L'Italia? È il Paese dell’Europa dove si fanno meno figli

L’Eurostat lancia l’allarme demografico: nel 2017 appena 458mila nascite

L'Italia? È il Paese dell’Europa dove si fanno meno figli

Altro record negativo per l’Italia. Già, perché secondo l’ultimo rapporto demografico stilato dall’Eurostat (l'Ufficio Statistico dell'Unione Europea), il Belpaese è lo Stato europeo dove si fanno meno figli.

Infatti, nel 2017 si sono registrate appena 458mila nascite, con un calo della popolazione dell'1,7%, mentre nella maggior parte degli altri Stati membri Ue – come Germania, Francia e Spagna – si assiste a una crescita demografica. Insomma, la maglia nera per la natalità è tutta nostra. L’Irlanda è, invece, la nazione più prolifica, visto che il tasso di nascite è pari a 12,9 ogni mille residenti, contro il nostro 7,6 per mille

La popolazione dell’Ue, al primo gennaio 2018, è di 512,6 milioni, in aumento di un milione e 100mila unità rispetto al primo gennaio dell’anno precedente, anche se nel 2017 ci sono stati più decessi (5,3 milioni) che neonati (5,1): l'aumento della popolazione nel Vecchio Continente è infatti dovuto all'immigrazione.

Infine, il Paese più fecondo e popoloso è la Germania, forte di 82,9 milioni di cittadini (pari al 16,2% del totale continentale), seguita dalla Francia (67,2 milioni), e dal Regno Unito (66,2). Giù dal podio, al quarto posto, della graduatoria, ecco l’Italia (60,5), poi la Spagna (46,7) e Polonia (38).

Commenti