il presidente del consiglio dell'ordine dei medici di Lecce, Emiliano ha sollecitato l'esercizio dei poteri assegnati dalla legge all’organismo professionale. “L’episodio – dichiara Emiliano -merita di essere sanzionato con la radiazione dall'ordine dei medici, ma non è compito della Regione Puglia provvedere in tal senso. Sicuramente questa persona non merita di continuare a svolgere il ruolo di medico di medicina generale e quindi ho dato mandato al direttore generale della Asl di revocare immediatamente la convenzione. Aggiungo che ci costituiremo parte civile al fianco di questo cittadino nell'eventuale processo penale che verrà instaurato a seguito di questi fatti gravissimi. Il danno che questo medico ha provocato al suo paziente è un episodio raccapricciante e inaccettabile e rappresenta esattamente l’opposto rispetto al quotidiano immane sacrificio che i medici pugliesi stanno sostenendo in questo periodo drammatico. Egli ha dunque danneggiato non solo un cittadino, fatto gravissimo, ma anche tutti i suoi colleghi che onorano il camice bianco e il giuramento di Ippocrate. Esprimo quindi anche a tutti i medici e sanitari pugliesi il mio dolore per quanto accaduto perché so che essi stanno soffrendo per questo evento assurdo che non trova alcuna giustificazione".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 03/04/2020 - 14:46

Un medico che prende a schiaffi un suo paziente non si era mai visto. Ma c'è sempre la prima volta,soprattutto in questa italietta sgangherata e prossima al default. Radiazione immediata dall'albo e contestuale consegna di zappa idonea a lavori di coltivazione della terra,e mi fermo qui,al minimo sindacale.

Ilsabbatico

Ven, 03/04/2020 - 14:56

Via dall'albo immediatamente, ma senza neanche pensarci.

alfa2000

Ven, 03/04/2020 - 15:13

si campa cavallo adesso prima che l'ordine faccia partire l'accertamento, la commissione, la preventiva sospensione dall'albo, etc. etc, ci vorrà almeno un anno, poi arriverà l'appello e lui continueraà a lavorare, poi dopo l'appello la cassazione,, etc.etc purtroppo si saprà tra qualche anno cosa succederà, invece entro le 72 ore andava arrestato per la flagranza di retao, xchè sicuramente all'87 enne minimo 15gg li hanno dati, quindi....

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Ven, 03/04/2020 - 15:18

Prima di condannare il comportamento del medico, sicuramente oltre le righe, si dovrebbe conoscere tutta la storia; in condizioni simili giudici diversi emetterebbero sentenze diverse in funzione dell'etnia del provocante, del provocato, di altre banalità... Magari la società rischia di perdere un ottimo medico a causa di un pessimo paziente. Il problema di questo paese è che il processo ci sarà fra 4 o 5 anni perché i magistrati lavorano poco, anche se guadagnano molto.

Anticomunista75

Ven, 03/04/2020 - 15:32

e quali sarebbero questi futili motivi??

hellas

Ven, 03/04/2020 - 15:33

Incredibile.... Mai vista una vergogna del genere... Radiazione, denuncia, e tutto ciò che ne consegue....ma come può un ceffo simile essere medico di base ?

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Ven, 03/04/2020 - 15:41

quanti provvedimenti..sospensione del servizio...radiazione dall'ordine dei medici..saprete come andra' a finire?? NULLAA!! in attesa dei provvedimenti,il medico andra' in pensione,e tutto cadra' sula nulla...l'italietta funziona cosi'

Ritratto di filospinato

filospinato

Ven, 03/04/2020 - 15:53

Il paziente, per definizione, deve portare pazienza

Popi46

Ven, 03/04/2020 - 15:58

Beh, un po’ il padrone che morde il cane.... d’altra parte le aggressioni di pazienti con loro parenti nei confronti di medici vari sono all’ordine del giorno,da diverso tempo a questa parte, o sbaglio?

maurizio-macold

Ven, 03/04/2020 - 16:04

Il gesto del medico e' da condannare. Pero' qualche attenuante potrebbe esserci, ad esempio lo stress, magari qualche parola fuori posto dell'anziano, perche' mi sembra strano che un medico nel pieno possesso delle sue facolta' mentali possa essere protagonista di un episodio del genere.

MammaCeccoMiTocca

Ven, 03/04/2020 - 16:36

Io sentirei prima le parti e vorrei capire cosa effettivamente è accaduto.

ruggerobarretti

Ven, 03/04/2020 - 17:12

the red pill: lo sai che avevo pensato la stessa cosa!!!

STREGHETTA

Ven, 03/04/2020 - 17:21

" Quando irrompe lo stress " - Naturalmente non ci può essere giustificazione ad una simile aggressione, con tanto di calci, ad un anziano di ben 87 anni. Si può supporre che il poveraccio stesse insistendo per avere una visita, cosa non permessa salvo casi gravi, e che il medico di base abbia reagito in malo modo in preda all'esasperazione. Nessuno dovrebbe mai reagire così, men che meno un medico, ma questo episodio fa purtroppo riflettere. Chi ha aggredito ha e avrà tutti contro, ma nessuno si sofferma a pensare a che razza di pressione siano sottoposti i medici di base, che devono farsi carico dello stress, delle paure, dell'assistenza dei pazienti senza visita alcuna. Coi medici degli ospedali non ci può più essere interazione se non telefonica da parte dei pazienti, e allora è facile immaginare come questi cerchino un'interazione anche concreta coi medici di base, rimaste uniche bussole

STREGHETTA

Ven, 03/04/2020 - 17:22

(..) e percepiti come ancore di salvezza. E'la situazione piovuta all'improvviso dalla Cina che è orribile e ad alcuni non reggono più i nervi.

AjejeBrazow

Ven, 03/04/2020 - 17:22

Tra non molto queste saranno solo fesserie al confronto...

Ritratto di joe pizza

joe pizza

Ven, 03/04/2020 - 17:31

Sarebbe utile sapere cosa ha detto il "paziente", che spesso non e`paziente,al medico. E poi non e`vero che " ha improvvisamente deciso di aggredire il paziente" perche stavano discutendo. Vai a sapere cosa ha detto il "paziente" che spesso non e`paziente.

Ritratto di Thorfigliodiodino

Thorfigliodiodino

Ven, 03/04/2020 - 18:02

Ma basta con questa retorica e ragionare in maniera automatizzata a senso unico! Bisogna prima sapere, prima di condannare! Il medico poteva essere stressatissimo e coi nervi a pezzi; l'anziano potrebbe averlo insultato pesantemente; il paziente poteva essere un individuo che già da tempo tormentava il medico (ce ne sono); il paziente poteva anche essere un nemico personale del medico e c'è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso; il medico può aver avuto una crisi di follia data la situazione; il paziente a sua volta poteva essere fuori di testa; il medico poteva aver appena avuto dei decessi fra i suoi parenti e quindi essere già con i nervi tesi. Non sono medico e reputo i medici della mutua sempre da giudicare circa la capacità che hanno o meno, quindi vorrei che prima si indagassero le cause invece di partire in quarta come fa un ente ad alto livello come la Regione Puglia.

STREGHETTA

Ven, 03/04/2020 - 18:17

" Vox populi e giustizia " - Si, è vero, occorrerebbe sapere cosa il paziente ha detto al medico, o cosa ha fatto. Una reazione come quella vista, infatti, se non fosse figlia dello stress eccessivo, potrebbe essere venuta da un avvicinamento eccessivo e/o una minaccia. Di questi tempi anche un medico può aver paura di essere contagiato, se il paziente si fa avanti in barba a regole ed esortazioni. Diciamo che una cosa che in tempi normali sarebbe inammissibile senza appello, ai tempi del virus che uccide sarebbe quantomeno da valutare. Ma invece sarà la cosiddetta giustizia ad uniformarsi alla " vox populi ", specie se supportata dalle istituzioni regionali, ansiose di auto-promuoversi. In casi di questo tipo occorrerebbe invece un'indagine senza preconcetti e poi un giudice vero, che onori il suo ruolo.

anna.53

Ven, 03/04/2020 - 18:43

Emiliano, ex magistrato, pur nell' innegabile dovere di stigmatizzare il reato consumato nei confronti del cittadino pugliese molto anziano, si è precipitato a giudicare in modo definitivo l'autore. E ciò non conoscendo antefatti, possibili attenuanti, stato psichico invocato in molti casi di aggressione e spesso accolto in sede di giudizio. Gli esempi non mancano...

igiulp

Ven, 03/04/2020 - 18:45

Thor - Condivido in toto il suo post. La reiterazione dei gesti del medico darebbe l'impressione di una situazione esasperante. Indagare please.

amicomuffo

Ven, 03/04/2020 - 18:48

se ci fate caso a Cagliari un infermiere del pronto soccorso ha preso a calci, a suo tempo, un paziente...c'è anche il filmato...Non li giustifico, però alla fine uno è anche un essere umano!

Marzo-2020

Ven, 03/04/2020 - 18:57

A volte prima di reagire bisogna saper contare fino a.... 1000

GPTalamo

Ven, 03/04/2020 - 19:17

Prima di giudicare, mi piacerebbe sentire l'opinione del medico interessato, e non quella del Presidente dell'ordine dei medici, che deve dire cose scontate. Sentire solo le vittime, nei processi mediatici e non, non e' atteggiamento corretto.

ruggerobarretti

Ven, 03/04/2020 - 19:18

Thor: il tuo e' il discorso di una persona razionale. Quella razionalita' sempre piu' rara e che aime' tra qualche altro giorno scomparira' per sempre.

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Ven, 03/04/2020 - 19:29

maurizio-macold - Sono sempre parecchio d'accordo con le sue osservazioni, un sentire comune che conforta. Questa e` la seconda volta che devo dissentire, e con forza. La prima fu alcune settimane fa quando disse piu` o meno che si dava troopa importanza al coronavirus, un'influenza come altre.

bernardo47

Ven, 03/04/2020 - 19:46

una vera vergogna! quel medico ha infangato la intera classe medica.Ci sono in giro medici cosi'? VERGOGNA!

bernardo47

Ven, 03/04/2020 - 19:48

qualunque cosa abbia detto la persona anziana....reagire in quel modo e' da persone senza cuore; verso un anziano ultraottantenne poi. Non e' degno di fare il medico costui.Faccia il fabbro caso mai.Lo caccino da ordine dei medici chirurghi!